Wiki Actu it

September 30, 2008

Categoria:30 settembre 2008

Filed under: Settembre 2008 — admin @ 5:00 am

Categoria:30 settembre 2008 – Wikinotizie

Categoria:30 settembre 2008

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Questa categoria raccoglie tutti gli articoli relativi ad avvenimenti accaduti il 30 settembre 2008, o scritti in quel giorno.

Pagine nella categoria “30 settembre 2008”

Questa categoria contiene le 5 pagine indicate di seguito, su un totale di 5.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Italia: concorso n. 118/2008 del SuperEnalotto

Filed under: Europa,Giochi a premi,Italia,Pubblicati,Superenalotto — admin @ 5:00 am

Italia: concorso n. 118/2008 del SuperEnalotto

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 30 settembre 2008

Concorso Superenalotto n. 118 di martedì 30 settembre 2008
Colonna vincente Numero Jolly SuperStar
5 34 43 53 71 78 73 28

Montepremi e quote[]

Montepremi
  • Concorso n. 118: 5.060.817,50 euro
  • Jackpot (riporto concorso precedente): 67.932.252,46 euro
  • Montepremi totale: 72.993.069,96 euro
Quote Superenalotto
  • ai “6”: – (0 vincitori)
  • ai “5+1”: – (0 vincitori)
  • ai “5”: 50.608,18 (15 vincitori)
  • ai “4”: 339,50 (2.236 vincitori)
  • ai “3”: 19,35 (78.454 vincitori)
Quote Superstar
  • “5 stella”: – (0 vincitori)
  • “4 stella”: 33.950,00 (15 vincitori)
  • “3 stella”: 1.935,00 (270 vincitori)
  • “2 stella”: 100,00 (4.665 vincitori)
  • “1 stella”: 10,00 (31.263 vincitori)
  • “0 stella”: 5,00 (70.265 vincitori)

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Estrazione del Lotto, martedì 30 settembre 2008

Filed under: Europa,Giochi a premi,Italia,Lotto,Pubblicati — admin @ 5:00 am

Estrazione del Lotto, martedì 30 settembre 2008

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 30 settembre 2008

Estrazioni del lotto del 30 settembre 2008
Bari 43 56 72 11 40
Cagliari 64 83 17 8 54
Firenze 34 70 46 66 79
Genova 56 45 22 12 8
Milano 53 12 52 20 62
Napoli 5 46 39 2 15
Palermo 71 61 60 66 82
Roma 78 24 15 61 21
Torino 70 77 57 9 47
Venezia 73 28 57 69 1
Ruota nazionale 28 84 9 46 52

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Calcio Italia campionato nazionale Serie B 2008-2009 1ª giornata andata

Filed under: Calcio,Europa,Italia,Pubblicati,Sport — admin @ 5:00 am

Calcio Italia campionato nazionale Serie B 2008-2009 1ª giornata andata

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 30 settembre 2008

Risultati[]

Per vedere il calendario completo vai alla pagina Speciale Calcio Serie B.

Classifica
Livorno 3
AlbinoLeffe 3
Mantova 3
Grosseto 3
Ascoli 3
Piacenza 3
Salernitana 3
Ancona 1
Brescia 1
Empoli 1
Treviso 1

 
Triestina 1
Rimini 1
Bari 1
Parma 1
Cittadella 0
Sassuolo 0
Vicenza 0
Pisa 0
Frosinone 0
Avellino 0
Modena 0

1 settembre 2008: risultati 1ª giornata

30 agosto 2008
15:00
Bianconero ascolano.png Ascoli 1 – 0 Vicenza Vicenza Cino e Lillo Del Duca, Ascoli
Arbitro: Baracani
Bucchi Segnato dopo 32 minuti 32′
Pesce AmmonitoEspluso 45′


30 agosto 2008
15:00
Avellino Avellino 1 – 3 Livorno Livorno Armando Picchi, Avellino
Arbitro: Mazzoleni
Szatmári Segnato dopo 54 minuti 54′ Segnato dopo 46 pt. minuti 46 pt.’ (rig.) Tavano
Segnato dopo 73 minuti 73′ Tavano
Segnato dopo 75 minuti 75′ Tavano


1 settembre 2008
20:30
Bari Bari 1 – 1 Rosso con alabarda Bianca.png Triestina San Nicola, Bari
Arbitro: Marelli
Volpato Segnato dopo 6 minuti 6′ Allegretti Segnato dopo 76 minuti 76′


30 agosto 2008
15:00
Empoli Empoli 2 – 2 Brescia Brescia Carlo Castellani, Empoli
Arbitro: Saccani
Lodi Segnato dopo 35 minuti 35′ (rig.)
Vannucchi Segnato dopo 84 minuti 84′
Segnato dopo 70 minuti 70′ Caracciolo
Segnato dopo 94 minuti 94′ Possanzini


30 agosto 2008
15:00
600px Rosso e Bianco con colori di Mantova.png Mantova 2 – 0 Frosinone Frosinone Danilo Martelli, Mantova
Arbitro: Velotto
Caridi Segnato dopo 66 minuti 66′
Corona Segnato dopo 68 minuti 68′
Espluso dopo 27' 27′ Santoruvo
AmmonitoEspluso 45′ Ascoli


30 agosto 2008
15:00
Modena Modena 0 – 2 Azzurro chiaro e Azzurro scuro.png AlbinoLeffe Alberto Braglia, Modena
Arbitro: Cavarretta
Segnato dopo 47 minuti 47′ Laner
Segnato dopo 91 minuti 91′ Ferrari


29 agosto 2008
20:30
Parma Parma 1 – 1 Rosso e Bianco (Quadrati).png Rimini Ennio Tardini, Parma
Arbitro: Tagliavento
C. Lucarelli Segnato dopo 31 minuti 31′ (rig.) Segnato dopo 42 minuti 42′ Basha


30 agosto 2008
15:00
Piacenza 1 – 0 Cittadella Cittadella Leonardo Garilli, Piacenza
Arbitro: Candussio
Abbate Segnato dopo 33 minuti 33′


30 agosto 2008
15:00
600px Nero e Blu con colori di Pisa.png Pisa 1 – 2 Rosso e Bianco (Diagonale).png Grosseto Arena Garibaldi, Pisa
Arbitro: Ciampi
Colombo Segnato dopo 30 minuti 30′ Segnato dopo 69 minuti 69′ Pichlmann
Segnato dopo 74 minuti 74′Gessa
Espluso dopo 87' 87′ Gessa


30 agosto 2008
15:00
Granata.png Salernitana 1 – 0 Sassuolo Sassuolo Arechi, Modena
Arbitro: Tommasi
Di Napoli Segnato dopo 12 minuti 12′ (rig.)


30 agosto 2008
15:00
600px Bianco e Azzurro con scudo Rosso crociato e due soli.png Treviso 2 – 2 Rosso e Bianco.png Ancona Omobono Tenni, Treviso
Arbitro: Tozzi
Moro Segnato dopo 40 minuti 40′
Beghetto Segnato dopo 65 minuti 65′
Segnato dopo 45 minuti 45′ Nassi
Segnato dopo 89 minuti 89′ Langella

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Calcio Champions League 2008-2009 Fase a gironi, seconda giornata

Filed under: Calcio,Europa,Sport — admin @ 5:00 am

Calcio Champions League 2008-2009 Fase a gironi, seconda giornata

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Per vedere il calendario completo vai alla pagina Speciale Champions League 2008-2009.

Risultati[]

martedì 30 settembre 2008

Girone E
Aalborg – Manchester United 0 – 3
Villarreal – Celtic 1 – 0

Girone F
Fiorentina – Steaua Bucarest 0 – 0
Bayern Monaco – Lione 1 – 1

Girone G
Arsenal – Porto 4 – 0
Fenerbahçe – Dinamo Kiev 0 – 0

Girone H
Zenit San Pietroburgo – Real Madrid 1 – 2
BATE – Juventus 2 – 2

mercoledì 1 ottobre 2008

Girone A
CFR Cluj – Chelsea 0 – 0
Bordeaux – Roma 1 – 3

Girone B
Anorthosis – Panathinaikos 3 – 1
Inter – Werder Brema 1 – 1

Girone C
Sporting Lisbona – Basilea 2 – 0
Shakhtar Donetsk – Barcellona 1 – 2

Girone D
Liverpool– PSV Eindhoven 3 – 1
Atlético Madrid – Marsiglia 2 – 1

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Barbie batte Sara in Iran

Filed under: Cultura e società,Iran,Pubblicati — admin @ 5:00 am

martedì 30 settembre 2008

Mahmud Ahmadinejad, attuale Presidente della Repubblica islamica dell'Iran

Mahmud Ahmadinejad, attuale Presidente della Repubblica islamica dell’Iran

Il governo iraniano non tollera di buon grado l’introduzione nel proprio paese di influenze culturali esterne, sopratutto se riguardano i bambini, temendo il loro traviamento dalla cultura tradizionale.

Fra questi modelli esteri ritenuti negativi, c’è Barbie, la famosa bambola, dalla gran copia di articoli di guardaroba e accessori, e anche il suo fidanzato Ken. Per contrastarli l’Istituto per lo sviluppo intellettuale di bambini e adolescenti ha promosso una nuova linea di bambole, tutta islamica: Sara e il suo fidanzato Dara.

Questo esperimento era nato in origine sulle pagine di un libro scolastico per l’infanzia, dove i bambini potevano leggere le loro storie, tutte imperniate sulla vita familiare e alla trasmissione di valori islamici. Le nuove bambole sono realizzate in Cina, ed hanno un costo decisamente inferiore a quello della controparte statunitense: circa un terzo.

Sara e Dara propongono un modello di fisionomia locale: sono entrambi bruni e con una carnagione un poco scura. Hanno inoltre una loro caratterizzazione: laddove Barbie e Ken sono dei giovani, Sara e Dara sono dei bambini di 8 anni; è per questa ragione che la bambola di Sara può portare i capelli liberi, senza velo islamico: la sua bassa età, in base alla legge islamica, glielo consente; tuttavia la confezione di Sara include un velo bianco in omaggio. Per Dara invece il completo di base è una divisa militare.

Il giornale britannico Daily Telegraph ha voluto saggiare l’opinione di alcuni giocattolai su questa novità. Per Masoumeh Rahimi la sensualità della bionda Barbie è peggiore di un attacco missilistico, dato che crescendo le bambine potrebbero poi non accettare più il musulmanesimo. Mehdi Hedayat sostiene invece che il prodotto sia un investimento per il futuro.

Le cose però sembrano non andare nella direzione voluta dal governo; il sito Tabnak (vicino a Mohsen Rezaii, ex capo dei Pasdaran) spiega che all’apertura delle scuole questi nuovi eroi iraniani non spiccano ancora su zaini, cartelle, diari dei bambini e delle bambine. Per le bambine il primato di Barbie è ancora di circa la metà dei prodotti scolastici, mentre i bambini continuano ad amare eroi statunitensi come quelli della Marvel, Shrek, Tartarughe Ninja. Per Tabnak questo insuccesso fa da cartina al tornasole della politica governativa, mostrando come le misure adottate non abbiano affatto fermato l’invasione di modelli culturali occidentali.

Questa non è la prima volta che la Barbie incontra difficoltà di questo genere; già nel 2003 in Arabia Saudita venne dichiarata fuorilegge. Nello stesso anno apparve in Egitto Fulla, un bambola simile a Barbie, ma velata.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.2 or any later version published by the Free Software Foundation; with no Invariant Sections, no Front-Cover Texts, and no Back-Cover Texts. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Somalia: sul mercantile \”Faina\” i pirati si uccidono fra loro

Somalia: sul mercantile “Faina” i pirati si uccidono fra loro

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 30 settembre 2008

Una lite tra i pirati, che hanno sequestrato il cargo ucraino “Faina”, ha portato ad una sparatoria durante la quale ci sono stati diversi feriti e sono stati uccisi tre dei circa 50 pirati, che tengono sotto sequestro da 5 giorni nave ed equipaggio, il cui comandante, secondo alcune fonti somale, sembra sia deceduto per cause naturali riconducibili ad una grave ipertensione arteriosa.

La sparatoria tra i sequestratori del “Faina” sarebbe avvenuta a causa della presenza nel gruppo di due fazioni, la più intransigente delle quali non vorrebbe cedere alle richieste dei militari statunitensi, che sono ancorati a poche centinaia di metri dalla “Faina”.

I militari statunitensi hanno minacciato di attaccare e distruggere le navi madri, dalle quali i pirati trasbordano sui piccoli natanti veloci utilizzati per abbordare le navi in transito.

Mentre sul cargo ucraino la situazione non sembra subire miglioramenti, oggi, i pirati somali hanno rilasciato un’altra nave malese sequestrata nel mese di agosto.


Articoli correlati[]

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

September 29, 2008

Categoria:29 settembre 2008

Filed under: Settembre 2008 — admin @ 5:00 am

Categoria:29 settembre 2008 – Wikinotizie

Categoria:29 settembre 2008

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca
30 settembre 2008 »

Questa categoria raccoglie tutti gli articoli relativi ad avvenimenti accaduti il 29 settembre 2008, o scritti in quel giorno.

Pagine nella categoria “29 settembre 2008”

Questa categoria contiene le 6 pagine indicate di seguito, su un totale di 6.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

ITunes presto anche per i non vedenti

ITunes presto anche per i non vedenti – Wikinotizie

ITunes presto anche per i non vedenti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca
Nota disambigua.svg

Il titolo di questa voce non è corretto per via delle caratteristiche del software MediaWiki. Il titolo corretto è iTunes presto anche per i non vedenti.

lunedì 29 settembre 2008

iTunes è il programma della Apple che permette di gestire la musica.

Apple e la Federazione Statunitense non Vedenti (National Federation of the Blind) hanno stretto un accordo con il quale il software di iTunes permetterà anche ai non vedenti di poter scaricare musica e video, ma sopratutto aiuterà gli studenti ciechi a poter scaricare le lezioni universitarie tramite iTunes U.

Le scritte saranno convertite in braille o voce-guida e l’accordo tra le due società prevede una collaborazione di un minimo di tre anni.

La Apple, inoltre, ha promesso che tutti i titoli di iTunes U saranno completamente accessibili entro il 31 dicembre 2008, e che, in seguito, a partire dal 30 giugno, tutto l’iTunes Store sarà disponibile per le persone affette da cecità.

Inoltre, la società della mela ha versato 250.000 $ alla Massachusetts Commission for the Blind per aiutare l’agenzia nell’acquisto di tecnologie per l’assistenza alla navigazione sul web per non vedenti.


Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Cerimonia di apertura dell\’anno scolastico 2008-2009 al Quirinale

Cerimonia di apertura dell’anno scolastico 2008-2009 al Quirinale

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 29 settembre 2008

Il Presidente Giorgio Napolitano durante il suo intervento in occasione della cerimonia di apertura dell’anno scolastico

Si è svolta questo pomeriggio, a partire dalle 17, la cerimonia di apertura dell’anno scolastico 2008-2009 nel Cortile d’Onore del Palazzo del Quirinale a Roma. Presenti il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il Ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini, il Ministro della Giustizia Angelino Alfano, il Presidente della Camera dei Deputati Gianfranco Fini, il Presidente della Commissione Cultura del Senato Guido Possa, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Gianni Letta e altre autorità politiche, civili e militari, 2 500 studenti circa provenienti da varie scuole d’Italia di ogni ordine e grado, esponenti del mondo accademico, dello spettacolo, dell’arte e dello sport (come, ad esempio, gli atleti italiani delle Olimpiadi e delle Paralimpiadi di Pechino).

La cerimonia è stata trasmessa in diretta su RaiUno dalle 17 alle 18.45 circa, all’interno della trasmissione Tutti a scuola, presentata, come già in passato, da Fabrizio Frizzi. Nel corso dell’evento, il Ministro Gelmini e il Capo dello Stato hanno rivolto un messaggio di augurio agli studenti, alle loro famiglie e ai docenti.

Un altro momento del discorso di Napolitano

Alcuni studenti hanno presentato progetti realizzati nel corso dell’anno su tematiche come «l’impegno civile e sociale, la solidarietà, il volontariato, la pratica sportiva, la cittadinanza attiva e consapevole»; riprese da Rai Educational, le performance degli studenti saranno messe in onda sui canali Rai EDU nella prima settimana di ottobre.

Per il Ministero dell’Istruzione, si è inteso ribadire la centralità della scuola nella vita e per lo sviluppo del Paese, nonché l’importanza del ruolo dell’istruzione e della formazione per la crescita umana, civile e culturale delle giovani generazioni. Filo conduttore della cerimonia è stato quello dell’educazione civica, intesa come responsabilità solidale e partecipata, e quello della cultura della sicurezza verso se stessi, verso gli altri e verso l’ambiente che ci circonda. Si sono affiancati a questi temi quelli che hanno sempre caratterizzato la manifestazione, l’identità nazionale e i valori della Carta costituzionale.

Le performance[]

Il Presidente Napolitano con alcuni campioni olimpionici

Ecco l’elenco delle performance e dei lavori presentati:

  • La squadra maschile della Scuola Media “Carlo Porta” di Milano e la squadra femminile di atletica leggera della Scuola Media Statale “E. Fermi” di Bussoleno, che hanno trionfato nelle finali nazionali dei Giochi Sportivi di 1° grado hanno incontrato alcuni degli atleti italiani che hanno partecipato ai Giochi Olimpici di Pechino.
  • L’Istituto Comprensivo “C. Ridolfi” di Lonigo, che porta avanti un progetto sull’integrazione degli studenti stranieri per mezzo dell’educazione musicale, ha eseguito sul palco l’inno italiano, accompagnato da alcuni coristi provenienti da diverse scuole militari italiane.
  • È stato presentato uno spot di 40 secondi dal titolo Smontailbullo, realizzato da Andrea Jublin con la collaborazione di alcuni istituti di Roma e la presenza dell’attrice Victoria Cabello, con lo scopo di dare un messaggio contro la violenza nelle scuole, con «un taglio volutamente surreale e divertente per affrontare il problema del bullismo tra i giovani».
  • L’Istituto Comprensivo “Archeologia” di Roma ha presentato del materiale visivo che mostra come studenti, famiglie e preside si siano dati da fare per porre rimedio ai danni subiti a dicembre in seguito a gravi atti di vandalismo.
  • Sono stati presentati 6 spot realizzati dall’IPSCT “G. Caboto” di Chiavari, in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale per la Liguria e la Provincia di Genova, nell’ambito del progetto “Viva la Costituzione che vive”, in occasione del 60° anniversario della Costituzione italiana; questi i temi:
    • L’importanza del testo costituzionale;
    • Lavoro, solidarietà: i valori sanciti dopo la guerra;
    • Prendersi cura dell’altro;
    • Art.21: Diritto a manifestare il proprio pensiero;
    • L’importanza del voto: 60 anni di libertà;
    • Il voto alle donne: riconquistare la dignità ogni giorno.
  • L’Istituto di Istruzione Superiore “Isabella Morra” di Matera ha presentato un progetto multidisciplinare dal titolo “I ragazzi e le libertà: uso didattico della Costituzione come ‘officina’ di pensiero e ‘palestra’ per l’educazione all’esercizio di diritti e libertà fondamentali”, optando per un’esibizione di “danza creativa”.
  • L’IPSSAR “Cavalcanti” di Napoli, l’IPSSAR “Castel Volturno” e l’IPSSAR “Piedimonte Matese” di Caserta hanno presentato mozzarelle di bufala prodotte in caseifici confiscati alla criminalità organizzata.

Gli interventi[]

Il Presidente Giorgio Napolitano con il Ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini

Nel suo saluto, il Ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini ha sottolineato che «è indispensabile che ciascuno di noi si interroghi sul senso stesso della scuola, è opportuno che si lavori insieme, studenti, famiglie, docenti e istituzioni, per realizzare un progetto condiviso e duraturo: lo meritano bimbi, ragazzi, genitori, lo merita l’intera società, lo merita l’Italia».

«Partecipare a questa giornata è partecipare attivamente alla vita della Repubblica perché è proprio la scuola uno dei principali pilastri della Repubblica, un’officina di sapere e cultura che ogni giorno trasforma i giovani di oggi nei cittadini di domani. È la coscienza individuale e collettiva, infatti, che la scuola con i suoi insegnanti ha il compito di risvegliare in ciascun cittadino per renderlo consapevole delle proprie capacità e della realtà in cui vive.»

«Partecipare alla vita della Repubblica – ha dichiarato il ministro Gelmini – significa essere consapevoli della nostra storia, del nostro presente e della nostra comunità, significa conoscere le regole di convivenza civile che sono e che devono essere la base del vivere associato nel rispetto e nella tolleranza. La Costituzione è il fondamento della nostra convivenza ed è proprio la scuola ad avere il compito, il dovere di renderla bussola della vita per ciascun cittadino del domani».

«La scuola non deve separarsi dalla società e deve far crescere le giovani generazioni nella passione dello studio e della conoscenza, nella capacità di costruirsi un futuro di lavoro e di vita famigliare, e al tempo stesso deve farle crescere nel senso civico, nella coscienza dei diritti e dei doveri scolpiti nella nostra Costituzione, nell’attaccamento alla Patria, alla nazione italiana e nella volontà di partecipazione democratica nel quadro delle istituzioni repubblicane», ha affermato il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nel suo messaggio.

Il Presidente Giorgio Napolitano durante il suo intervento

«Per avere un’Italia migliore abbiamo bisogno di una scuola migliore; e a tal fine possiamo contare su risorse e competenze da mettere ancor meglio a frutto. Le condizioni del nostro sistema scolastico richiedono scelte coraggiose di rinnovamento: non sono sostenibili posizioni di pura difesa dell’esistente.»

«Quali siano i problemi da affrontare, quali siano i punti di forza, di maggior rendimento del nostro sistema scolastico, e quali siano i suoi punti più critici, e le sue più gravi insufficienze – ha sottolineato Napolitano – lo hanno detto elaborazioni, dibattiti e proposte, anche degli anni più recenti». «Anche in questo campo, non si tratta di ripartire da zero ogni volta che con le elezioni cambi il quadro politico» è stato il monito del presidente.

Napolitano, verso la fine, ha rivolto alcune parole agli insegnanti: «Gravano su di voi le maggiori responsabilità per far funzionare e rendere migliore la scuola italiana, per aprirla a nuove esigenze, e anche a presenze nuove come quelle delle ragazze e dei ragazzi immigrati, provenienti da culture e formazioni diverse. È in primo luogo a voi che si deve tutto quel che si realizza di positivo nella scuola, anche nelle condizioni più difficili e disagiate, specie nel Mezzogiorno». Da qui, l’invito a dare un contributo «al superamento di tutte le difficoltà che in questa fase la scuola italiana è chiamata a fronteggiare aprendosi al cambiamento». In conclusione, un messaggio alle famiglie: «Non può esserci dubbio sul fatto che le famiglie e la scuola sono impegnate nella stessa missione educativa; anche, voglio dire, nello stesso dovere di esempio morale e di severità».


Fonti[]


Ricerca originale
Questo articolo (o parte di esso) si basa su informazioni frutto di ricerche o indagini condotte da parte di uno o più contributori della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.
Older Posts »

Powered by WordPress