Wiki Actu it

August 3, 2008

Strage della calca in India, più di 100 morti nel tempio induista di Naida Devi

Strage della calca in India, più di 100 morti nel tempio induista di Naida Devi

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 3 agosto 2008
Nel tempio di Naina Devi dello stato indiano di Himachal Pradesh, almeno 150 persone sono morte a causa della calca; fra le vittime si contano circa 40 bambini e 45 donne. Si registrano anche 45 feriti.

La calca è stata generata dal crollo di una ringhiera, inizialmente attribuito dai circa 3.000 fedeli presenti allo scoppio di un ordigno o una frana.

Il bilancio dei morti è aumentato anche a causa delle piogge che hanno impedito un intervento tempestivo dei soccorsi.

Il primo ministro di Himachal Pradesh ha offerto un risarcimento ai feriti e alle famiglie dei morti in questa strage.

Il tempio, situato nel distretto di Bilaspur, da ieri ospitava circa 50 000 induisti giunti per la festa di Shravan Navratras che si dovrebbe concludere il prossimo 11 agosto.

In India si sono verificati spesso incidenti del genere in passato, tre solo dall’inizio del 2008 ma tutti con un numero di vittime minore rispetto all’episodio odierno. Nel 2005, invece, più di 250 fedeli persero la vita nel Maharashtra.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Previsioni del tempo per lunedì 4 agosto 2008

Filed under: Italia,Meteo,Pubblicati — admin @ 5:00 am

Previsioni del tempo per lunedì 4 agosto 2008

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 3 agosto 2008

Previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di lunedì 4 agosto 2008.

Italia settentrionale[]

Weather-few-clouds.svg Weather-rain-thunderstorm.svg

Sulle regioni settentrionali il cielo è previsto tra il poco nuvoloso e il parzialmente nuvoloso sulla Liguria, con addensamenti più probabili ed estesi sulla Riviera di Levante. Su tutte le altre regioni il cielo è previsto inizialmente sereno o poco nuvoloso, ma con graduale aumento della nuvolosità cumuliforme nel corso della giornata, con possibili temporali sparsi che inizialmente interesseranno le zone alpine e prealpine, soprattutto quelle centrali ed orientali, per poi estendersi tra il pomeriggio e la serata alle aree pianeggianti di Trentino-Alto Adige, Veneto e Friuli-Venezia Giulia, con possibili sconfinamenti fino alle aree costiere.

Italia centrale[]

Weather-clear.svg Weather-few-clouds.svg

Sulle regioni centrali e sulla Sardegna il cielo è previsto generalmente sereno o poco nuvoloso, con moderato sviluppo di nuvolosità termoconvettiva nel corso della giornata, soprattutto lungo la dorsale appenninica e nelle zone interne in prossimità dei rilievi, in successiva dissoluzione tra il tardo pomeriggio e la serata.

Italia meridionale[]

Weather-clear.svg Weather-few-clouds.svg

Sulle regioni meridionali e sulla Sicilia il cielo è previsto generalmente sereno o poco nuvoloso, con graduale aumento delle nubi imponenti ad evoluzione diurna sulle zone interne e in prossimità di rilievi, con possibilità di locali temporali pomeridiani lungo l’Appennino Meridionale, in graduale miglioramento tra il tardo pomeriggio e la serata.

Temperature, venti e mari[]

Le temperature sono previste in generale lieve rialzo su tutte le regioni.

I venti sono previsti generalmente di debole intensità e di direzione variabile, con rinforzi di brezza nel corso della giornata sulle aree costiere peninsulari ed insulari; la tendenza è per una disposizione dei venti da ponente sulle aree alpine, sulla Liguria e sulla Toscana centro-settentrionale

I mari sono previsti generalmente poco mossi, con moto ondoso in aumento nel corso della giornata, soprattutto sul Mar Ligure, sul Mar Tirreno settentrionale e sul Mar Tirreno Centrale, fino a mari mossi.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Polonia: trovato l\’antenato del Tyrannosaurus rex

Filed under: Europa,Polonia,Pubblicati,Ricerca,Scienza e tecnologia — admin @ 5:00 am

Polonia: trovato l’antenato del Tyrannosaurus rex

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 3 agosto 2008

Tyrannosaurus rex

Il paleontologo polacco Tomasz Sulej ha scoperto a 200 chilometri da Varsavia i resti fossili di un dinosauro sconosciuto, temporaneamente chiamato “Dragon”. Parente del tirannosauro, è vissuto nell’ultima fase del Triassico, circa 200 milioni di anni fa. L’animale era bipede e probabilmente lungo 5 metri, con denti che raggiungevano i 7 centimetri.

Dopo un’analisi delle ossa sarà possibile dare un nome scientifico al rettile ed esporlo al pubblico il 7 agosto. Nelle vicinanze è stato rinvenuto anche un dicinodonte, che secondo Sulej poteva essere una probabile preda del Dragon.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Papa Benedetto XVI recita l’Angelus da Bressanone ricordando Paolo VI e le Olimpiadi

Filed under: Uncategorized — admin @ 5:00 am

Bressanone, domenica 3 agosto 2008

BXVI CoA like gfx PioM.svg

Dalla Piazza Maggiore di Bressanone, dove sta trascorrendo le ferie estive, papa Benedetto XVI ha guidato la recita dell’Angelus. Si tratta della prima uscita pubblica da quando è arrivato in città per trascorrere le ferie estive, che termineranno l’11 agosto prossimo con il rientro alla residenza di Castel Gandolfo, nei Castelli Romani.

Ad attendere il pontefice, almeno 10.000 persone, seppure i posti assegnati fossero poco più di 9mila. Il papa ha parlato alla folla radunatasi da un grande palco, allestito in piazza, vicino a quello riservato alle autorità locali. Un’ora prima, nella stessa piazza era stato il vescovo Wilhelm Egger a celebrare la Santa Messa.

Per l’evento, sono state predisposte imponenti misure di sicurezza, sulle quali si è espresso il presidente della provincia, e vice-presidente della regione, Luis Durnwalder, che ha commentato: «In occasione di grandi eventi come i due Angelus con il papa a Bressanone tutti gli occhi sono rivolti verso l’Alto Adige e uno svolgimento ordinato dell’evento rappresenta anche un bel biglietto da visita per la nostra terra»

La cattedrale della città trentina

Papa Ratzinger è poi uscito dal seminario alle 11.50, attraversando il chiostro e giungendo sul palco. Dopo un momento musicale, il papa è stato accolto da monsignor Egger, che ha rivolto un breve saluto in tedesco. Dopodiché, il saluto in italiano, con il riferimento a Santa Caterina da Siena, patrona d’Italia e alla quale è stata intitolata la chiesa.

Il pontefice ha «salutato tutti i presenti» in lingua tedesca, per poi rivolgere un breve discorso con il quale ringrazia per essere presente a Bressanone per questa vacanza, ringrazia i collaboratori e tutti, «sperando di non dimenticare nessuno e pregando per tutti». «Ringraziamo Dio per averci donato questa bella giornata soleggiata», aggiunge il pontefice, che introduce poi la liturgia odierna.

«Essere amati da Dio è una ricchezza, e finché siamo amati da Dio siamo ricchi». «Siccome siamo ricchi della grazia di Dio, dice il Vangelo, dobbiamo dare agli altri e condividere poiché noi stessi abbiamo ricevuto tanto; a coloro che hanno bisogno dobbiamo dare cose materiali e spirituali».

Il pontefice all’arrivo, lunedì scorso, a Bressanone

Cominciando a parlare in italiano, Ratzinger ha ricordato il 30° anniversario della morte dell’«amato predecessore e pastore della Chiesa» Papa Paolo VI, che «orientò la mente verso Cristo, e guidò per il Concilio Vaticano II». «Una eredità, quella di Paolo VI, ereditata dall’amato predecessore Papa Giovanni Paolo II e riportata nel Giubileo del 2000». Giovanni Battista Montini morì il 6 agosto 1978 a Castel Gandolfo.

Dopo la preghiera e la benedizione, Joseph Ratzinger ha parlato della XXIX Olimpiade, che si apre venerdì a Pechino: «Sono lieto di indirizzare al paese ospitante, agli organizzatori e ai partecipanti, in primo luogo agli atleti, il mio cordiale saluto, con l’augurio che ciascuno possa dare il meglio di sé, nel genuino spirito olimpico, un spirito che stimoli la convivenza tra persone delle più diverse provenienze, nel rispetto della comune dignità, e affinché lo sport divenga pegno di fraternità e di pace tra i popoli».

Si è rivolto dunque nelle varie lingue per salutare i fedeli arrivati nella città del Trentino-Alto Adige per ascoltarlo. Dopo i saluti in francese, inglese, spagnolo, polacco e lingua ladina (nell’intero Südtirol sono 20mila i madrelingua ladina) il papa si è rivolto «con affetto ai presenti di lingua italiana», benedicendo i bambini, gli anziani, e le famiglie tutte. Infine, il saluto nella lingua natale, il tedesco.

Olympic rings.svg

Presenti all’evento anche i cardinali Angelo Bagnasco (presidente della Conferenza Episcopale Italiana) e Crescenzio Sepe (arcivescovo di Napoli); entrambi, infatti, sono arrivati a Bressanone da Pietralba (provincia di Bolzano), località nella quale trascorrono le ferie estive.

Secondo quanto riferisce la diocesi, potrebbero essere presenti alla preghiera dell’Angelus anche Giulio Tremonti, attuale ministro dell’Economia e delle Finanze, il presidente emerito della Repubblica Italiana, Francesco Cossiga e il cardinale Achille Silvestrini, prefetto emerito per la Congregazione per le Chiese Orientali.

Nella giornata di lunedì 4, Benedetto XVI riceverà la visita del Segretario di Stato, card. Tarcisio Bertone.


Articoli correlati

Fonti

  • Diretta su Rai Uno delle ore 12.00

Vetrina Questo è un articolo in vetrina, il che significa che è stato identificato come uno dei migliori articoli prodotti dalla comunità.
Qualsiasi miglioramento che non comprometta il lavoro svolto è comunque ben accetto.
Vai alla votazione · Segnalazioni · Archivio

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Template:PaginaPrincipale/Vetrina/Giovedì

Filed under: Uncategorized — admin @ 5:00 am
Papa Benedetto XVI recita l’Angelus da Bressanone ricordando Paolo VI e le Olimpiadi

3 agosto 2008. Dalla Piazza Maggiore di Bressanone, dove sta trascorrendo le ferie estive, papa Benedetto XVI ha guidato la recita dell’Angelus. Si tratta della prima uscita pubblica da quando è arrivato in città per trascorrere le ferie estive, che termineranno l’11 agosto prossimo con il rientro alla residenza di Castel Gandolfo, nei Castelli Romani.

  • Continua a leggere l’articolo
This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.2 or any later version published by the Free Software Foundation; with no Invariant Sections, no Front-Cover Texts, and no Back-Cover Texts. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Papa Benedetto XVI recita l\’Angelus da Bressanone ricordando Paolo VI e le Olimpiadi

Questa è una voce in vetrina. Clicca qui per maggiori informazioni

Papa Benedetto XVI recita l’Angelus da Bressanone ricordando Paolo VI e le Olimpiadi

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Bressanone, domenica 3 agosto 2008

BXVI CoA like gfx PioM.svg

Dalla Piazza Maggiore di Bressanone, dove sta trascorrendo le ferie estive, papa Benedetto XVI ha guidato la recita dell’Angelus. Si tratta della prima uscita pubblica da quando è arrivato in città per trascorrere le ferie estive, che termineranno l’11 agosto prossimo con il rientro alla residenza di Castel Gandolfo, nei Castelli Romani.

Ad attendere il pontefice, almeno 10.000 persone, seppure i posti assegnati fossero poco più di 9mila. Il papa ha parlato alla folla radunatasi da un grande palco, allestito in piazza, vicino a quello riservato alle autorità locali. Un’ora prima, nella stessa piazza era stato il vescovo Wilhelm Egger a celebrare la Santa Messa.

Per l’evento, sono state predisposte imponenti misure di sicurezza, sulle quali si è espresso il presidente della provincia, e vice-presidente della regione, Luis Durnwalder, che ha commentato: «In occasione di grandi eventi come i due Angelus con il papa a Bressanone tutti gli occhi sono rivolti verso l’Alto Adige e uno svolgimento ordinato dell’evento rappresenta anche un bel biglietto da visita per la nostra terra»

La cattedrale della città altoatesina

Papa Ratzinger è poi uscito dal seminario alle 11.50, attraversando il chiostro e giungendo sul palco. Dopo un momento musicale, il papa è stato accolto da monsignor Egger, che ha rivolto un breve saluto in tedesco. Dopodiché, il saluto in italiano, con il riferimento a Santa Caterina da Siena, patrona d’Italia e alla quale è stata intitolata la chiesa.

Il pontefice ha «salutato tutti i presenti» in lingua tedesca, per poi rivolgere un breve discorso con il quale ringrazia per essere presente a Bressanone per questa vacanza, ringrazia i collaboratori e tutti, «sperando di non dimenticare nessuno e pregando per tutti». «Ringraziamo Dio per averci donato questa bella giornata soleggiata», aggiunge il pontefice, che introduce poi la liturgia odierna.

«Essere amati da Dio è una ricchezza, e finché siamo amati da Dio siamo ricchi». «Siccome siamo ricchi della grazia di Dio, dice il Vangelo, dobbiamo dare agli altri e condividere poiché noi stessi abbiamo ricevuto tanto; a coloro che hanno bisogno dobbiamo dare cose materiali e spirituali».

Il pontefice all’arrivo, lunedì scorso, a Bressanone

Cominciando a parlare in italiano, Ratzinger ha ricordato il 30° anniversario della morte dell’«amato predecessore e pastore della Chiesa» Papa Paolo VI, che «orientò la mente verso Cristo, e guidò per il Concilio Vaticano II». «Una eredità, quella di Paolo VI, ereditata dall’amato predecessore Papa Giovanni Paolo II e riportata nel Giubileo del 2000». Giovanni Battista Montini morì il 6 agosto 1978 a Castel Gandolfo.

Dopo la preghiera e la benedizione, Joseph Ratzinger ha parlato della XXIX Olimpiade, che si apre venerdì a Pechino: «Sono lieto di indirizzare al paese ospitante, agli organizzatori e ai partecipanti, in primo luogo agli atleti, il mio cordiale saluto, con l’augurio che ciascuno possa dare il meglio di sé, nel genuino spirito olimpico, un spirito che stimoli la convivenza tra persone delle più diverse provenienze, nel rispetto della comune dignità, e affinché lo sport divenga pegno di fraternità e di pace tra i popoli».

Si è rivolto dunque nelle varie lingue per salutare i fedeli arrivati nella città del Trentino-Alto Adige per ascoltarlo. Dopo i saluti in francese, inglese, spagnolo, polacco e lingua ladina (nell’intero Südtirol sono 20mila i madrelingua ladina) il papa si è rivolto «con affetto ai presenti di lingua italiana», benedicendo i bambini, gli anziani, e le famiglie tutte. Infine, il saluto nella lingua natale, il tedesco.

Olympic rings with white rims.svg

Presenti all’evento anche i cardinali Angelo Bagnasco (presidente della Conferenza Episcopale Italiana) e Crescenzio Sepe (arcivescovo di Napoli); entrambi, infatti, sono arrivati a Bressanone da Pietralba (provincia di Bolzano), località nella quale trascorrono le ferie estive.

Secondo quanto riferisce la diocesi, potrebbero essere presenti alla preghiera dell’Angelus anche Giulio Tremonti, attuale ministro dell’Economia e delle Finanze, il presidente emerito della Repubblica Italiana, Francesco Cossiga e il cardinale Achille Silvestrini, prefetto emerito per la Congregazione per le Chiese Orientali.

Nella giornata di lunedì 4, Benedetto XVI riceverà la visita del Segretario di Stato, card. Tarcisio Bertone.


Articoli correlati

Fonti

  • Diretta su Rai Uno delle ore 12.00
Vetrina Questo è un articolo in vetrina, il che significa che è stato identificato come uno dei migliori articoli prodotti dalla comunità.
Qualsiasi miglioramento che non comprometta il lavoro svolto è comunque ben accetto.
Vai alla votazione · Segnalazioni · Archivio

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Dati Auditel del 2 agosto 2008: pari e patta tra la Corrida italiana e i \”Matrimoni e pregiudizi\” indiani

Dati Auditel del 2 agosto 2008: pari e patta tra la Corrida italiana e i “Matrimoni e pregiudizi” indiani

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 3 agosto 2008

Gerry Scotti, conduttore de La corrida

Giornata all’insegna del pareggio tra le ammiraglie, Canale 5 e Rai Uno, nella fascia Prime Time, dove riesce a prevalere di poco il “Meglio e peggio de La corrida – Edizione 2007” condotto da Gerry Scotti, sul film Matrimoni e pregiudizi, per il ciclo “Amori con…turbanti”.

Tra Rai Due e Italia 1, vince la serata la seconda, con la riproposizione del film “Baby Birba” con 1 punto percentuale di share e circa 100.000 spettatori in più. Gli spettatori di Rete 4 non premiano la serie televisiva statunitense Law & Order: Criminal Intent, preferendo il film western Giù la testa in onda su Rai Tre.

Nel pomeriggio netta vittoria per le prove della Formula 1 del Gran Premio d’Ungheria, in onda su Rai Due, che risulta il programma più seguito della giornata. Si difende bene la rete concorrente Italia 1 con la messa in onda di “Summer Dance” e “Due gemelle On the road”, che raccolgono più di un milione di telespettatori a testa.

In Access Prime Time si riconferma Veline, condotto da Ezio Greggio ed ideato da Antonio Ricci.

Dati Auditel[]

Di seguito alcuni dati auditel riguardanti alcuni programmi andati in onda ieri, sabato 2 agosto. Per la determinazione del vincitore e del perdente viene valutato sia il numero in share, che il numero di spettatori.

Mattina[]


Rete Programma Spettatori Share
Rai Uno La signora in giallo 2.234.000 17,44%
Canale 5 Scelta d’amore 920.000 15,08%
Rete 4 Fornelli d’Italia 496.000 8,79%
Rete 4 DOC – Fuga dalla realtà 557.000 4,76%
Rai Due Nati in Italia 666.000 9,55%
Italia 1 H2O: Just Add Water 555.000 17,08%


  V   Vincente giornata   VF   Vincente fascia oraria   PF   Perdente fascia oraria   VGF   Vincente sia giornata che fascia

Pomeriggio[]


Rete Programma Spettatori Share
Canale 5 Everwood 1.498.000 10,49%
Canale 5 E poi c’è Filippo 1.314.000 14,01%
Canale 5 Nati ieri 966.000 14,49%
Rai Uno Linea Blu – I° PT. 2.160.000 16,38%
Rai Uno Linea Blu – II° PT. 1.976.000 19,28%
Rai Uno Overland 1.415.000 19,28%
Italia 1 Studio Sport 1.988.000 13,92%
Italia 1 La vita secondo Jim 1.456.000 10,64%
Italia 1 Lucignolo – Speciale Giffoni 950.000 7,69%
Italia 1 Summer Dance 1.354.000 12,11%
Italia 1 Due gemelle On the road 1.271.000 17,28%
Rai Due Formula 1 – Prove – GP d’Ungheria 3.269.000 24,87%
Rai Due Streghe 637.000 7,70%
Rai Due Una banda allo sbando 457.000 6,05%
Rai Due Una banda allo sbando 458.000 6,47%
Rai Due Una banda allo sbando 397.000 5,76%
Rai Due Le cose che amo di te 525.000 8,18%
Rete 4 Nero Wolfe 683.000 6,23%
Rete 4 Psych 449.000 6,05%
Rete 4 Psych 556.000 8,48%
Rai Tre Sci nautico 477.000 5,23%
Rai Tre Triathlon 509.000 6,75%
Rai Tre Ciclismo 514.000 7,34%
Rai Tre Pallacanestro 373.000 5,56%
Rai Tre Beach volley 342.000 5,67%


  V   Vincente giornata   VF   Vincente fascia oraria   PF   Perdente fascia oraria   VGF   Vincente sia giornata che fascia

Preserale[]


Rete Programma Spettatori Share
Rai Uno Reazione a catena – Primo gioco 1.726.000 20,65%
Rai Uno Reazione a catena 2.749.000 25,99%
Canale 5 Acqua e Sapone 1.090.000 14,72%
Italia 1 A casa di Fran 842.000 14,12%
Italia 1 Friends 689.000 8,64%
Italia 1 Beethoven 2 1.029.000 8,64%
Rai Due Squadra Speciale Cobra 11 1.302.000 14,77%
Rai Tre Ciclismo 421.000 6,47%
Rete 4 Donnavventura 461.000 7,45%


  V   Vincente giornata   VF   Vincente fascia oraria   PF   Perdente fascia oraria   VGF   Vincente sia giornata che fascia

Access Prime Time[]


Rete Programma Spettatori Share
Rai Uno Supervarietà 2.815.000 20,56%
Canale 5 Veline 3.164.000 22,92%
Rete 4 Renegade 1.058.000 8,24%


  V   Vincente giornata   VF   Vincente fascia oraria   PF   Perdente fascia oraria   VGF   Vincente sia giornata che fascia

Prime Time[]


Rete Programma Spettatori Share
Rai Uno Matrimoni e pregiudizi 2.441.000 17,82%
Canale 5 La corrida 2.436.000 20,50%
Italia 1 Baby Birba 1.956.000 13,95%
Rai Due Mc Bride 1.829.000 12,82%
Rai Tre Giù la testa 1.268.000 9,31%
Rete 4 Criminal Intent 974.000 6,79%
Rete 4 Criminal Intent 1.173.000 9,58%
La7 Jack Frost 249.000 1,79%


  V   Vincente giornata   VF   Vincente fascia oraria   PF   Perdente fascia oraria   VGF   Vincente sia giornata che fascia

Seconda serata[]


Rete Programma Spettatori Share
Rai Uno Speciale Varietà 973.000 12,54%
Canale 5 Angela’s eyes 604.000 11,91%
Rai Due The 4400 824.000 6,80%
Italia 1 Air Rage 1.114.000 15,93%
Rai Tre Squadra antimafia 736.000 11,96%
Rete 4 Criminal Intent 936.000 11,80%
Rete 4 Il commissario Moulin 417.000 11,13%


  V   Vincente giornata   VF   Vincente fascia oraria   PF   Perdente fascia oraria   VGF   Vincente sia giornata che fascia


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

È morto l\’ammiraglio Gino Birindelli

È morto l’ammiraglio Gino Birindelli – Wikinotizie

È morto l’ammiraglio Gino Birindelli

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 3 agosto 2008

Gino Birindelli

L’ammiraglio Gino Birindelli è morto a Roma all’Ospedale Militare del Celio. Era nato a Pescia il 19 gennaio 1911. Allievo all’Accademia Navale di Livorno dall’ottobre 1925, nel 1930 conseguì la nomina a Guardiamarina.

All’inizio del secondo conflitto mondiale ebbe il comando della V Squadriglia MAS per Gruppo Mezzi d’Assalto, con i quali operò poi in guerra, violando la Base inglese di Gibilterra il 30 ottobre 1940, nell’operazione denominata “B.G.2” che fallì per un’avaria all’apparecchio quando ormai si trovava a poche decine di metri da una grossa nave da battaglia. Tratto prigioniero e rientrato in patria dopo l’armistizio, partecipò alla guerra di liberazione. Per l’azione compiuta a Gibilterra, che pur non conseguendo i risultati sperati dimostro’ il valore dell’uomo, venne decorato di medaglia d’oro al valor militare.

Nel dopoguerra ricoprì vari comandi, tra cui quello del Centro Subacquei ed Incursori del Varignano e dell’incrociatore Montecuccoli con cui effettuò una crociera di circumnavigazione toccando 34 porti di quattro Continenti e percorrendo complessivamente 33.170 miglia nautiche.

Fu, inoltre Comandante della 1a Divisione Navale, Direttore Generale per il Personale della Marina, Comandante in Capo della Squadra Navale e Comandante Navale Alleato del Sud Europa.

Nel febbraio 1970 in qualità di Comandante in Capo della Squadra Navale, in una conferenza stampa a bordo dell’incrociatore Garibaldi[1] l’ammiraglio Gino Birindelli denunciò la crisi in cui versava la Marina Militare e lo stato di profondo malessere morale e materiale in cui si trovava il personale che vi operava. Le dichiarazioni di Birindelli scatenarono reazioni e prese di posizione a tutti i livelli e portarono prima alla pubblicazione di un documento noto come “Libro Bianco della Marina”[2] e di lì a qualche anno alla Legge Navale del 1975 che fu il presupposto di un sostanziale ammodernamento[3] della flotta della Marina Militare.

L’ammiraglio Birindelli è stato anche Deputato al Parlamento dal 1972 al 1976 nelle file del Movimento Sociale Italiano-Destra Nazionale.

Il presidente del consiglio Silvio Berlusconi ha inviato al Capo di stato maggiore della Marina, Ammiraglio Paolo la Rosa, un telegramma di cordoglio.

Il Ministro della Difesa Ignazio La Russa, appresa la notizia della scomparsa dell’ammiraglio Birindelli, ha inviato al Generale Umberto Rocca, Presidente del Gruppo Medaglie d’Oro al Valor Militare, un telegramma, nel quale ha manifestato il profondo cordoglio per la scomparsa dell’ammiraglio Birindelli ed ha dichiarato che per il suo coraggio ed il suo valore Gino Birindelli rimane una figura di riferimento per la Marina Militare. La Russa ha anche ricordato il generoso ed appassionato impegno politico di Birindelli ed ha fatto pervenire ai congiunti dello scomparso i sentimenti della sincera e commossa partecipazione delle Forze Armate e suo personale.

Anche il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano appresa la notizia della scomparsa dell’Ammiraglio Birindelli ha inviato al presidente del Gruppo Medaglie D’Oro al Valor Militare un messaggio nel quale secondo quanto riferisce un comunicato stampa della Presidenza della Repubblica il Capo dello Stato ricorda «l’insigne figura di uomo e di marinaio valoroso che seppe essere limpido esempio di incomparabile abnegazione, alto senso del dovere ed impareggiabile spirito di sacrificio». Il Presidente Napolitano ha anche espresso il suo cordoglio personale in un messaggio inviato alla famiglia dell’ammiraglio scomparso.


Note

  1. La crisi della Marina Militare degli anni ’70. URL consultato il 16-1-2008.
  2. Il “Libro Bianco” della Marina. URL consultato il 16-1-2008.
  3. L’applicazione della Legge Navale. URL consultato il 16-1-2008.

Articoli correlati

  • «L’addio all’Ammiraglio Birindelli» – Wikinotizie, 8 agosto 2008

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Morto il premio Nobel Solženicyn

domenica 3 agosto 2008

Aleksandr Isaevič Solženicyn

Lo scrittore russo Aleksandr Isaevič Solženicyn, vincitore del premio Nobel per la letteratura nel 1970, è morto oggi all’età di 89 anni a Mosca alle 23.15 (ora locale) per insufficienza cardiaca. Da tempo soffriva di ipertensione, ma aveva continuato a dedicarsi alle sue opere e recentemente era uscita in Russia una raccolta completa dei suoi scritti.

Vissuto per otto anni rinchiuso in un gulag, descrisse la vita nell’Unione Sovietica degli anni ’40 nel saggio Arcipelago Gulag. Nel 1974 fu esiliato dal Paese per l’opposizione al regime di Brežnev, ritornando solo nel 1994, dopo che il presidente El’cin gli aveva restituito la cittadinanza russa.

La notizia è stata diffusa dalla agenzia di stampa russa Itar-Tass citando il figlio dello scrittore, Stepan. Un portavoce del Cremlino ha riferito che la moglie, Natalya, e il figlio hanno ricevuto le condoglianze del presidente Dmitrij Medvedev.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.2 or any later version published by the Free Software Foundation; with no Invariant Sections, no Front-Cover Texts, and no Back-Cover Texts. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Wikinotizie:Vetrina/Segnalazioni/Rocca di Papa: continue interruzioni della fornitura di acqua, i cittadini inferociti

Filed under: Uncategorized — admin @ 5:00 am

Indice

Rocca di Papa: continue interruzioni della fornitura di acqua, i cittadini inferociti (inserimento)

Inizio votazione: 3 agosto 2008 Termine votazione: 8 agosto 2008 (ore 11.35) Quorum: 4 utenti

Motivazione: Abbiamo diversi reportage in vetrina, e questo penso sia altrettanto meritevole. Sfruttando la mia “condizione di spettatore dell’evento”, ho riportato, con cadenza quasi oraria, gli aggiornamenti della situazione, offrendo anche un buon quadro d’insieme su quanto accade nel paese in merito alla gestione della fornitura di acqua. —|Stef_Mec|talk 11:34, 3 ago 2008 (CEST)

SÌ vetrina
  1. |Stef_Mec|talk 11:34, 3 ago 2008 (CEST)
  2. Ma non proporre articoli troppo vecchi. –Olando (talk) 11:37, 3 ago 2008 (CEST)
  3. Vabbè, un altro bell’ articolo di Stef :P. Però proporli prima, no? 🙂 [ed è evidente…] …che ci siamo stufati di dover votare ogni santo giorno un articolo in vetrina redatto da Stef. Poi con sto caldo…! Personalmente sono invidiosello :PP DarkAp89talk 20:39, 3 ago 2008 (CEST)
  4. Quoto Olando –Melos (talk) 09:22, 4 ago 2008 (CEST)
  5. –Dread83 (talk) 15:23, 7 ago 2008 (CEST)

NO vetrina

Suggerimenti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.2 or any later version published by the Free Software Foundation; with no Invariant Sections, no Front-Cover Texts, and no Back-Cover Texts. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress