Wiki Actu it

June 30, 2010

Categoria:30 giugno 2010

Filed under: Giugno 2010 — admin @ 5:00 am

Categoria:30 giugno 2010 – Wikinotizie

Categoria:30 giugno 2010

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca
1 luglio 2010 »

Questa categoria raccoglie tutti gli articoli relativi ad avvenimenti accaduti il 30 giugno 2010, o scritti in quel giorno.

Pagine nella categoria “30 giugno 2010”

Questa categoria contiene le 2 pagine indicate di seguito, su un totale di 2.

L

S

  • Seconda prova del Palio alla Contrada dell’Onda

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Seconda prova del Palio alla Contrada dell\’Onda

Seconda prova del Palio alla Contrada dell’Onda

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

mercoledì 30 giugno 2010

Un cavallo da Palio prima della selezione da parte dei Capitani.

Wikinotizie segue i quattro giorni del Palio di Siena in tempo reale.

In archivio anche la seconda delle sei prove previste per il Palio di Provenzano di venerdì prossimo, disputatasi in Piazza del Campo a Siena. Confermate le monte di ieri sera.

Ordine ai canapi:

  • Insomma – Drago – Alessio Migheli detto Girolamo
  • Elfo di Montalbo – Istrice – Francesco Carìa detto Tremendo
  • Giove Deus – Onda – Jonatan Bartoletti detto Scompiglio (vince)
  • Gammede – Aquila – Federico Ghiani
  • Fedora Saura – Selva – Silvano Mulas detto Voglia
  • Elimia – Bruco – Virginio Zedde detto Lo Zedde
  • Istriceddu – Nicchio – Gigi Bruschelli detto Trecciolino
  • Giostreddu – Leocorno – Giuseppe Zedde detto Gingillo
  • Leo Lui – Torre – Antonio Siri
  • Lampante – Giraffa – Gianluca Fais detto Vittorio (di rincorsa)

Come previsto dal Regolamento del Palio, l’ordine di ingresso ai canapi per la seconda prova è quello esattamente inverso della prima prova.

Il cavallo della Selva si mantiene per diverso tempo parallelo al canape, alla partenza l’Istrice su tutti, poi l’Onda si porta in vantaggio seguita dall’Aquila e lo mantiene con un’andatura abbastanza elevata fino alla fine e numerose lunghezze sulle altre, provando abbastanza seriamente il cavallo soprattutto alla curva del Casato.

L’aggiornamento sulla terza prova è previsto stasera dopo le ore 19.45


Articoli correlati[]

Fonti[]

Collegamenti esterni[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

La Selva si aggiudica la terza prova del Palio di luglio

La Selva si aggiudica la terza prova del Palio di luglio

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

mercoledì 30 giugno 2010

Elfo di Montalbo (a sx) e Fedora Saura (a dx) in un’immagine del 2008.

Wikinotizie segue i quattro giorni del Palio di Siena in tempo reale.

Si chiude la seconda giornata del Palio di Provenzano; è infatti appena terminata la terza prova delle sei che condurranno alla corsa di venerdì sera. A vincere è stata la Selva grazie al fantino Silvano Mulas detto Voglia su Fedora Saura, con il tempo di 1’15”82.

Ordine ai canapi:

  • Insomma – Drago – Alessio Migheli detto Girolamo
  • Elimia – Bruco – Virginio Zedde detto Lo Zedde
  • Lampante – Giraffa – Gianluca Fais detto Vittorio
  • Elfo di Montalbo – Istrice – Francesco Carìa detto Tremendo
  • Leo Lui – Torre – Antonio Siri
  • Giove Deus – Onda – Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
  • Gammede – Aquila – Federico Ghiani
  • Giostreddu – Leocorno – Giuseppe Zedde detto Gingillo
  • Istriceddu – Nicchio – Gigi Bruschelli detto Trecciolino
  • Fedora Saura – Selva – Silvano Mulas detto Voglia (di rincorsa, vince)

Come da Regolamento, l’ordine d’ingresso della terza prova segue quello dell’estrazione della Contrade per l’assegnazione dei cavalli alla tratta.

Una leggera forzatura del canape provoca l’invalidazione della prima partenza (da cui era uscito comunque molto forte il Nicchio, seguito da Istrice e Onda). L’Istrice scatta ancora bene seguito da Aquila, Bruco (buona la sua partenza) e Selva; quest’ultima passa in testa dopo un giro e mezzo e sembra provare bene le traiettorie fino alla fine.

L’aggiornamento sulla quarta prova è previsto domani dopo le ore 9:00


Articoli correlati[]

  • «Seconda prova del Palio alla Contrada dell’Onda» – Wikinotizie, 30 giugno 2010

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

June 29, 2010

Categoria:29 giugno 2010

Filed under: Giugno 2010 — admin @ 5:00 am

Categoria:29 giugno 2010 – Wikinotizie

Categoria:29 giugno 2010

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca
30 giugno 2010 »

Questa categoria raccoglie tutti gli articoli relativi ad avvenimenti accaduti il 29 giugno 2010, o scritti in quel giorno.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Siena: assegnati i cavalli alle contrade per il Palio del 2 luglio

Siena: assegnati i cavalli alle contrade per il Palio del 2 luglio

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 29 giugno 2010

Wikinotizie segue i quattro giorni del Palio di Siena in tempo reale.

L’urna da cui si estraggono le ghiandine degli abbinamenti.

I numeri di orecchio e coscia dei cavalli, cui si aggiungono i nomi delle Contrade che li ricevono in sorte.

Ad estrazione completata suonano le chiarine d’argento.

Si sono svolte oggi in Piazza del Campo a Siena le operazioni della Tratta, ossia l’assegnazione dei cavalli alle contrade che correranno il Palio del 2 luglio.

La mattina era iniziata con le cinque batterie di selezione attraverso le quali i Capitani delle contrade hanno avuto la possibilità di scegliere i dieci barberi più adatti alla pista, sui trentatré presenti. Alle ore 13.30 è iniziata l’operazione di sorteggio per l’assegnazione dei cavalli alle contrade, conclusasi alle 13.50 con il seguente esito:

Numero orecchio Numero coscia Cavallo Contrada Ordine di estrazione
1 2 Fedora Saura Selva 10
2 3 Elimia Bruco 2
3 13 Insomma Drago 1
4 14 Giostreddu Leocorno 8
5 17 Lampante Giraffa 3
6 18 Elfo di Montalbo Istrice 4
7 23 Istriceddu Nicchio 9
8 25 Gammede Aquila 7
9 26 Giove Deus Onda 6
10 5 Leo Lui Torre 5

Unico cavallo esordiente è Giostreddu. Tra gli altri, hanno già vinto il Palio: Fedora Saura (luglio 2007) e Istriceddu (agosto 2009). Proprio Fedora aveva già corso nella Selva nel luglio 2006.

Escluso dal lotto dei dieci il due volte vincitore Già del Menhir, cavallo di proprietà del presidente della Banca Monte dei Paschi di Siena Giuseppe Mussari.


Articoli correlati[]

  • «Si completa il quadro per il Palio di Siena del 2 luglio» – Wikinotizie, 30 maggio 2010

Fonti[]

Collegamenti esterni[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Calcio, Mondiali 2010: i rigori dicono Paraguay

Calcio, Mondiali 2010: i rigori dicono Paraguay

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca
Soccerball.svg

Segui lo Speciale Mondiali 2010 su Wikinotizie!

Pretoria, martedì 29 giugno 2010

Nelson Haedo Valdez, autore del quarto rigore in favore del Paraguay

Sarebbe stata comunque una prima volta. Paraguay e Giappone scendono in campo al Loftus Versfeld Stadium di Pretoria con la consapevolezza di essere molto vicini all’ingresso nella storia calcistica delle rispettive nazioni.

La tensione della posta in palio è evidente e la partita si rivela poco spettacolare; saranno infatti poche le occasioni da rete da entrambe le parti.

Dopo circa 20 minuti senza grossi spunti, la partita si anima improvvisamente grazie a Lucas Barrios, che dopo uno spunto personale calcia verso la porta nipponica, ma Eiji Kawashima para. Risponde immediatamente il Giappone, con Daisuke Matsui, che calcia dalla distanza ma colpisce la traversa. Roque Santa Cruz si rende pericoloso al 29′, calciando di sinistro: la palla finisce di poco a lato. Dieci minuti più tardi, è Keisuke Honda a provare il tiro, anch’egli di sinistro, su suggerimento di Matsui: anche la conclusione dell’attaccante del CSKA Mosca finisce fuori non di molto.

Nella ripresa la partita è più movimentata ma si registrano poche occasioni, così come nella prima parte di gara, equamente ripartite. Ci prova Néstor Ortigoza, che ben servito da Barrios attende troppo prima di concludere e viene anticipato, poi è la volta di Yuto Nagatomo, che tira dalla distanza, ma la sua conclusione, deviata, è facile preda del portiere Justo Villar. Al 59′ Cristian Riveros colpisce di testa su cross di Claudio Morel, ma Kawashima controlla bene il pallone. L’ultima occasione dei tempi regolamentari porta la firma di Marcus Tulio Tanaka che al 62′ calcia di poco a lato sugli sviluppi di un angolo.

Succede poco per la mezz’ora successiva, così, sul punteggio di 0-0, sono necessari i tempi supplementari. Anche nel prolungamento, le due squadre si affrontano alla pari ma, complice la stanchezza, non arriva il gol che sblocca l’incontro.

Si va quindi ai calci di rigore. I paraguaiani sono infallibili e realizzano tutti i 5 tiri dal dischetto, il Giappone sbaglia il terzo con Yūichi Komano, consegnando la qualificazione alla nazionale sudamericana. Stasera, al termine dell’incontro Spagna-Portogallo, conosceremo l’avversaria della selezione di Gerardo Martino.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Calcio, Mondiali 2010: Villa-gol trascina la Spagna, Portogallo ko

Calcio, Mondiali 2010: Villa-gol trascina la Spagna, Portogallo ko

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca
Soccerball.svg

Segui lo Speciale Mondiali 2010 su Wikinotizie!

Città del Capo, martedì 29 giugno 2010

Ci pensa ancora El Guaje. David Villa realizza il quarto gol del suo mondiale, raggiungendo in testa alla classifica marcatori Higuaín e Vittek, e trascina la Spagna al successo sul Portogallo, che vale la qualificazione ai quarti di finale, dove le Furie Rosse affronteranno il Paraguay.

I primissimi minuti sono di marca spagnola: prima Fernando Torres al 2′, poi Villa al 4′, tentano la conclusione a girare, ma in entrambi i casi il portiere lusitano Eduardo si dimostra all’altezza, sventando i pericoli e mantenendo la sua porta imbattuta (nessun gol subito nelle prime 3 gare).

Torres e Villa si rendono ancora pericolosi pochi minuti dopo, poi l’offensiva spagnola rallenta ed entra in partita anche la squadra portoghese: al 21′ ci prova dalla distanza Tiago Mendes, che impegna Iker Casillas. Lo stesso portiere spagnolo rischia la papera 7 minuti più tardi su tiro di Cristiano Ronaldo, ma Gerard Piqué risolve la situazione.

Al 30′, un tentato cross di Villa diventa un tiro, che si spegne appena sopra la traversa. Al 39′, dall’altra parte del campo, Raul Meireles serve un buon pallone a Hugo Almeida, che di testa non centra la porta. Si va al riposo sullo 0-0 dopo un primo tempo sostanzialmente equilibrato.

Alla ripresa del gioco, nessuna delle due squadre riesce a prendere il sopravvento, fino al 60′, quando Fernando Llorente, neo entrato, mette subito in difficoltà Eduardo con un colpo di testa. Un minuto dopo, un tiro a giro di Villa si spegne di un niente a lato.

Al 63′ si sblocca il risultato: su passaggio filtrante di Andrés Iniesta, Xavi prolunga di tacco per Villa, in posizione di millimetrico off-side, che tira una prima volta, Eduardo respinge, ma lo stesso Villa è rapido a ribattere sotto la traversa e mettere in rete.

Dopo la rete degli spagnoli, ci si attende una reazione d’orgoglio di Ronaldo e compagni, ma è ancora la Spagna a rendersi pericolosa con Sergio Ramos. Il Portogallo non riesce più ad impensierire gli avversari, che controllano agevolmente gli ultimi minuti di gara, assicurandosi la qualificazione ai quarti, dove li aspetta il Paraguay.

Si concludono qui gli ottavi di finale e dopo 19 giorni consecutivi di gare, il mondiale si prende una pausa di 2 giorni. Venerdì 2 luglio vedremo Olanda-Brasile e Uruguay-Ghana.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Al Nicchio la prima delle sei prove del Palio di luglio

Al Nicchio la prima delle sei prove del Palio di luglio

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 29 giugno 2010

Istriceddu, qui ritratto prima della vittoria di agosto 2009 per la Civetta.

Wikinotizie segue i quattro giorni del Palio di Siena in tempo reale.

Come da rituale si è appena corsa in Piazza del Campo a Siena la prima delle sei prove in vista del Palio di Provenzano di venerdì prossimo.

Ordine ai canapi:

  • Lampante – Giraffa – Gianluca Fais detto Vittorio
  • Leo Lui – Torre – Antonio Siri
  • Giostreddu – Leocorno – Giuseppe Zedde detto Gingillo
  • Istriceddu – Nicchio – Gigi Bruschelli detto Trecciolino (vince)
  • Elimia – Bruco – Virginio Zedde detto Lo Zedde
  • Fedora Saura – Selva – Silvano Mulas detto Voglia
  • Gammede – Aquila – Federico Ghiani
  • Giove Deus – Onda – Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
  • Elfo di Montalbo – Istrice – Francesco Carìa detto Tremendo
  • Insomma – Drago – Alessio Migheli detto Girolamo (di rincorsa)

Nella prima prova le contrade prendono posto all’interno del canape seguendo l’ordine nel quale furono estratte a sorte per partecipare al Palio.

Un po’ di nervosismo tra i canapi per Fedora Saura, al via buoni gli spunti di Giraffa e Torre ma è il Nicchio a guadagnare quasi da subito la testa della corsa, seguito da Istrice e Selva; è poi quest’ultima a portarsi in prima posizione al secondo San Martino con un galoppo abbastanza sostenuto. Rallenta nel finale sorpassata proprio all’ultimo colonnino da Bruschelli e Istriceddu.

L’aggiornamento sulla seconda prova è previsto domani dopo le ore 9.00


Articoli correlati[]

  • «Siena: assegnati i cavalli alle contrade per il Palio del 2 luglio» – Wikinotizie, 29 giugno 2010

Fonti[]

Collegamenti esterni[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Mafia: condanna di sette anni per il senatore Marcello Dell\’Utri

Mafia: condanna di sette anni per il senatore Marcello Dell’Utri

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Palermo, martedì 29 giugno 2010

Marcello Dell’Utri è senatore della Repubblica dal 2001

Questa mattina la seconda sezione della Corte d’appello di Palermo ha condannato a sette anni di reclusione il senatore del Popolo della Libertà Marcello Dell’Utri, colpevole di concorso esterno in associazione mafiosa, e ha così modificato la sentenza del giudizio di primo grado, nove anni di pena.

Il collegio della Corte d’appello è rimasto in camera di consiglio per sei giorni, proclamando oggi la nuova condanna. Sono stati contestati i fatti relativi al periodo precedente al 1992, ovvero gli stretti rapporti intrattenuti con le organizzazioni mafiose di Stefano Bontade, Totò Riina e Bernardo Provenzano sino alla stagione delle stragi di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Dell’Utri è stato invece assolto per quanto riguarda le condotte subito successive al 1992, ovvero quelle legate al presunto “patto” tra lo Stato e la mafia e alle dichiarazioni di Gaspare Spatuzza, perché «il fatto non sussiste». La corte ha inoltre dichiarato di non aver proceduto nei confronti dell’altro imputato del 2004, Gaetano Cinà, considerato l’intermediario fra Dell’Utri e l’organizzazione mafiosa, essendo questi deceduto nel 2006.

La sentenza di primo grado, emessa dal tribunale di Palermo l’11 dicembre 2004 dopo ben tredici giorni di seduta e riformata oggi dopo quasi sei anni, aveva stabilito una pena di nove anni di reclusione per il senatore, unitamente a due anni di libertà vigilata, interdizione perpetua dai pubblici uffici e risarcimento danni alle parti civili.

Dell’Utri non era presente alla lettura della nuova condanna; rimasto a Milano per una conferenza stampa, ha commentato: «È una sentenza pilatesca, hanno dato un contentino alla procura palermitana e una grossa soddisfazione all’imputato, perché hanno escluso tutto ciò che riguarda le ipotesi dal 1992 in poi». Il procuratore aggiunto di Palermo Antonio Ingroia ha invece commentato: «Mi sorprende il fatto che Dell’Utri esprima soddisfazione per una condanna a 7 anni per un reato gravissimo, mi preoccupa che si parli di una realtà rovesciata».

Articoli correlati

  • «Confermata condanna a Dell’Utri e Vincenzo Virga per tentata estorsione» – Wikinotizie, 15 maggio 2007


Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Giorgio Napolitano compie 85 anni, gli auguri delle istituzioni

Giorgio Napolitano compie 85 anni, gli auguri delle istituzioni

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 29 giugno 2010

Giorgio Napolitano

Quest’oggi, 29 giugno, il Presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano, compie 85 anni. Rituali auguri di buon compleanno sono giunti dai principali esponenti politici e delle istituzioni italiane.

  • Renato Schifani, Presidente del Senato della Repubblica:
« Caro Presidente, nella gioiosa ricorrenza del suo compleanno desidero farle pervenire i più sinceri auguri, anche a nome dei colleghi senatori. Il suo incessante impegno nella tutela della Costituzione e la sua inesauribile attenzione verso il dialogo tra le Istituzioni continuano a rappresentare un esempio per tutti coloro che ricoprono un ruolo importante nella salvaguardia dei valori della nostra democrazia. Con i sensi immutati della mia più alta stima e considerazione e un pensiero di sincera amicizia »
  • Francesco Amirante, Presidente della Corte Costituzionale:
« Signor Presidente, nell’esprimerLe a nome della Corte la profonda gratitudine per la costante opera di vigile custode dell’unità nazionale e dell’equilibrio tra le istituzioni, formulo per Lei e per la Sua famiglia gli auguri più affettuosi di benessere e serenità »
  • Ignazio La Russa, Ministro della Difesa:
« In occasione del Suo compleanno desidero rivolgerLe gli auguri più fervidi e sentiti, a nome delle Forze Armate e mio personale »
  • Vannino Chiti, vice-presidente del Senato:
« Caro Presidente, ti giungano i miei auguri più sinceri in occasione del tuo compleanno, ai quali unisco il mio affetto, la stima e la gratitudine per la tua azione di Capo dello Stato, che e’ un riferimento per tutto il Paese e da’ fiducia nel nostro futuro »

Il presidente della Camera dei Deputati, Gianfranco Fini, ha invece preferito telefonare al presidente Napolitano da Tunisi, dove si trova per impegni istituzionali.


Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.
Older Posts »

Powered by WordPress