Wiki Actu it

August 5, 2008

Italia: concorso n. 94/2008 del SuperEnalotto

Filed under: Europa,Giochi a premi,Italia,Pubblicati,Superenalotto — admin @ 5:00 am

Italia: concorso n. 94/2008 del SuperEnalotto

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 5 agosto 2008

Concorso Superenalotto n. 94 di martedì 5 agosto 2008
Colonna vincente Numero Jolly SuperStar
1 30 36 37 60 88 27 28

Montepremi e quote[]

Montepremi
  • Concorso n. 94: 3.006.771,28 euro
  • Jackpot (riporto concorso precedente): 41.937.720,09 euro
  • Montepremi totale: 44.944.491,37 euro
Quote Superenalotto
  • ai “6”: – (0 vincitori)
  • ai “5+1”: – (0 vincitori)
  • ai “5”: 75.169,29 (6 vincitori)
  • ai “4”: 394,58 (1.143 vincitori)
  • ai “3”: 19,30 (46.717 vincitori)
Quote Superstar
  • “5 stella”: – (0 vincitori)
  • “4 stella”: 39.458,00 (11 vincitori)
  • “3 stella”: 1.930,00 (191 vincitori)
  • “2 stella”: 100,00 (2.730 vincitori)
  • “1 stella”: 10,00 (18.562 vincitori)
  • “0 stella”: 5,00 (40.476 vincitori)

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Estrazione del Lotto, martedì 5 agosto 2008

Filed under: Europa,Giochi a premi,Italia,Lotto,Pubblicati — admin @ 5:00 am

Estrazione del Lotto, martedì 5 agosto 2008

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 5 agosto 2008

Estrazioni del lotto del 5 agosto 2008
Bari 1 10 40 84 78
Cagliari 72 90 34 53 33
Firenze 37 87 43 27 17
Genova 46 81 86 20 1
Milano 36 33 14 87 3
Napoli 60 65 35 51 84
Palermo 30 88 58 55 74
Roma 88 65 90 75 83
Torino 25 3 66 8 86
Venezia 27 59 24 60 84
Ruota nazionale 28 74 56 5 38

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

F.I.G.C.: decisi i primi ripescaggi in Lega Pro

F.I.G.C.: decisi i primi ripescaggi in Lega Pro

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 5 agosto 2008

Si è svolto il 31 luglio scorso a Firenze il Consiglio Federale della F.I.G.C.. Presenti il Presidente Abete, il Vice Presidente vicario Gussoni, presidente dell’A.I.A., i vice presidenti Tavecchio e Albertini, i consiglieri Antonio Matarrese, in rappresentanza della Lega nazionale Professionisti, Macalli, in rappresentanza della Lega Pro. Alla riunione hanno partecipato tra gli altri anche i rappresentanti della Lega Nazionale Dilettanti, del Comitato Interregionale (Delogu), dell’Associazione Calciatori (era presente l’Avvocato Campana), i rappresentanti dell’Associazione Allenatori (Ulivieri).

Sono stati resi noti i nomi della prima tranche di squadre che saranno ripescate in Prima e Seconda Divisione della neonata Lega Pro.

Accedono alla Prima Divisione (la ex C1): Spal, Lanciano e Pro Patria. Accedono alla Seconda Divisione (la ex C2): Sambonifacese, Colligiana, Montichiari, Andria e Rovigo (le prime tre provenienti dalla Serie D).

Per la composizione dei Gironi e per i calendari, si dovranno però attendere i ricorsi ancora in atto, a cominciare da quello presentato dal Messina e di Massese, Nuorese, Torres e Manfredonia.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Francia: scarcerata per motivi di salute Marina Petrella

Francia: scarcerata per motivi di salute Marina Petrella

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 5 agosto 2008

Marina Petrella, l’ex brigatista italiana detenuta in Francia, è uscita dal carcere per motivi di salute. A decretarne l’estradizione e la messa in «libertà vigilata» la corte d’appello di Versailles, che ha accolto le richieste dei medici dell’ospedale Sainte-Anne di Parigi.

Secondo i dottori, la Petrella «si sta lasciando andare», soffre di «turbe depressive e suicide» e di «denutrizione»; per questo, i sanitari hanno paventato lo «stato di salute» e «le modalità di trattamento» necessarie per la messa in libertà della donna.

Irène Terrel, l’avvocato dell’ex brigatista, ha detto che «c’è una volontà di distensione che giunge dalle più alte cariche dello Stato» e che la decisione offre «una nuova speranza» per poter «ricominciare a ricostruirsi» una vita, affermando di sentirsi «molto sollevata». La figlia di Marina Petrella, Elisa Novelli, «spera che questa notizia le donerà la voglia di ricominciare a far parte della vita sociale».

Ottenuta la scarcerazione, la Petrella potrà tornare nella sua casa nell’Argenteuil, con gli unici obblighi di firmare il registro del commissariato una volta a settimana, curarsi e non uscire dal territorio della Francia, «una clausola che ha sempre rispettato», secondo le parole della figlia.

La giustizia italiana reclama dal 1992 la sua estradizione, dopo la condanna in contumacia all’ergastolo per concorso in omicidio nell’assassinio di un agente di polizia. La donna però non è mai stata estradata, poiché dall’anno successivo alla condanna, con la dottrina Mitterand, dal nome dell’ex presidente François Mitterand, a tutti i condannati italiani per terrorismo viene offerto asilo politico e assistenza.

Il 9 giugno scorso si era sembrati vicini alla risoluzione della vicenda, quando il primo ministro François Fillon aveva firmato il decreto che “riconsegnava” la brigatista al paese natio. La difesa della donna ha però subito presentato ricorso al Consiglio di Stato, ricorso sul quale non c’è ancora una sentenza.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Somalia, liberati i cooperanti italiani rapiti due mesi fa

Somalia, liberati i cooperanti italiani rapiti due mesi fa

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 5 agosto 2008

Iolanda Occhipinti e Giuliano Paganini, i due volontari italiani rapiti il 21 maggio scorso in Somalia, sono finalmente liberi. Il dissequestro è stato confermato da Gianni Tumino, figlio della Occhipinti. Insieme ai due italiani, erano stati rapite diverse altre persone, tutte facente parti di ONG.

Il sequestro avvenne nell’abitazione dei cooperanti per la CISN (Cooperazione per il nord e il sud), e insieme a Iolanda Occhipinti, insignita lo scorso anno del titolo di Cavaliere dell’Ordine della Stella della Solidarietà Italiana, e Giuliano Paganini fu sequestrato anche un cittadino somalo, Abduraham Yussuf Harale. Sfortunatamente, però, il rapimento è avvenuto prima che i volontari fossero evacuati dal paese, a causa dei violenti scontri.


Articoli correlati

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

La Camera dei Deputati ha votato la fiducia sulla Manovra

La Camera dei Deputati ha votato la fiducia sulla Manovra

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 5 agosto 2008

Sì definitivo dalla Camera dei Deputati alla questione di fiducia, presentata dal Governo Berlusconi IV, sulla manovra finanziaria. I voti favorevoli sono stati 312, i contrari 239.

Subito dopo l’approvazione della fiducia, si passerà ad analizzare i vari ordini del giorno, fase alla quale farà seguito l’ultimo voto, che sancirà la fine dell’iter parlamentare per la legge economica.

Entro le 19, il Consiglio dei Ministri, presieduto dal premier, Silvio Berlusconi, si ritroverà nella sede di Palazzo Chigi per analizzare la manovra e la legge Finanziaria per l’anno prossimo.

Con l’approvazione quasi definitiva della legge, non si placa però lo scontro politico, e le proteste dell’opposizione, che a più riprese ha criticato la manovra, triennale, del valore complessivo di 36 miliardi di euro.

Le dichiarazioni di voto, come è noto, si sono riferite alla fiducia posta dal governo: per ‘evitare assalti alla diligenza’ come hanno detto, nonostante che la loro maggioranza sia in grado di esprimere una differenza numerica pressoché incolmabile. Ma nei giorni scorsi il governo è andato sotto in qualche emendamento, e così apparentemente non si sono fidati nemmeno della loro maggioranza parlamentare. Tra le dichiarazioni in aula quelle dei gruppi parlamentari della maggioranza hanno espresso il loro favore. Fabrizio Cicchitto, tra gli ultimi a parlare, ha parlato in diretta televisiva di come il governo sia riuscito ad ottenere risultati di rilievo come la fine dell’emergenza rifiuti a Napoli (fine peraltro contestata, ma declamata nei giorni scorsi dal governo), e tanti altri risultati come la ‘social card’ per i più poveri.

Ma prima di lui ha parlato in rapida sequenza l’opposizione: Antonio di Pietro, Savino Pezzotta, Dario Franceschini. Tutti contrari alla manovra finanziaria, con un Franceschini a nome del Pd che ha solo promesso un minimo di dialogo se ci fossero spiragli in merito. Ma al momento attuale non ce ne sono.

Antonio di Pietro ha parlato per primo e lui è stato il più duro. Anzitutto ha iniziato a parlare rivolgendosi al ‘Signor presidente del consiglio che non c’é’, in riferimento al fatto che ancora una volta Berlusconi non era in aula (detiene tra l’altro il 98,5% delle assenze nella sua carriera da parlamentare, primato assoluto). Se l’é presa violentemente con tutte le ragioni per le quali la manovra sia sbagliata.

Berlusconi, dice di Pietro, ha mandato a spasso i soldati in centro delle città facendosi pubblicità assieme al ministro della difesa, ma tagliando 3,5 miliardi al comparto sicurezza, una propaganda di stampo ‘fascista’. Ha ricordato la penalizzazione dei precari che persino durante le cause di lavoro di regolarizzazione che sono state annullate. ‘Dica la verità, mette a posto le saccocce degli amici suoi, che dopo avere sfruttato i precari possono mandarli via con due lire di liquidazione’. Accusando Berlusconi di essere il classico ‘arbitro venduto’ se non ‘cornuto’ e ricordando come vi siano 1.600 precari in Rai, ma il premier ha a cuore solo le raccomandazioni a Saccà delle sue veline. La lotta all’evasione fiscale, con una riduzione delle entrate del 7%, è una sua specifica volontà, dice di Pietro, dato che i suoi ‘referenti’ sono ben contenti di non pagare le tasse. ‘La verità è che Lei non vuole proprio scovarli i criminali, tante volte ci fosse nella rete qualche suo conoscente’. Poi ha ricordato la volontà di ridurre le intercettazioni alle sole indagini sulla mafia, il taglio ai soldi per le infrastrutture, e il taglio di oltre 8 miliardi per la scuola pubblica (per distruggerla e avvantaggiare i ‘figli di papà’ alle scuole private). Poi ha ricordato che al Molise, forse per fare un dispetto a di Pietro, ha tolto i benefici fiscali dopo-terremoto. E ha accusato Berlusconi di non essere intervenuti negli sprechi dell’amministrazione pubblica, nei compensi milionari per i consulenti, e così via.

Pezzotta, dell’UDC, ex segretario CISL, ha ricordato che Berlusconi è ottimista ma è una dichiarazione che invece cozza che al contrario, lo stesso ministro dell’economia ha preannuciato un altro ’29. Pezzotta ha ricordato che ‘i problemi che ci attendono non saranno affatto semplici’ e ha chiesto di abbandonare il metodo e la sostanza di come è stato blindato il dibattito sulla Finanziaria In questi primi mesi l’esecutivo si è sostituito al Parlamento, con un esproprio delle funzioni legislative a vantaggio del governo. Pezzotta ha ricordato tra l’altro anche i dubbi di costituzionalità sul decreto precari, e sull’inesistenza della soluzione Alitalia. ‘Più il tempo passa più la situazione si rende difficile e delicata’. E lo ha detto con rammarico perché ha preso atto che l’opposizione UDC, sia pure priva di pregiudiziali, ha fallito nel trovare un qualche accordo con il governo. ‘La parola dialogo sembra avere perso il suo spessore semantico ed è sostituita da una preoccupante autoreferenzialità’. L’inflazione è del 4,1% contro il 1,7% programmato, la pasta costa il 25% in più, il pane del 13%, che diventano cibo ‘per ricchi’; e la Robin Hood tax peggiorerà le cose, tanto che Tremonti sembra più un Paci Paciana, che rubava nel bergamasco ai poveri per dare ai ricchi. E perché si chiede Pezzotta, non si è dichiarata l’emergenza nazionale sulle condizioni economiche delle famiglie? La diminuzione della pressione fiscale sui redditi da lavoro? La manovra ha un taglio pesante sulla spesa pubblica, specie a danno di regioni e della sanità in generale. Non è che l’UDC sia contraria al rigore nei conti pubblici, ma il ‘rigore non c’é’, e il mezzogiorno è abbandonato a se stesso.

Franceschini ha parlato di responsabilità: solo quelle di Prodi sono ricordate dal governo Berlusconi che si rifiuta di affrontare le proprie responsabilità, magari affermando che il destino ‘é cinico e baro’ e non ci si può fare niente. Ha ricordato la riduzione della produzione industriale dell’1%, l’inflazione al 4%, le minori entrate IVA del 7%, la disoccupazione che cresce, la pressione fiscale che continua a salire ma per le persone ‘facili’ da colpire. Togliendo poche centinaia di euro d’ICI a tutti anziché concentrarsi solo sui più poveri, anzi tagliando miliardi alla scuola, sicurezza, Sud, enti locali. Togliendo 30 mila uomini delle forze dell’ordine. E a proposito di Robin Hood, ‘lasci stare Robin Hood che da eroe romantico diventa imprecazione davanti alle pompe di benzina’. Criticando infine l’esproprio della funzione del parlamento, con colpi di fiducia, presentando la finanziaria in agosto per ‘evitare assalti alla diligenza’. Ma in democrazia, ha detto Franceschini, non si assale ma si decide dove debba andare la diligenza. Diligenza da cui il ministro Tremonti, ha ricordato Franceschini, è sceso e risalito più volte per volontà dei suoi colleghi di governo (fu cacciato nel 2004 da ministro dell’economia e poi tornò nel 2005). Franceschini ha ricordato che il Pd ha organizzato una manifestazione nazionale per il 25 ottobre.

Critico Pier Luigi Bersani (PD), ex ministro dello Sviluppo Economico che dice: «Questa è una manovra depressiva sulla quale occorrerà tornare sopra in autunno, per evitare guai».

Le modifiche al testo approvato definitivamente in data odierna, però, non sembrano incontrare il favore dell’Esecutivo, che per l’autunno ha già impostato, nel calendario economico, lo studio della Finanziaria e la riforma che porterà al federalismo fiscale.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Dati auditel del 4 agosto 2008: la governante spagnola doma il \”Prime-time\”, le Veline attraggono come Frizzi

Dati auditel del 4 agosto 2008: la governante spagnola doma il “Prime-time”, le Veline attraggono come Frizzi

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 5 agosto 2008

Serata, quella di ieri sera, che vede vincere in prima serata il film commedia trasmesso da Canale 5, Spanglish – Quando in famiglia sono in troppi a parlare, battendo il film drammatico in onda su Rai Uno, The Constant Gardener – La cospirazione, che viene superato sia in spettatori che in share dalle repliche de Il giudice Mastrangelo 2, in onda su Rete 4.

Nella media il risultato ottenuto da Rai Due con il telefilm Lost, che supera il quiz-show condotto da Amadeus, Canta e Vinci!. Buon risultato per il film di Rai Tre, Amore criminale, che non riesce a battere la diretta concorrente Rete 4, che è, anzi, seconda rete più vista in prima serata.

Access, seppur di poco, a Veline che raccoglie pochi spettatori in più de La Botola. Risultato scadente e deludente per la partenza di Everwood, che raccoglie il peggior risultato di questa estate, nella fascia preserale, per la prima rete Mediaset con solo 779.000 spettatori ed il 7,58% di share.

Ottima seconda serata per Italia 1, rete più vista della fascia 23:30-6:00, con la partenza del programma “Tutto in 1 notte”, a cura di Videonews e Studio Aperto.

Dati Auditel[]

Di seguito alcuni dati auditel riguardanti alcuni programmi andati in onda ieri, lunedì 4 agosto. Per la determinazione del vincitore e del perdente viene valutato sia il numero in share, che il numero di spettatori.

Mattina[]


Rete Programma Spettatori Share
Rai Uno La signora in giallo 2.949.000 22,09%
Canale 5 Forum 1.355.000 19,93%
Rete 4 Bianca 294.000 8,68%
Rai Tre Il caffè – estate 133.000 5,53%
Rai Due Linea diretta 438.000 5,94%
Italia 1 Buffy – L’ammazza vampiri 639.000 19,12%


  V   Vincente giornata   VF   Vincente fascia oraria   PF   Perdente fascia oraria   VGF   Vincente sia giornata che fascia

Pomeriggio[]


Rete Programma Spettatori Share
Rai Uno Don Matteo 3 1.534.000 22,62%
Rai Uno Il commissario Rex 1.554.000 24,28%
Canale 5 My Life 1.747.000 16,03%
Canale 5 Una mamma per amica 797.000 11,73%
Rete 4 Balko 484.000 6,11%
Rete 4 Sentieri 354.000 5,40%
Rai Tre Screensaver 341.000 4,09%
Rai Tre La Melevisione 301.000 4,90%
Rai Due The District 967.000 15,78%
Rai Due Scalo 76 323.000 5,72%
Italia 1 One Piece 1.661.000 13,14%
Italia 1 Paso Adelante 1.297.000 15,80%


  V   Vincente giornata   VF   Vincente fascia oraria   PF   Perdente fascia oraria   VGF   Vincente sia giornata che fascia

Preserale[]


Rete Programma Spettatori Share
Rai Uno Reazione a catena 2.294.000 23,94%
Canale 5 Everwood 779.000 7,58%
Rete 4 Tempesta d’amore 1.366.000 10,13%
Rai Due Squadra Speciale Cobra 11 1.444.000 13,74%
Italia 1 Friends 1.004.000 10,41%


  V   Vincente giornata   VF   Vincente fascia oraria   PF   Perdente fascia oraria   VGF   Vincente sia giornata che fascia

Access Prime Time[]


Rete Programma Spettatori Share
Rai Uno La Botola 3.918.000 22,32%
Canale 5 Veline 3.955.000 22,62%
Rai Tre Un posto al sole d’estate 1.265.000 7,63%
Rete 4 Renegade 1.646.000 9,90%
Italia 1 Camera Cafè 1.561.000 10,23%


  V   Vincente giornata   VF   Vincente fascia oraria   PF   Perdente fascia oraria   VGF   Vincente sia giornata che fascia

Prime Time[]


Rete Programma Spettatori Share
Rai Uno The constant gardener 2.016.000 12,20%
Canale 5 Spanglish 3.501.000 22,14%
Rete 4 Il Giudice Mastrangelo 2 2.185.000 12,72%
Rai Tre Amore criminale 1.889.000 10,75%
Rai Due Lost 1.810.000 10,14%
Italia 1 Canta e vinci! 1.735.000 10,59%


  V   Vincente giornata   VF   Vincente fascia oraria   PF   Perdente fascia oraria   VGF   Vincente sia giornata che fascia

Seconda serata[]


Rete Programma Spettatori Share
Rai Uno Roadway for Africa 626.000 9,21%
Canale 5 Sliding Doors 909.000 21,31%
Rete 4 Quelle strane occasioni 351.000 10,64%
Rai Tre Racconti di vita – Sera 348.000 5,38%
Rai Due Jericho 512.000 8,02%
Italia 1 Tutto in 1 notte 1.257.000 20,43%


  V   Vincente giornata   VF   Vincente fascia oraria   PF   Perdente fascia oraria   VGF   Vincente sia giornata che fascia


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Cina, attentato nello Xinjiang: arrestati 18 terroristi stranieri

Cina, attentato nello Xinjiang: arrestati 18 terroristi stranieri

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 5 agosto 2008

Nella provincia cinese dello Xinjiang sono stati arrestati 18 terroristi stranieri. A darne l’annuncio è stato Shi Dagang, segretario del partito comunista di Kashgar, dove, nella giornata di ieri, sedici poliziotti sono rimasti uccisi in un attentato. Al momento, non ci sono conferme del fatto che gli arresti siano collegati all’attentato.


Fonti[]

Wikivoyage

Wikivoyage ha un articolo su Cina.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Cina, sisma di magnitudo 6.0 nel Sichuan

Filed under: Asia,Cina,Disastri e incidenti,Pubblicati,Terremoti — admin @ 5:00 am

Cina, sisma di magnitudo 6.0 nel Sichuan

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 5 agosto 2008

Sisma del Sichuan
Magnitudo 6.0 ML
Nazione Cina
Profondità 10 km
Epicentro 65 km da Guangyuan
Data e ora 5 agosto 2008, 09:49:17 UTC
Città più vicina Guangyuan
Feriti 29
Morti 4

Una scossa di terremoto con magnitudo 6.0 è stata registrata questa mattina nella regione del Sichuan, in Cina. Il bilancio è di quattro morti e ventinove feriti.

Il Sichuan è stato colpito, il 12 maggio 2008, da un terremoto di magnitudo 7.8 che ha causato la morte di 70.000 persone. All’evento seguirono centinaia di scosse di assestamento, alcune delle quali distruttive. L’ultimo sisma, in ordine di tempo, è avvenuto quattro giorni fa, ed ha provocato il ferimento di 26 persone.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Previsioni del tempo per martedì 5 agosto 2008

Filed under: Italia,Meteo,Pubblicati — admin @ 5:00 am

Previsioni del tempo per martedì 5 agosto 2008

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 5 agosto 2008

Previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di martedì 5 agosto 2008.

Italia settentrionale[]

Weather-clear.svg Weather-few-clouds.svg

Sulle regioni settentrionali il cielo è previsto generalmente sereno o poco nuvoloso, con graduale aumento della nuvolosità cumuliforme nel corso della giornata sulle zone alpine e prealpine, con possibili temporali sparsi pomeridiani, più probabili sul settore centro-orientale, in graduale miglioramento dalla serata.

Italia centrale[]

Weather-clear.svg Weather-few-clouds.svg

Sulle regioni centrali e sulla Sardegna il cielo è previsto sereno o poco nuvoloso, con possibile sviluppo di nuvolosità termoconvettiva ad evoluzione diurna lungo la dorsale appenninica, in graduale dissolvimento dal tardo pomeriggio.

Italia meridionale[]

Weather-clear.svg Weather-few-clouds.svg

Sulle regioni meridionali e sulla Sicilia il cielo è previsto sereno o poco nuvoloso, con possibile presenza nelle prime ore della giornata di nubi basse lungo le coste tirreniche in graduale dissolvimento già nel corso della mattinata. Nel corso della giornata è previsto un aumento della nuvolosità cumuliforme lungo la dorsale appenninica e sui rilievi dell’isola, in graduale miglioramente tra il tardo pomeriggio e la serata.

Temperature, venti e mari[]

Le temperature faranno registrare valori pressoché analoghi a quelli rilevati nella giornata precedente.

I venti sono previsti deboli di ponente sulle regioni del versante occidentale; deboli di direzione variabile su tutte le altre zone, con possibili rinforzi di brezza lungo i litorali peninsulari e delle isole.

I mari sono previsti mossi il Mar Ligure, il Mare Adriatico Settentrionale e il Mar Jonio; generalmente poco mossi tutti gli altri mari, con moto ondoso in temporaneo aumento nel corso della giornata lungo le coste esposte alle brezze.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.
Older Posts »

Powered by WordPress