Wiki Actu it

November 4, 2008

USA: al via l\’Election Day, si sceglie tra Obama e McCain

USA: al via l’Election Day, si sceglie tra Obama e McCain

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 4 novembre 2008

Il candidato del Partito Democratico Barack Obama

Il candidato del Partito Repubblicano John McCain

Flag of the United States.svg

Segui lo Speciale sulle elezioni presidenziali statunitensi del 2008 su Wikinotizie.

Gli Stati Uniti d’America si apprestano ad eleggere il quarantaquattresimo presidente. Questa volta, a differenza delle altre elezioni, l’affluenza è alta, lo si vede dalle code formatesi all’ingresso dei seggi elettorali. Il popolo è chiamato ad eleggere il primo afroamericano della loro storia alla presidenza, oppure la prima donna vicepresidente.

Dopo 22 estenuanti mesi di campagna elettorale la scelta ricadrà fra Barack Obama per il Partito Democratico e John McCain per il Partito Repubblicano. Ad “accompagnare” i due candidati alla presidenza, anche i candidati vicepresidenti Joe Biden e Sarah Palin.

Mentre gran parte degli USA votano, due villaggi hanno già scrutinato le proprie schede, il villaggio di Hart’s Location e quello di Dixville Notch, entrambi nel New Hampshire: gli abitanti hanno preferito Obama, che ha preso rispettivamente 17 e 15 voti su una popolazione votante di 27 abitanti per il primo villaggio ed i 21 per il secondo.


Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Somalia: Aisha non era colpevole

Somalia: Aisha non era colpevole – Wikinotizie

Somalia: Aisha non era colpevole

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 4 novembre 2008

Somalia

Emergono nuove informazioni sconcenrtanti riguardo il caso di Aisha, la ragazza somala fatta lapidare, la scorsa settimana, da una corte islamica presso Chisimaio. Incolpata di adulterio all’età di 23 anni, è poi risultato che la giovane era invece una tredicenne.

Oggi si è scoperto che anche l’accusa per cui è stata condannata era falsa: nei fatti è risultato che Aisha, mentre si stava recando a piedi dalla nonna, era stata violentata da tre miliziani. Denunciando in seguito l’accaduto è stata a sua volta incriminata d’adulterio, e lapidata.

Questa versione dei fatti è stata diffusa a Nairobi dall’Unicef, l’organizzazione Onu per la difesa dell’infanzia.

Articoli correlati[]

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Serie A 2008-2009: cambio d\’allenatore per Bologna e Chievo

Serie A 2008-2009: cambio d’allenatore per Bologna e Chievo

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 4 novembre 2008

Dopo la decima giornata del campionato di Serie A 2008-2009, cambio d’allenatore per il Bologna Football Club 1909 e l’Associazione Calcio ChievoVerona, entrambi al penultimo posto in classifica, con soli 6 punti.

Bologna. Nel pomeriggio di ieri, l’esonero del tecnico del Bologna Daniele Arrigoni. La prima squadra viene affidata a Siniša Mihajlović, alla prima esperienza da allenatore dopo il ruolo di allenatore in seconda dal 2006 al 2008 nell’Inter di Roberto Mancini. Vice-allenatore sarà Angelo Antenucci, mentre Antonio Bovenzi e Gaetano Petrelli saranno rispettivamente preparatore atletico e preparetore dei portieri.

La società rosso-blu, in un comunicato, ridabisce «la massima stima professionale e umana per Arrigoni e per il suo staff, sottolineando, aldilà degli straordinari risultati ottenuti nella scorsa stagione, un impegno, una competenza e una dedizione che non sono mai venuti meno e che meritano un sentito ringraziamento». Il nuovo tecnico è stato presentato questa mattina alle 11 in una conferenza stampa presso il Centro Tecnico “Niccolò Galli” di Casteldebole.

«Questa è una squadra che ha qualità: si trova ora in un momento di difficoltà ma sono convinto che ci salveremo» ha dichiarato Mihajlović. «Mi sono sempre piaciute le sfide belle e anche difficili, sia da giocatore che, ora, da allenatore. Sono contento di essere qua: mi hanno dato un’opportunità più unica che rara e farò di tutto per salvare il Bologna».

«Ho avuto tantissimi allenatori e ho cercato di apprendere da ognuno di loro qualcosa che mi potesse servire: i lati positivi non solo di Boškov ed Eriksson, ma anche di Mazzone, Mancini e tutti gli altri. In particolare, per il lavoro sul campo Roberto Mancini è sicuramente quello da cui ho ricevuto di più, mentre per la gestione dello spogliatoio Eriksson e Boškov sono dei grandi maestri». Sull’aspetto tattico: «Ho un mio credo tattico, ma ne devo ancora parlare con i giocatori: nella mia testa c’è un modulo, ma non significa che sarà sempre quello. Di certo, giocheremo con quattro difensori: questo non cambierà mai».

«Tutti quando cominciano hanno poca esperienza: prima si comincia e meglio è. Capisco che la piazza possa essere scettica, è naturale che sia così, ma sono convinto di quello che so fare, credo nei miei mezzi, perciò non ho paura di niente: lo scetticismo, come viene, va anche via».

Chievo. Stamane, l’esonero di Giuseppe Iachini dalla panchina del ChievoVerona. La società giallo-blu rivolge a Iachini e al suo staff «i più sentiti ringraziamenti, non soltanto per gli eccezionali risultati ottenuti la scorsa stagione, ma soprattutto per l’impegno, la professionalità e la dedizione sempre profusi».

Il nuovo tecnico sarà Domenico Di Carlo, alla seconda panchina nel massimo campionato italiano dopo l’esperienza dello scorso anno alla guida del Parma; per lui un contratto di un anno, con un’opzione sulla prossima stagione. Di Carlo è stato presentato questo pomeriggio alle 14 al Centro Sportivo Veronello di Bardolino.

«Sono convinto che con noi potrà fare bene», sono le prime parole del presidente Luca Campedelli sul nuovo tecnico. Per il direttore sportivo Giovanni Sartori l’esonero di Iachini «è stata una decisone molto sofferta, maturata dopo quasi quarantotto ore, una decisione presa solo ed esclusivamente per il bene del Chievo. Quando si esonera un allenatore è sempre una sconfitta, e lo è ancora di più se si è instaurato con il tecnico un legame di amicizia oltre che un rapporto professionale». Sartori è convinto che Di Carlo «abbia le caratteristiche morali, tecniche e tattiche adatte per raggiungere» gli obiettivi del Chievo.

Dopo un ringraziamento al suo predecessore, «un amico», per quanto svolto finora, dando alla squadra «un’impostazione e un’organizzazione solide», Di Carlo ha esordito così in conferenza stampa: «Quest’estate, per scelta, non ho accettato offerte in serie B e ho aspettato un’opportunità nella massima serie. Il Chievo mi ha chiamato: ringrazio il Presidente, il Direttore e tutta la Società per avermi scelto, ne sono onorato. Parto già con la convinzione di riuscire a raggiungere l’obiettivo prefissato. Sono sicuro che sarà una sfida impegnativa […] Il Chievo dovrà guadagnarsi tutto sul campo, le qualità per farlo questa squadra le ha»

Sul modulo da adottare: «Ho già in testa un’idea di gioco, ma sfrutterò questa settimana soprattutto per conoscere meglio i ragazzi. La squadra nasce per il 4-3-3 ma, visti gli esterni importanti, può fare benissimo anche il 4-4-2. Ma non si può parlare solo di modulo, ci sono altri fattori da tenere in considerazione. Ripartiamo da zero con motivazione ed entusiasmo».


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

RDC: tregua finita, Nkunda minaccia Kinshasa

RDC: tregua finita, Nkunda minaccia Kinshasa

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 4 novembre 2008

Repubblica Democratica del Congo

Sono ripresi gli scontri nei dintorni di Rutshuru e Goma, in Repubblica Democratica del Congo.

Mentre l’esercito regolare si è trincerato nella capitale del Nord Kivu, la popolazione si è organizzata in milizie irregolari, chimate Mai-Mai, per opporsi ai ribelli dell’ex generale tutsi Laurent Nkunda.

Il coprifuoco dichiarato unilateralmente dai ribelli è cessato con l’arrivo nell’area del premier congolese Adolphe Muzito, nominato il 10 ottobre scorso in sostituzione del “troppo immobilista” Antoine Gizenga.

La sua visita nelle province orientali della Repubblica Democratica del Congo aveva lo scopo di “portare conforto alla popolazione”, che conta oramai al suo interno più di un milione di sfollati.

Il leader dei ribelli, il sedicente sacerdote avventista Laurent Nkunda, ha minacciato di estendere la guerriglia fino alla capitale del paese, Kinshasa, se il governo non accetterà di aprire le trattative: «Se rifiutano di negoziare, vorrà dire che saranno pronti solo alla lotta, e noi li combatteremo, perché dobbiamo combattere per la nostra libertà».

Nkunda, che sostiene di combattere per la minoranza tutsi nell’ex Zaire, chiede anche un miglior governo per il paese.


Articoli correlati[]

  • «Repubblica Democratica del Congo: migliaia di sfollati» – Wikinotizie, 1 novembre 2008

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Maltempo in Sardegna, nuova emergenza

Maltempo in Sardegna, nuova emergenza – Wikinotizie

Maltempo in Sardegna, nuova emergenza

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Nuoro, 4 novembre 2008
In Sardegna è di nuovo emergenza maltempo. Precipitazioni di particolare intensità, iniziate nel corso della notte ed ancora in corso senza interruzione, insieme al forte vento, stanno causando danni in alcune zone dell’isola. Molti fiumi hanno straripato, inondando le aree circostanti; c’è allarme per la situazione delle numerose dighe della regione, già vicine ai limiti di capienza per le precipitazioni delle ultime settimane. Numerose abitazioni sono allagate.

Le zone più colpite sono al momento il Cagliaritano ed i paesi costieri della provincia di Nuoro. I danni si presumono di ingente rilievo.

Si teme per il primo pomeriggio una nuova ondata di precipitazioni, mentre il vento si prevede continuerà a soffiare per tutta la giornata con l’attuale violenza.

Collegamenti interrotti[]

Diversi collegamenti stradali sono interrotti e si registrano ritardi nei voli e disagi per i treni.

  • Fra le strade interrotte c’è la SS 131 “Carlo Felice”, principale arteria sarda, impraticabile all’altezza del 34° km. La SS 125 “Orientale Sarda” è interrotta in più punti nel tratto da Posada a San Teodoro.
  • All’aeroporto di Cagliari Elmas si registrano difficoltà per il decollo e l’atterraggio, sia per il forte vento da Sud, sia per il notevole strato d’acqua sulle piste.
  • La linea ferroviaria fra Cagliari e Decimomannu è stata interrotta per qualche ora a causa del temporaneo rigonfiamento di un fiume; le acque avevano raggiunto un ponte su cui transita questa linea, assai importante per i collegamenti dei pendolari, non consentendone l’attraversamento da parte dei convogli. La linea è stata riaperta intorno alle 9:30.

Cagliaritano[]

Nella zona di Cagliari, già particolarmente colpita lo scorso 22 ottobre da una grave alluvione che aveva causato diversi morti, il Rio Mannu è straripato fra Furtei e Barumini, invadendo i territori di entrambi i paesi. A Furtei un pastore è stato travolto da un’onda di piena e per salvarsi è riuscito ad aggrapparsi ad un albero, in posizione precaria. Una pattuglia dei Carabinieri lo ha scorto casualmente ed un milite si è prontamente avvicinato riuscendo a prenderlo un attimo prima che la forza delle acque lo travolgesse; i due sono poi stati tratti in salvo da un elicottero dei Vigili del Fuoco.

A Capoterra la situazione rimane di emergenza, il rio San Gerolamo (il cui straripamento aveva causato i maggiori danni in ottobre) è tenuto sotto costante osservazione.

Oltre alla ss 131, è chiusa anche la strada che congiunge Assemini con Elmas,

Segariu risulta completamente allagata, mentre a Samatzai è stata sgomberata una casa di cura per anziani. Altri allagamenti sono segnalati a Serrenti, Villagreca, Villaurbana e Villamar.

Nuorese[]

Nel Nuorese la situazione appare grave soprattutto nelle zone della costa, in particolare nelle aree di Posada e Siniscola.

Già dalle prime ore del mattino la situazione era stata definita “grave” dai Carabinieri e dai Vigili del Fuoco; squadre di protezione civile, Forestali e Vigili del Fuoco sono impegnate in centinaia di interventi, mentre alcuni equipaggi delle forze dell’ordine perlustrano il territorio per controllare se vi siano persone in difficoltà.

A Posada le zone periferiche del paese sono ricoperte sin dall’alba da uno strato d’acqua di decine di centimetri, circostanza del tutto eccezionale per il paese. La frazione residenziale di San Giovanni, sul mare, è quasi completamente allagata ed è isolata dal lato nord per la chiusura della strada dello stagno. Il rischio di isolamento a Sud è elevato a causa della saturazione degli impianti fognari; numerosi tombini sono saltati ed al momento il deflusso si presenta come probabilmente lentissimo.

Si teme inoltre che nelle prossime ore per sicurezza debba essere aperta la diga sul fiume Posada, riversando altra acqua nella vallata. L’eventualità potrebbe aggravare di molto la situazione perché i terreni già tardano a riversare in mare le acque e non vi è possibilità di assorbimento a causa delle precipitazioni delle scorse settimane che hanno imbibito i suoli.

Nel territorio di Siniscola, la frazione costiera de La Caletta appare al momento la più colpita, con decine di abitazioni allagate e numerose famiglie per strada. L’attraversamento stradale del paese è interrotto e sono state attuate deviazioni con percorsi da e verso il porto. Nelle vicinanze, un’auto è stata travolta dalle acque di un torrente straripato e si è reso necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco per recuperarne gli occupanti. Raffiche di maestrale rendono preoccupante anche la situazione del mare, già molto mosso, e vi è una certa apprensione per l’atteso rientro dei pescherecci nel locale porto. È infatti in corso una burrasca da Sud-Est, forza 7. A Santa Lucia, S’Ena ‘e sa Chitta e Capo Comino, si segnalano diversi allagamenti.

Segnalata come difficile anche la situazione di Galtellì.

Sulla SS 125 “Orientale Sarda”, sono segnalate diverse interruzioni per frane e smottamenti nel tratto Posada-Budoni e nel tratto Budoni-San Teodoro (al km 279).

Gallura[]

Problemi si segnalano sulla costa orientale a Budoni (poco a nord di Posada) ed in particolare nella località turistica di San Teodoro, dove si teme la possibile frana di una collina sopra l’abitato.

Ad Olbia le condizioni del mare e del vento, unite alle previsioni di peggioramento delle condizioni, hanno messo in preallarme le locali autorità; si prevedono disagi per i collegamenti marittimi con il Continente e difficoltà per il numeroso naviglio mercantile.

Ogliastra[]

In Ogliastra risultano chiuse le strade da Baunei a Dorgali, da Tortolì a Ilbono e da Tortolì a Lanusei.

Il bollettino della Protezione Civile segnala il pericolo di burrasche nei mari circostanti.


Notizia originale
Questo articolo contiene notizie di prima mano comunicate da parte di uno o più contribuenti della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Italia: concorso n. 133/2008 del SuperEnalotto

Filed under: Europa,Giochi a premi,Italia,Pubblicati,Superenalotto — admin @ 5:00 am

Italia: concorso n. 133/2008 del SuperEnalotto

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 4 novembre 2008

Concorso Superenalotto n. 133 di martedì 4 novembre 2008
Colonna vincente Numero Jolly SuperStar
6 28 32 39 57 85 47 51

Montepremi e quote[]

Montepremi
  • Concorso n. 133: 4.563.906,98 euro
  • Jackpot (riporto concorso precedente): 26.078.374,36 euro
  • Montepremi totale: 32.675.962,16 euro
Quote Superenalotto
  • ai “6”: – (0 vincitori)
  • ai “5+1”: – (0 vincitori)
  • ai “5”: 32.599,34 (21 vincitori)
  • ai “4”: 320,49 (2.136 vincitori)
  • ai “3”: 18,03 (75.907 vincitori)
Quote Superstar
  • “5 stella”: – (0 vincitori)
  • “4 stella”: 32.049,00 (12 vincitori)
  • “3 stella”: 1.803,00 (304 vincitori)
  • “2 stella”: 100,00 (4.559 vincitori)
  • “1 stella”: 10,00 (29.223 vincitori)
  • “0 stella”: 5,00 (65.572 vincitori)

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Estrazione del Lotto, martedì 4 novembre 2008

Filed under: Europa,Giochi a premi,Italia,Lotto,Pubblicati — admin @ 5:00 am

Estrazione del Lotto, martedì 4 novembre 2008

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 4 novembre 2008

Estrazioni del lotto del 4 novembre 2008
Bari 57 25 46 39 69
Cagliari 51 4 11 66 47
Firenze 6 48 18 69 78
Genova 14 58 77 21 50
Milano 32 12 26 79 17
Napoli 85 43 30 28 87
Palermo 39 7 55 13 19
Roma 28 4 45 37 69
Torino 89 9 44 84 50
Venezia 47 62 54 2 50
Ruota nazionale 51 15 76 25 81

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Calcio Italia campionato nazionale Lega Pro 2ª divisione girone C 2008-2009 10ª giornata andata

Filed under: Calcio,Calcio italiano,Europa,Italia,Pubblicati,Sport — admin @ 5:00 am

Calcio Italia campionato nazionale Lega Pro 2ª divisione girone C 2008-2009 10ª giornata andata

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 4 novembre 2008
Per vedere il calendario completo vai alla pagina Speciale Calcio Lega Pro Seconda Divisione girone C.

Risultati[]

Cosenza – Scafatese 2-1: il primo gol del Cosenza (Danti, 57°)

2 novembre 2008: risultati 10ª giornata
Andria BAT – Catanzaro 0 – 1
Aversa Normanna – Gela 0 – 0
Cosenza – Scafatese 2 – 1
Igea Virtus – Barletta 2 – 1
Isola Liri – Manfredonia 1 – 0
Melfi – Cassino 0 – 0
Monopoli – Val di Sangro 4 – 1
Pescina VG – Noicattaro 1 – 0
Vigor Lamezia – Vibonese 0 – 0


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

USA: al via l’Election Day, si sceglie tra Obama e McCain

martedì 4 novembre 2008

Gli Stati Uniti d’America si apprestano ad eleggere il quarantaquattresimo presidente. Questa volta, a differenza delle altre elezioni, l’affluenza è alta, lo si vede dalle code formatesi all’ingresso dei seggi elettorali. Il popolo è chiamato ad eleggere il primo afroamericano della loro storia alla presidenza, oppure la prima donna vicepresidente.

Dopo 22 estenuanti mesi di campagna elettorale la scelta ricadrà fra Barack Obama per il Partito Democratico e John McCain per il Partito Repubblicano. Ad “accompagnare” i due candidati alla presidenza, anche i candidati vicepresidenti Joe Biden e Sarah Palin.

Mentre gran parte degli USA votano, due villaggi hanno già scrutinato le proprie schede, il villaggio di Hart’s Location e quello di Dixville Notch, entrambi nel New Hampshire: gli abitanti hanno preferito Obama, che ha preso rispettivamente 17 e 15 voti su una popolazione votante di 27 abitanti per il primo villaggio ed i 21 per il secondo.

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.2 or any later version published by the Free Software Foundation; with no Invariant Sections, no Front-Cover Texts, and no Back-Cover Texts. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress