Wiki Actu it

July 20, 2008

Elezioni europee 2009, il PdL presenta la riforma della legge elettorale

Elezioni europee 2009, il PdL presenta la riforma della legge elettorale

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 20 luglio 2008
Il Popolo della Libertà ha presentato una bozza di riforma della legge elettorale europea che modificherà tre punti dell’attuale legge:

  • La soglia di sbarramento
  • Il numero di circoscrizioni
  • Le preferenze esprimibili

Verrà posto uno sbarramento al 5%, cioè il massimo che consentono i vincoli europei, anche se in realtà il vero sbarramento è intorno al 20%: questo perché aumentando da 5 a 15 il numero delle circoscrizioni ci sarà uno sbarramento indiretto del 20%. In ogni circoscrizione verranno eletti 5 europarlamentari. Un’altra modifica però attende la legge elettorale europea: verrà infatti tolta la possibilità agli elettori di porre le loro preferenze sulla scheda visto che, come nelle politiche, ci saranno le liste bloccate, decise dai partiti prima delle elezioni.

La riforma della legge elettorale per le elezioni dell’Europarlamento consentirebbe dunque, se applicata in tempo, di mandare i cittadini italiani alle urne con il nuovo sistema, nei giorni del 7 e 8 giugno 2009. Quest’ultima futura modifica, sempre che venga poi approvata nel corso del lungo iter legislativo, sembra confermare l’allarme lanciato dal blog dell’Italia dei Valori il 29 maggio col post Altre elezioni, altra porcata. Dure critiche arrivano anche dal diario-online di Beppe Grillo, che proprio quest’oggi (20 luglio, n.d.r.) ha pubblicato il post Porcellum europeo.

Per ora non è giunta nessuna reazione dai partiti anche se presumibilmente queste modifiche potrebbero trovare l’appoggio solo del PdL e del PD; non di certo l’appoggio potrà arrivare dagli altri partiti che verrebbero spazzati via, salvo rivoluzioni elettorali, a parte la Lega Nord che, tenendo come metro di giudizio i risultati ottenuti nelle recenti elezioni politiche del 13 e 14 aprile, riuscirebbe a mandare a Strasburgo solo uno o due suoi rappresentanti.

Il Partito Democratico per ora non ha ancora commentato questa proposta, che verrebbe molto comoda al partito guidato da Walter Veltroni perché, con queste modifiche, riuscirebbe ad avere più di 29 europarlamentari, e in questo modo creerebbe un gruppo parlamentare a sé senza dover fare l’annosa scelta tra il Partito Socialista Europeo e i Liberali, Democratici e Riformatori, scelta che ha più volte smosso le acque all’interno del partito di centro-sinistra: così come la componente ex-DS non vedrebbe bene la scelta di un gruppo centrista all’Europarlamento, i cattolici non gradirebbero essere rappresentati nel PSE. L’IdV, dal canto suo, aderisce già all’ELDR.

Ovviamente per il PD sarà molto difficile giustificare la scelta d’appoggiare questa riforma visto che il suo elettorato mal vedrebbe una legge elettorale europea con la lista bloccata.


Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Nadro: in fiamme la \”Capanna di Jack\”

Nadro: in fiamme la “Capanna di Jack” – Wikinotizie

Nadro: in fiamme la “Capanna di Jack”

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 20 luglio 2008

Figura di capanna, incisa presso il Pardo di Naquane a Capo di Ponte

Resti della Capanna di Jack la mattina del 21 luglio.

È stata notata, verso le 22.30, una fiammata rossa in località Foppe di Nadro di Ceto, in Val Camonica, all’interno della Riserva naturale Incisioni rupestri di Ceto, Cimbergo e Paspardo.

Mentre in paese si svolgeva l’inaugurazione del nuovo Centro di Ricerca e Laboratori Didattici, qualche vandalo si è recato nei boschi della riserva, dove era presente la ricostruzione di un granaio dell’età del ferro, e gli ha appiccato fuoco. La presenza della pioggia, che ha bagnato in serata la media Valcamonica, porta a escludere che si sia trattato di un incendio spontaneo.

La struttura, conosciuta come “Capanna di Jack”, era stata costruita tra il 1995 ed il 1997 da Jack Belfiore come esempio di archeologia sperimentale basandosi su una delle molteplici figure di capanna incise sulle rocce camune.

Sebbene l’intervento dei vigili del fuoco sia stato tempestivo, in attesa della mattina per poter trarre dei bilanci concreti, si suppone che l’intero granaio in legno alto 7 metri sia andato completamente distrutto.


Notizia originale
Questo articolo contiene notizie di prima mano comunicate da parte di uno o più contribuenti della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

Collegamenti esterni[]

Fonti postergate[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Nadro: inaugurato il nuovo Centro di Ricerca e Laboratori Didattici

Nadro: inaugurato il nuovo Centro di Ricerca e Laboratori Didattici

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

Jump to navigation Jump to search

domenica 20 luglio 2008

Nadro, Centro di Ricerca e Laboratori Didattici’ e le foresterie

È stato presentato alle ore 20 di stasera a Nadro di Ceto, in Val Camonica, il nuovo Centro di Ricerca e Laboratori Didattici della Riserva Incisioni rupestri di Ceto, Cimbergo e Paspardo.

Con la benedizione del consiglire regionale della Lombardia Monica Rizzi, il sindaco di Ceto Francesco Guiaini, il presidente della riserva Riccardo Tobia e delle associazioni locali Pro Nadro e LOntàno Verde, il direttore Maurilio Grassi ha mostrato ai primi visitatori la nuova struttura, che sorge nel cuore del paese di Nadro, di rimpetto al museo didattico della riserva e di fianco alle foresterie.

«Questo centro nasce con l’intento di appoggiare gli enti già esistenti nella zona, col preciso scopo di fornire un supporto basato sull’archeologia sperimentale alle teorie finora espresse in Valle Camonica dall’archeologia classica.» Spiega Maurilio Grassi.

Ricavato all’interno di un’antica abitazione del XVI secolo, il centro si sviluppa su due piani: al pian terreno è possibile osservare quelle che un tempo erano le stalle, la cantina, il silter dove si conservavano i formaggi ed un forno per la cottura del pane. Al primo piano, invece, l’ambiente è stato suddiviso in diversi laboratori, dedicati sia all’arte preistorica sia all’araldica medievale.

A riempire i diversi ambienti vi sono numerose bacheche ricche di reperti originali in selce ed asce preistoriche, contornate da numerose ricostruzioni in archeologia sperimentale di strumenti della preistoria camuna, tra cui i peculiari pugnali tipo Lovere.

Una particolare cura è stata riservata al restauro dell’antica casa Valgoglio-Vaiarini, della quale sono state messe in luce veri e propri reperti di archeologia costruttiva: dalle travi portanti in legno del soffitto agli intrecci di vimini che originariamente, ricoperti di calce, formavano le pareti interne.


Notizia originale
Questo articolo contiene notizie di prima mano comunicate da parte di uno o più contribuenti della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

Fonti correlate[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Proposta la nuova legge elettorale europea

Filed under: Articoli da migliorare — admin @ 5:00 am

domenica 20 luglio 2008

Wikinotizie di oggi
20 luglio
Collabora con noi!
  • Scrivania
  • Portale:Comunità
  • Guida allo stile – come scrivere
  • Guida al contenuto – cosa scrivere

Il PdL ha presentato una bozza di riforma della legge elettorale europea che modificherà tre punti dell’attuale legge: Lo sbarramento; il numero di circoscrizioni; le preferenze. Verrà posto uno sbarramento al 5%, cioè il massimo che consentono i vincoli europei, anche se in realtà il vero sbarramento è intorno al 20%: questo perchè aumentando da 5 a 15 il numero delle circoscrizioni ci sarà uno sbarramento indiretto del 20%. In ogni circoscrizione verranno eletti 5 europarlamentari. Un’altra modifica però attende la legge elettorale europea, verrà tolta la possibilità agli elettori di porre le loro preferenze sulla scheda visto che, come nelle politiche, ci saranno le liste bloccate preconfenzionate dai partiti prima delle elezioni. Quest’ultima futura modifica, sempre che venga poi approvata nei vari stap parlamentari, ha confermato l’allarme lanciato dal blog de Italia dei Valori il 29 Maggio col post “[Altre elezioni, altra porcata][1]” e già da ora ha scatenato la furia grillina che ha pubblicato il 20 Luglio il post [“porcellum europeo”][2]. Per ora nessuna reazione dai partiti anche se presumibilmente queste modifiche potrebbero trovare l’appoggio solo del PdL e del PD e non di certo l’appoggio può arrivare dagli altri partiti che verrebbero spazzati via, salvo rivoluzioni elettorali, a parte la Lega che però al massimo riuscirebbe a mandare a Strasburgo solo uno o due suoi rappresentanti. Il Partito Democratico per ora non ha ancora commentato questa proposta, che verrebbe molto comoda al partito di veltroni perchè, con queste modifiche, riuscirebbe ad avere più di 29 europarlamentari, e in questo modo creerebbe un gruppo parlamentare a sé senza dover far la spinosa scelta tra il P.S.E. e i LiberalDemocratici. Ovviamente per il P.D. è molto difficile giustificare la scelta d’appoggiare questa riforma visto che il suo elettorato mal vedrebbe una legge elettorale europea con la lista bloccata.


Fonti

Intervista del Tg1 a Italo Bocchino; intervista a Salvi su La Repubblica; Blog dell’Italia dei Valori; Blog di Beppe Grillo; Enciclopedia di Repubblica; fonte del calcolo dello sbarramento indiretto la calcolatrice

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.2 or any later version published by the Free Software Foundation; with no Invariant Sections, no Front-Cover Texts, and no Back-Cover Texts. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Previsioni del tempo per lunedì 21 luglio 2008

Filed under: Europa,Italia,Meteo,Pubblicati — admin @ 5:00 am

Previsioni del tempo per lunedì 21 luglio 2008

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 20 luglio 2008

Tempo previsto in Italia per la giornata di lunedì 21 luglio 2008.

Italia settentrionale[]

Weather-few-clouds.svg Weather-rain-thunderstorm.svg

Sulle regioni settentrionali, cielo inizialmente da parzialmente nuvoloso a irregolarmente nuvoloso, con possibilità di rovesci e temporali sparsi, più probabili su Friuli-Venezia Giulia, Veneto ed Emilia-Romagna centro-orientale. Nel corso della tarda mattinata, graduale miglioramento ad iniziare dal settore occidentale, in estensione nel corso della serata verso quello orientale.

Italia centrale[]

Weather-few-clouds.svg Weather-rain-thunderstorm.svg

Sulle regioni centrali, cielo irregolarmente nuvoloso lungo la dorsale appenninica e sulle regioni del versante adriatico, con annuvolamenti più intensi nelle ore più calde della giornata, quando sono attesi rovesci e temporali sparsi, in sconfinamento dalle zone interne verso le aree costiere. Sulle regioni del versante tirrenico, cielo da poco a parzialmente nuvoloso, con sviluppo di nuvolosità cumuliforme nelle zone interne, con possibili locali rovesci sulle aree appenniniche. Dalla serata, generale attenuazione della nuvolosità e dei fenomeni, fino a cielo sereno o poco nuvoloso.

Italia meridionale[]

Weather-few-clouds.svg Weather-sun-clouds-rain.svg

Sulle regioni meridionali, cielo inizialmente sereno o poco nuvoloso, con graduale aumento della nuvolosità nel corso della giornata in prossimità dei rilievi appenninici, ove sono attese locali precipitazioni temporalesche. Tra il tardo pomeriggio e la serata, generale peggioramento sul versante adriatico, con possibili rovesci temporaleschi tra il Molise, la Puglia centro-settentrionale e la Basilicata.

Temperature, venti e mari[]

Le temperature sono previste in generale diminuzione sulle regioni centro-settentrionali, più sensibile nelle zone interne e lungo il versante orientale; un temporaneo quanto effimero aumento è atteso sulle due isole maggiori, sulla Calabria meridionale e sulle regioni joniche.

I venti tenderanno a disporsi da nord/nord-est sulle regioni settentrionali e lungo le regioni centrali adriatiche, mentre saranno deboli o moderati dai quadranti occidentali sulle regioni centrali tirreniche, sulle due isole maggiori e al sud della penisola, con rinforzi di brezza lungo le aree costiere. Sono possibili colpi di vento nelle zone temporalesche.

I mari sono previsti da poco mossi a mossi, ma con moto ondoso in aumento, soprattutto in prossimità delle coste esposte ai venti di moderata intensità.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress