Wiki Actu it

August 1, 2008

Categoria:1 agosto 2008

Filed under: Agosto 2008 — admin @ 5:00 am

Categoria:1 agosto 2008 – Wikinotizie

Categoria:1 agosto 2008

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca
« 31 luglio 2008
2 agosto 2008 »

Questa categoria raccoglie tutti gli articoli relativi ad avvenimenti accaduti il 1 agosto 2008, o scritti in quel giorno.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Veltroni: «La causa di Mediaset contro YouTube è il discrimine tra il vecchio e il nuovo mondo»

Veltroni: «La causa di Mediaset contro YouTube è il discrimine tra il vecchio e il nuovo mondo»

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 1 agosto 2008

Walter Veltroni

Walter Veltroni e il mondo di Internet. Dal suo profilo su Facebook, il segretario del PD attacca la causa intentata da Mediaset contro i due colossi del web, Google e YouTube: «La causa di Mediaset contro Youtube e Google per illecita diffusione di file audio e video è un discrimine tra il vecchio e il nuovo mondo».

Veltroni parla poi dei social network, che ci aiutano «a comprendere ciò che ci circonda». Quindi, «nel leggere della causa di Mediaset contro YouTube e Google, – continua il leader del partito d’opposizione- per prima cosa mi viene da pensare a quale idea di media sia giusto ispirarsi. Internet e le nuove tecnologie portano con sé una rivoluzione epocale. Per ogni cittadino la rete significa forme nuove di condivisione, produzione, critica, trasmissione e diffusione dell’informazione. Qualcosa che ha a che fare con la libertà, la crescita dell’opinione pubblica, la qualità della nostra democrazia. Per questo guardo a questa polemica come a un discrimine tra il vecchio e il nuovo mondo, tra un’idea chiusa e regressiva e una aperta e avanzata».

L’ex sindaco di Roma ritiene inoltre necessaria una discussione che porti ad una nuova legge sul diritto d’autore, allineato al mondo del web, che protegga il copyright ma che consenta anche una diffusione della conoscenza più libera; Veltroni, dunque, pensa «che siano mature le condizioni per una legislazione basata sulla libertà della comunicazione e della diffusione, che al tempo stesso tuteli il lavoro degli autori e dei creativi», ma anche che sia arrivata l’ora di «una televisione nuova, in cui la condivisione e la partecipazione degli utenti (di noi cittadini nella rete) rompa gli schemi e riconquisti la creatività, la libertà, l’utilità alle potenzialità di questo mezzo straordinario».


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

USA, si è suicidato Bruce Ivins, lo scienziato sospettato per gli attentati con antrace

USA, si è suicidato Bruce Ivins, lo scienziato sospettato per gli attentati con antrace

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 1 agosto 2008
Si è suicidato quest’oggi Bruce Edwards Ivins, esperto di armi chimiche, sospettato di essere coinvolto negli attentati portati a termine con l’antrace, dopo quelli dell’11 settembre 2001.

Lavorava presso l’unità di ricerca d’elite dell’esercito statunitense a Fort Detrick, e per 18 anni come ricercatore nei laboratori del dipartimento per la biodifesa nella stessa base militare. In quel periodo l’antrace fu inviata ai maggiori network americani e ad alcuni membri del congresso, alimentando la paura di altri attentati. Gli attacchi compiuti con questo batterio provocarono 5 morti e 17 intossicati.

Nell’articolo del Los Angeles Times, viene affermato che Bruce era già stato informato della sua cattura imminente, prima di togliersi la vita. Tutt’ora la Federal Bureau of Investigation (FBI) sta indagando sulle dinamiche del suicidio.


Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Turchia, 17 morti nel crollo di un dormitorio a Balcilar

Turchia, 17 morti nel crollo di un dormitorio a Balcilar

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 1 agosto 2008

Flag of Turkey.svg

Una esplosione di una bambola di gas ha causato il crollo di un dormitorio femminile, nella città di Balcilar, nel sud della Turchia, provocando 17 morti e 27 feriti.

Le autorità locali temono che sotto le macerie siano rimaste intrappolate altre ragazze, mentre i soccorritori continuano a scavare dotati di picconi e ruspa, aiutati dalla gente del posto.

Il sindaco della città, Mehmet Demirgul, ai microfoni della televisione turca NTV ha affermato: «Sentiamo le voci. Credo che le persone rimaste sepolte verranno salvate. Ci hanno comunicato che 16 studentesse (poi diventate 17) sono morte e 27 sono rimaste ferite. Pensiamo che ci siano ancora da quattro a sei bambine sotto le macerie».

All’interno dell’edificio di tre piani, al momento del crollo, si trovavano 50 persone circa tra insegnanti e studentesse.

Un funzionario sanitario della Konya Galip Sef ha detto: «Pensiamo che il crollo sia stato causato dall’esplosione di una bombola di gas nell’edificio, date le ustioni delle persone ferite».


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Previsioni del tempo per venerdì 1 agosto 2008

Filed under: Italia,Meteo,Pubblicati — admin @ 5:00 am

Previsioni del tempo per venerdì 1 agosto 2008

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

giovedì 1 agosto 2008

Previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di venerdì 1 agosto 2008.

Italia settentrionale[]

Weather-rain-thunderstorm.svg Weather-few-clouds.svg

Sulle regioni settentrionali è previsto un graduale peggioramento del tempo ad iniziare dalle zone alpine e prealpine e dalle aree occidentali della Pianura Padana, con possibili temporali sparsi, inizialmente sui rilievi montuosi e collinari, in successiva estensione tra il pomeriggio e la sera verso le aree pianeggianti del Piemonte e della Lombardia. Cielo generalmente sereno o poco nuvoloso sulla Liguria, con aumento della nuvolosità alta e sottile nella seconda parte della giornata.

Italia centrale[]

Weather-clear.svg Weather-storm.svg

Sulla Sardegna il cielo è previsto tra il sereno e il velato, soprattutto nella seconda parte della giornata. Sulle regioni peninsulari sono previste iniziali condizioni di cielo sereno o poco nuvoloso, con graduale aumento della nuvolosità termoconvettiva ad evoluzione diurna sui rilievi e sulle zone interne, con possibilità di temporali sparsi, più probabili lungo la dorsale appenninica, in graduale miglioramento tra il tardo pomeriggio e la serata.

Italia meridionale[]

Weather-clear.svg Weather-storm.svg

Sulle regioni meridionali e sulla Sicilia sono previste iniziali condizioni di cielo sereno o poco nuvoloso, ma con graduale aumento della nuvolosità cumuliforme ad evoluzione diurna sui rilievi e sulle zone interne, con possibilità di temporali sparsi, più probabili lungo la dorsale appenninica, in graduale miglioramento tra il tardo pomeriggio e la serata.

Temperature, venti e mari[]

Le temperature sono previste senza variazioni di rilievo, a parte una possibile lieve diminuzione sulle rgioni settentrionali.

I venti sono previsti di debole intensità e di direzione variabile su tutte le regioni, con rinforzi di brezza nel corso della giornata sulle aree costiere peninsulari ed insulari.

I mari sono previsti quasi calmi o poco mossi, con moto ondoso in aumento sul Canale di Sardegna fino a mare mosso.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Lo schermidore Andrea Baldini escluso dai Giochi: risultato positivo all\’anti-doping

Lo schermidore Andrea Baldini escluso dai Giochi: risultato positivo all’anti-doping

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 1 agosto 2008

Lo schermidore italiano Andrea Baldini, è risultato positivo ai test antidoping effettuati dal Laboratorio Antidoping di Praga e per questo non potrà più partecipare ai Giochi olimpici estivi di Pechino 2008. A riferirlo sono il Comitato Olimpico Nazionale Italiano e la Federazione Italiana Scherma

La FIS in una nota sul proprio sito internet riporta: «La Federazione Italiana Scherma ha ricevuto poche ore fa da parte della Fie (Federation Internationale d’Escrime) la comunicazione relativa all’esito positivo di un controllo antidoping effettuato sull’atleta Andrea Baldini nel corso dei Campionati Europei Assoluti tenutisi a Kiev all’inizio di luglio. Alla luce della positività, il Coni ha escluso l’atleta dalla Squadra Olimpica».

Il presidente della Federazione, Giorgio Scarso, ha affermato: «Aspettiamo il risultato, anche se gli esperti dicono che al 99% il primo risultato dovrebbe venire confermato. Attendiamo il risultato all’inizio della prossima settimana». Ed ha anche continuato, che in caso il secondo test darà esito negativo, Baldini potrebbe ancora far parte della squadra che partirà per le Olimpiadi. Il suo sostituto potrebbe essere Andrea Cassarà, anche se non ci sono conferme ufficiali né dal suo staff né dal CONI.

Antonio Fiore, medico della FIS, ha sentito il fiorettista, affermando: «L’ho sentito ieri notte e stamattina. Lui nega di aver mai assunto sostanze vietate. È in uno stato di grande prostrazione e tensione. Io conosco Baldini da tanti anni e mi risulta difficile pensare a una ipotesi di questo caso. Io da medico posso solo dire che ritengo questo farmaco (furosemide) non somministrabile a un atleta né tra i farmaci che portiamo nelle gare o in allenamento. A me appare assolutamente inspiegabile la presenza nelle urine di questo principio».

Baldini ha espressamente negato di aver assunto sostanze dopanti di qualsiasi tipo. Anche l’Aeronautica militare, di cui lo schermidore fa parte, ha espresso stupore per la vicenda, visto che Baldini si era già qualificato per le Olimpiadi di Pechino quando prese parte agli Europei.

Il caso di Baldini si va ad aggiungere ad altri due casi quest’anno: quello del ciclista Riccardo Riccò e della campionessa mondiale di ciclismo su strada Marta Bastianelli.

Beijing 2008
Segui lo Speciale dedicato alla XXIX Olimpiade estiva.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Il Senato ha votato la fiducia sulla Manovra

Filed under: Europa,Italia,Pubblicati,Silvio Berlusconi — admin @ 5:00 am

Il Senato ha votato la fiducia sulla Manovra

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 1 agosto 2008

Con 170 voti favorevoli, 129 contrari (IdV, Pd e UDC) e 3 astenuti (che contano come voti contrari), il Senato della Repubblica ha votato la questione di fiducia, posta dal Governo Berlusconi IV sulla manovra economica. La Finanziaria passerà ora all’esame della Camera dei Deputati, che sarà chiamata a votarla in seconda lettura.

Il Presidente del Consiglio dei Ministri, Silvio Berlusconi, ha commentato il buon esito del voto mentre teneva una conferenza con il presidente della Romania, Traian Băsescu: «Crediamo che in questa Finanziaria, in cui si cercheranno di ridurre gli sprechi e i privilegi, ci siano i numeri che ci consentiranno di sopportare e superare bene anche questa grave crisi».

Berlusconi, parlando poi del preannunciato «autunno caldo» sul fronte sindacale, ha aggiunto: Non credo che in autunno si debbano manifestare situazioni difficili. C’è in giro tanta voglia di fare, ho avuto anche rapporti con sindacati molto responsabili. Dobbiamo essere coscienti che c’è una inflazione in aumento per una crisi globale. Ma l’Italia ha tutte le possibilità, se tutti ci impegniamo, agendo con concretezza come hanno fatto questo governo e questa maggioranza, per guardare al futuro con ottimismo».

Sulla crisi economica, che «attanaglia Stati Uniti d’America, Unione Europea ed Italia», il premier si è detto certo che «con questa Finanziaria, risponderemo alla crisi internazionale».

Che novità[]

Tra le tante, un ‘errore’ che avrebbe cancellato altrimenti le sanzioni per datori di lavoro che avessero impedito il riposo settimanale dei loro dipendenti. Un’altra è la rielaborazione dei requisiti sugli assegni sociali, che inizialmente chiedevano almeno 10 anni di contributi continuativi per stipendi superiori ai circa 400 euro dell’assegno stesso. Ora la norma si applica ‘solo’ ai (circa 23.000) cittadini extracomunitari, mentre sono ‘graziate’ della privazione circa 700.000 persone italiane. Un altro tema ‘bollente’, il blocco dei reintegri dei precari, interesserà solo i processi in corso, esattamente al contrario di quello che era stato annunciato solo pochi giorni fa.

Riduzione dei fondi per l’editoria cooperativa[]

Grande preoccupazione però per la finanziaria in relazione alla fragile stampa indipendente. Testate che vanno dal Manifesto alla Padania, e tante altre locali per un totale di 229 che assorbono solo il 20% della pubblicità, sono a rischio chiusura per i contenuti dell’art.44 del DL 122.

Questo prevede un taglio ai fondi per l’editoria, stimati attorno a 589 milioni di cui 199 diretti e 399 indiretti (agevolazioni fiscali e sulle forniture elettriche, per esempio). Questo fabbisogno, già decurtato dalla finanziaria 2007 fino a 414 mln, è ora stato abbassato di altri 87 mln per il 2009 e 100 per il 2010, sui soli contributi diretti (quelli indiretti restano invariati).

Questa situazione, con l’abbassamento dei contributi statali da 414 mln a 200 esatti nel 2011, secondo il presidente dell’Associazione generale cooperative italiane, Rosario Altieri, «Aprirà un calvario per le piccole testate, costrette in pochi anni alla chiusura. E la “mannaia” si abbatterà non solo sui giornali di partito, ma anche sull’editoria cooperativa e no profit».


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Breno: BIM di Valle Camonica approva il bilancio

Breno: BIM di Valle Camonica approva il bilancio

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 1 agosto 2008

Comunità Montana della Valle Camonica, Breno

Dopo sette mesi di attesa il bilancio del consorzio Bim di Valle Camonica è stato finalmente approvato.

Ieri sera, a seguito di numerosi interventi, dopo le solite schermaglie dialettiche sia in sala che fuori, è avvenuta la fatidica approvazione del 5° punto all’ordine del giorno: «Esame e Approvazione bilancio di previsione 2008 – Pluriennale 2008/2010 – Relazione previsionale e programmatica».

La votazione si è tenuta a dichiarazione palese e nominale ed i delegati sono giunti ad un conteggio finale, su 45 aventi diritto al voto e un quorum di 27, proprio 27 voti necessari a far passare la manovra, con 2 contrari e 16 astenuti.

Superato lo scoglio che si attendeva da mesi, soprattutto a causa del finaziamento dovuto alla Comunità Montana di Valle Camonica, alcuni delegati si sono allontanati dalla sede del BIM. A questo punto le minoranze presenti in aula hanno tentato una prosecuzione della seduta con la richiesta della revoca del Presidente e del C.d.A.

La questione, che avrebbe potutto protrarre a lungo l’assemblea e portare a dei grossi sconvolgimenti politici, è stata salvata in extremis dalla proposta fatta da Lanzini, che chiedeva di interrompere la seduta e rimandare il tutto a settembre: con un quorum richiesto di 24 voti, la maggiornaza è riuscita a raggingere esattamente le 24 teste porre fine alla seduta alle 21.30.

Reazioni politiche[]

BIM di Valle Camonica, Breno

Corrado Tomasi, sindaco di Temù: «A questo punto, dimettersi sarebbe un gesto nobile per riscattarsi, anche perché comincia a circolare l’impressione che con la scusa della responsabilità qualcuno non voglia assolutamente mollare la sedia».

Simone Maggiori, rappresentante di Ossimo: «Chiedere al presidente di dimettersi è fuori luogo e velleitario. Tutte le turbative messe in campo non hanno cavato un ragno dal buco. Cambiare è possibile ma serve volontà e la maggioranza».

Mario Bezzi, sindaco di Ponte di Legno ha chiesto un briciolo d’orgoglio per chiudere subito un’esperienza ormai finita.

Corrado Scolari, sindaco di Berzo Demo ha sostenuto che «è inutile approvare il bilancio poiché la maggioranza non c’è più».

A tutti tenta di rispondere il presidente del BIM e sindaco di Breno Edoardo Mensi: «In Valcamonica serviva una riflessione per rilanciare il Bim. A suo tempo il bilancio, adesso tanto contestato, è stato condiviso. Per quanto concerne poi il tanto bistrattato gemellaggio istituzionale Bim-Comunità Montana non s’è mai saputo trovare l’opportunità per un dialogo serio e costruttivo. È necessario ed urgente trovare una nuova via, rifondando il Bim».


Fonti[]

Articoli correlati[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Manitoba, Canada: uccide e decapita un passeggero su un bus

Manitoba, Canada: uccide e decapita un passeggero su un bus

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 1 agosto 2008

Un efferato delitto sta scioccando in queste ore il Canada. Si tratta di un omicidio, avvenuto su un bus poco distante da Portage la Prairie, nello stato di Manitoba, consumato con efferata violenza da un uomo di 40 anni che ha accoltellato il suo vicino di posto con 40, o forse 50 coltellate, per poi decapitarlo.

La terribile scena è avvenuta davanti agli occhi dei 35 passeggeri che viaggiavano sul mezzo, e che hanno potuto testimoniare quanto accaduto: «Abbiamo sentito un urlo che ci ha fatto gelare il sangue nelle vene e ci siamo girati», ha raccontato il passeggero Garnet Caton, «ci siamo girati e quest’uomo stava in piedi, accoltellando il ragazzo qualcosa come 40 o 50 volte». «Non c’era né rabbia né altro, era come un robot che accoltellava il ragazzo».

Accortosi del delitto in corso (erano da poco passate le 20), l’autista ha fermato il bus, permettendo così ai passeggeri di scappare, mentre l’assassino completava il macabro omicidio recidendo la testa del malcapitato. L’uomo è successivamente sceso dall’autobus, tenendo in mano la testa dell’uomo ucciso, un giovane che, secondo le testimonianze, avrebbe avuto intorno ai venti anni, l’ha mostrata ai passeggeri che erano scesi, e l’ha poi buttata via. «Tutto con molta calma. Non era un gran problema per lui», ha detto un altro testimone.

Gli accertamenti sul delitto sono in corso da parte della Gendarmerie Royale du Canada, che dopo 5 ore dall’accaduto, in piena notte, ha arrestato l’uomo, dopo che aveva tentato invano di fuggire attraverso un finestrino da lui stesso rotto. Fino ad adesso, all’uomo non è stato contestato alcun reato, ma gli interrogatori proseguono senza sosta.

Stockwell Day, ministro per la Pubblica Sicurezza, ha annunciato «che il processo sia portato avanti nel modo più aggressivo possibile», per poi aggiungere che «Questo particolare episodio, per terribile che sia, è ovviamente molto raro, probabilmente un unicum nella storia canadese».

I due uomini, con molta probabilità, non si conoscevano, in quanto l’assassinato era sul bus già ad Edmonton, nell’Alberta, mentre l’assassino era salito a Brandon, nel Manitoba, dopo 1.141 chilometri di distanza, ed ha compiuto l’omicidio a Portage la Prairie, che da Brandon dista poco meno di 130 chilometri, mentre erano passate all’incirca due ore da quando era salito.


Articoli correlati

  • «Canada, l’assassino di Manitoba è un cannibale; disposta la perizia psichiatrica» – Wikinotizie, 3 agosto 2008

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Sedici islamici convertiti al cristianesimo in Iran rischiano la condanna a morte

Sedici islamici convertiti al cristianesimo in Iran rischiano la condanna a morte

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

venerdì 1 agosto 2008

Fonti ufficiali iraniane hanno riferito dell’arresto di 16 persone a Malakshahr, nella provincia di Esfahan. Il gruppo, composto da sei donne, otto uomini e due adolescenti, è accusato di conversione dall’Islam al Cristianesimo; qualora i sedici fossero realmente ritenuti colpevoli di apostasia, verrebbero condannati a morte.

Le chiese evangeliche di Isfahan hanno ricevuto un ordine che gli impone di non accettare o aiutare nella conversione alcun musulmano. Ciononostante, in una piccola abitazione trasformata in una chiesa evangelica, tre persone hanno ricevuto il sacramento del Battesimo, venendo poi arrestate.

I proprietari della casa-chiesa sono una coppia di anziani che, secondo le fonti locali, sarebbero stati picchiati per poi essere trasferiti in una prigione.

Lo scorso aprile, altri 10 cristiani erano stati arrestati a Shiraz.

In accordo alle tradizioni islamiche, l’atto di abbandono della fede musulmana, denominato come crimine di Apostasia, è in diretto contrasto con le parole del Profeta, e per questo deve essere punito con la morte. Un disegno di legge è attualmente all’esame del parlamento iraniano, e, qualora venisse approvato, legalizzerebbe la condanna a morte del gruppo.

Wikinews

Questo articolo, o parte di esso, deriva da una traduzione di Sixteen Christian converts arrested in Iran; facing death penalty, pubblicato su Wikinews in lingua inglese.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.
Older Posts »

Powered by WordPress