Wiki Actu it

November 10, 2010

Mondiale di volley femminile: Italia eliminata

Mondiale di volley femminile: Italia eliminata

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

mercoledì 10 novembre 2010

Beach volleyball ball.png

Italia che subisce la prima sconfitta nella seconda fase del Mondiale di volley femminile in corso in Giappone. Le azzurre per passare alle semifinali dovevano sperare in una sconfitta degli Stati Uniti contro il Brasile e quindi sconfiggere Cuba con punteggi larghi. La partita fra Brasile e Stati Uniti si è giocata 4 ore e mezza prima di quella delle azzurre, e il successo delle brasiliane per 3-1 faceva ben sperare, soprattutto dopo che le ragazze allenate da Barbolini hanno conquistato il primo set imponendosi con il netto parziale di 25-16. Il secondo set vinto da Cuba 26-24 e il terzo conquistato dalle azzurre 25-21 hanno però spento l’entusiasmo e così Cuba è riuscita a pareggiare i conti nel quarto set, portato a casa 25-23. In un tie break combattutissimo le caraibiche hanno poi vinto 24-22. Ora l’Italia disputerà le finali per il 5°-8° posto in qualità di quarta classificata del proprio girone e affronterà in semifinale la Serbia, terza del girone E. Nell’altra semifinale la Germania, terza nel gruppo F, affronterà la Turchia.

In semifinale, accanto alle già qualificate Brasile, Russia e Giappone, approdano così gli Stati Uniti che se la vedranno con le russe, vincitrici dell’ultima edizione. Il Brasile sfiderà invece le padrone di casa del Giappone.

Polonia, Cina, Cuba e Paesi Bassi lotteranno per il 9°-12° posto.

Di seguito il quadro completo della quarta e ultima giornata della seconda fase.

Risultati[]

Gruppo Incontri Risultati Set Punti totali Durata Spettatori
1 2 3 4 5
E Flag of Peru.svg Perù – Flag of the People's Republic of China.svg Cina 0 – 3 17-25 22-25 21-25 60 – 75 1h:10 500
E Flag of Serbia.svg SerbiaFlag of South Korea.svg Corea del Sud 3 – 0 25-17 25-22 25-16 77 – 55 1h:11 1.000
E Flag of Poland.svg PoloniaFlag of Turkey.svg Turchia 3 – 1 25-23 24-26 27-25 25-22 101 – 96 1h:51 1.730
E Flag of Japan.svg Giappone – Flag of Russia.svg Russia 1 – 3 21-25 14-25 25-23 13-25 73 – 98
F Flag of the Czech Republic.svg Repubblica Ceca- Flag of Thailand.svg Thailandia 1 – 3 25-16 18-25 20-25 23-25 86 – 91 1h:36 612
F Flag of Brazil.svg BrasileFlag of the United States.svg Stati Uniti 3 – 1 25-19 24-26 25-19 25-23 99 – 87 1h:45 1.351
F Flag of the Netherlands.svg Paesi Bassi – Flag of Germany.svg Germania 1 – 3 12-25 14-25 25-19 25-27 76 – 96 1h:35 1.033
F Flag of Italy.svg Italia – Flag of Cuba.svg Cuba 2 – 3 25-16 24-26 25-21 23-25 22-24 119 – 112 1h:59 962

Classifiche[]

Gruppo E[]

Pos Nazione Punti Partite Punti Ratio Set Ratio
Giocate Vinte Perse Fatti Subiti Vinti Persi
1 Flag of Russia.svg Russia 14 7 7 0 600 448 1.339 21 3 7.000
2 Flag of Japan.svg Giappone 12 7 5 2 644 616 1.045 17 11 1.545
3 Flag of Serbia.svg Serbia 11 7 4 3 556 577 0.964 13 12 1.083
4 Flag of Turkey.svg Turchia 10 7 3 4 598 583 1.026 14 13 1.077
5 Flag of Poland.svg Polonia 10 7 3 4 612 604 1.013 12 15 0.800
6 Flag of the People's Republic of China.svg Cina 10 7 3 4 543 549 0.989 11 13 0.846
7 Flag of South Korea.svg Corea del Sud 10 7 3 4 569 600 0.948 12 15 0.800
8 Flag of Peru.svg Perù 7 7 0 7 442 587 0.753 3 21 0.143

Gruppo F[]

Pos Nazione Punti Partite Punti Ratio Set Ratio
Giocate Vinte Perse Fatti Subiti Vinti Persi
1 Flag of Brazil.svg Brasile 14 7 7 0 607 461 1.317 21 4 5.250
2 Flag of the United States.svg Stati Uniti 12 7 5 2 605 555 1.090 17 8 2.125
3 Flag of Germany.svg Germania 11 7 4 3 514 475 1.082 13 10 1.300
4 Flag of Italy.svg Italia 11 7 4 3 668 629 1.062 16 13 1.231
5 Flag of Cuba.svg Cuba 10 7 3 4 604 660 0.915 12 15 0.800
6 Flag of the Netherlands.svg Paesi Bassi 9 7 2 5 553 573 0.965 10 16 0.625
7 Flag of Thailand.svg Thailandia 9 7 2 5 470 577 0.815 7 17 0.412
8 Flag of the Czech Republic.svg Repubblica Ceca 8 7 1 6 555 646 0.859 7 20 0.350


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Emiliano Pagani, autore di X-Nerd: I supereroi vanno in giro vestiti come i Cugini di Campagna

Emiliano Pagani, autore di X-Nerd: I supereroi vanno in giro vestiti come i Cugini di Campagna

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Emiliano Pagani

mercoledì 10 novembre 2010
Emiliano Pagani è un fumettista italiano, famoso soprattutto per Don Zauker, che ha creato assieme a Daniele Caluri. Oltre al nuovo volume dedicato al prete esorcista però a Lucca Comics and Games 2010 ha presentato anche X-Nerd – Eroi di pace, realizzato assieme a Laca e ad Andrea Piccardo.

Fai clic sul bottone qua sotto per ascoltare l’intervista realizzata da Niccolò Caranti per Sanbaradio e pubblicata con una licenza Creative Commons.

Gnome-dialog-question.svg
Intervista a Emiliano Pagani (info file)
© Niccolò Caranti / Sanbaradio / CC-BY-2.5


Articoli correlati[]

  • «Cosa preferisci, l’inferno o il paradiso? Intervista a Emiliano Pagani e Daniele Caluri, autori di Don Zauker» – Wikinotizie, 9 novembre 2010

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Categoria:10 novembre 2010

Filed under: Novembre 2010 — admin @ 5:00 am

Categoria:10 novembre 2010 – Wikinotizie

Categoria:10 novembre 2010

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Questa categoria raccoglie tutti gli articoli relativi ad avvenimenti accaduti il 10 novembre 2010, o scritti in quel giorno.

Pagine nella categoria “10 novembre 2010”

Questa categoria contiene le 2 pagine indicate di seguito, su un totale di 2.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress