Wiki Actu it

December 31, 2010

Auguri dallo spazio

Auguri dallo spazio – Wikinotizie

Auguri dallo spazio

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Roma, venerdì 31 dicembre 2010

Paolo Nespoli e “Cady” Coleman augurano buone feste dalla ISS.

Di fronte ad un pubblico attento e meravigliato, i membri del volo astronautico Sojuz TMA-20 hanno effettuato il loro primo collegamento A/V in diretta dalla ISS: la Stazione Spaziale Internazionale in orbita attorno al nostro pianeta a 350 km di altezza. La ISS operativa dal 2000 può ospitare un equipaggio di sei persone in contemporanea e la Expedition 26 che è attualmente in corso, è composta dai tre membri: il russo Dmitry Kondratyev, l’americana Catherine Coleman e l’italiano Paolo Nespoli.

I tre astronauti, che rappresentano rispettivamente le agenzie Roscosmos, NASA ed ESA, rimarrano in orbita fino al 16 maggio 2011, periodo nel quale condurranno diversi esperimenti scientifici per conto dell’ESA e di altre agenzie spaziali.

La missione dell’astronauta italiano è stata denominata MagISStra, nome che combina la parola latina “magistra”(maestra) e l’acronimo anglosassone ISS (International Space Station). Durante questa missione il nostro connazionale Paolo Nespoli svolgerà un intenso programma di esperimenti che riguarderanno il monitoraggio delle radiazioni ed una serie di studi sulle percezioni visive.

Oltre alla numerosa lista dei compiti che dovranno svolgere i tre astronauti, in questa missione è stata data molta importanza alle comunicazioni con la Terra e in special modo attraverso le nuove piattaforme di Social Networking tra cui Twitter e il canale multimediale YouTube. Ed è proprio in questo contesto che è stato inserito il collegamento con il Planetario di Roma. Durante la diretta Nespoli ha infatti affermato ” È affascinante poter parlare e dialogare con tutti anche in questo modo. Ora stiamo cercando di espanderci dal punto di vista tecnologico per riuscire a portare il pubblico qui, con noi, nella nostra realtà di tutti i giorni.” Successivamente insieme all’americana “Cady” Coleman, Nespoli ha indossato un simpatico cappellino natalizio e ha inviato i suoi auguri a tutti gli abitanti della Terra.

Dopo il collegamento, Simonetta Di Pippo (direttore Human Space Flight, Esa), Vincenzo Vomero (direttore del Planetario e Museo Astronomico di Roma) e Massimo Sabbatini (Capo del Centro Erasmus) hanno risposto alle domande del pubblico e dei giornalisti presenti all’evento, illustrando con l’ausilio dei mezzi messi a disposizione dal Planetario di Roma i vari aspetti della missione spaziale.


Fonti[]


Notizia originale
Questo articolo contiene notizie di prima mano comunicate da parte di uno o più contribuenti della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Categoria:31 dicembre 2010

Filed under: Dicembre 2010 — admin @ 5:00 am

Categoria:31 dicembre 2010 – Wikinotizie

Categoria:31 dicembre 2010

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Questa categoria raccoglie tutti gli articoli relativi ad avvenimenti accaduti il 31 dicembre 2010, o scritti in quel giorno.

Pagine nella categoria “31 dicembre 2010”

Questa categoria contiene un’unica pagina, indicata di seguito.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

December 30, 2010

Aveva falsamente accusato un uomo di stupro: niente carcere

Aveva falsamente accusato un uomo di stupro: niente carcere

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Inghilterra, giovedì 30 dicembre 2010

Milton Keynes – Una 29enne è stata condannata per aver falsamente dichiarato di essere stata violentata da un uomo che per questo ha passato otto ore in carcere, ma le è stata concessa la sospensione della pena. Non sconterà quindi un solo giorno.

La donna aveva dichiarato alla polizia di essere stata stuprata. Un 28enne è stato per questo arrestato e rilasciato solo dopo che la falsa vittima ha confessato di essersi inventata tutto. «L’investigazione di false o maliziose accuse di violenza sessuale devia molte risorse dalla prevenzione di crimini veri con vittime vere. Noi prenderemo seri provvedimenti contro chiunque riporti un falso crimine e faccia sprecare tempo alla polizia» ha dichiarato il detective Darren Street che ha condotto l’indagine.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Hawaii: donna ruba 13mila dollari da una scuola elementare

Hawaii: donna ruba 13mila dollari da una scuola elementare

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Hawaii, giovedì 30 dicembre 2010

Honululu – Il giudice hawaiano Richard Perkins ha condannato Janel Echiberi, una donna di 35 anni, per aver rubato 13mila dollari da una scuola americana alla restituzione della somma senza gli interessi ed a 450 ore di servizio per la comunità. Non ha invece inflitto il pagamento di una multa, o una sanzione detentiva: il crimine sarà inoltre cancellato dalla fedina penale della donna se essa non commetterà altri reati per i prossimi 5 anni.

La difesa di Echiberi aveva argomentato che la donna si trovava in gravi condizioni economiche in quanto madre di tre figli e recentemente colpita dal lutto della madre, a cui era particolarmente legata. «Ci sono state pressioni che hanno portato Ms. Echiberi a commettere il furto» ha dichiarato il legale. Nella lista di oggetti acquistati dalla 35enne la procura ha rilevato un letto di taglia reale, una televisione ad alta definizione e una telecamera digitale.

«Molte persone che commettono un furto pensano che restituendo indietro il denaro sia tutto OK» ha affermato il procuratore Christopher Young «ma il prezzo per aver preso quei soldi quale dovrebbe essere?». Il giudice ha rigettato la richiesta di una multa per la Echiberi.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Categoria:30 dicembre 2010

Filed under: Dicembre 2010 — admin @ 5:00 am

Categoria:30 dicembre 2010 – Wikinotizie

Categoria:30 dicembre 2010

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Questa categoria raccoglie tutti gli articoli relativi ad avvenimenti accaduti il 30 dicembre 2010, o scritti in quel giorno.

Pagine nella categoria “30 dicembre 2010”

Questa categoria contiene le 2 pagine indicate di seguito, su un totale di 2.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

December 29, 2010

Fermati coniugi specializzati in furti di automobili

Filed under: Campania,Europa,Giustizia e criminalità,Italia,Pubblicati — admin @ 5:00 am

Fermati coniugi specializzati in furti di automobili

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Campania, mercoledì 29 dicembre 2010

Erano i Bonnie e Clyde del casertano, prima che i Carabinieri ponessero fine alle loro scorribande. Così Santo Perfetto, 39enne, è finito in carcere mentre la moglie Anna Negri è stata sottoposta all’obbligo di dimora nel paese di Lusciano. I due operavano nella Val Telesina, approfittando dell’ingenuità di alcune persone che lasciavano le proprie autovetture con le portiere aperte e le chiavi inserite.

Nel napoletano, a Pollena Trocchia, una coppia di coniugi è stata invece sorpresa con diverse dosi di cocaina in casa. Le forze dell’ordine hanno rinvenuto nella loro abitazione 7 grammi di droga e 435 euro in contanti. L’uomo, Domenico Rivieccio, è finito nel carcere di Poggioreale mentre alla donna, Arcamaria Visone, sono stati concessi gli arresti domiciliari.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Categoria:29 dicembre 2010

Filed under: Dicembre 2010 — admin @ 5:00 am

Categoria:29 dicembre 2010 – Wikinotizie

Categoria:29 dicembre 2010

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Questa categoria raccoglie tutti gli articoli relativi ad avvenimenti accaduti il 29 dicembre 2010, o scritti in quel giorno.

Pagine nella categoria “29 dicembre 2010”

Questa categoria contiene un’unica pagina, indicata di seguito.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

December 28, 2010

Madre strangola la figlia: niente carcere

Madre strangola la figlia: niente carcere

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 28 dicembre 2010

La città di Calgary

Calgary, Canada – Ha strangolato la figlia, ma non sconterà un giorno di carcere. Questo il verdetto espresso dal giudice Sal LoVecchio nei confronti di Aset Magomadova, 41enne proveniente dalla Cecenia, alla quale è stato imposto in sostituzione alla detenzione l’obbligo di seguire un percorso per la gestione della rabbia. Oggi la decisione della Corona britannica di ricorrere in appello contro questa sentenza, a fronte di una richiesta iniziale di 12 anni di reclusione.

La Magomadova ha dichiarato di aver reagito dopo essere stata minacciata dalla figlia 14enne con un coltello, afferrandola per la sciarpa con la quale l’ha poi strozzata. Il giudice ha deciso che non era intenzione della donna uccidere, da cui la condanna per omicidio non intenzionale con pena sospesa. «A prima vista potrebbe sembrare che io abbia concesso una carta “esci gratis di prigione”. Ma non è così» ha dichiarato il magistrato, che ha rigettato la legittima difesa ma che ha deciso di non assegnare il carcere perché una decisione simile sarebbe stata più simile «ad una vendetta». Magomadova dovrà sottostare alle condizioni imposte per un periodo di tre anni; LoVecchio ha puntualizzato varie volte che se violerà i termini, verrà incarcerata.

L’avvocato della cecena ha fatto presente alla Corte che la sua assistita ha sofferto molto nella sua vita. Il marito è morto in Cecenia ucciso da una bomba e l’altro suo figlio ha una malattia terminale. «Io non vedo in che maniera, per una donna con questo background, il carcere possa risolvere qualcosa. La legge consente quello che il giudice ha deciso, e comunque Magomadova dovrà rimanere per tre anni in libertà condizionale rispettando vincoli molto stringenti» ha dichiarato il legale. «Lei dovrà portarsi questo dolore per il resto della sua vita. Non è assolutamente un pericolo per la comunità. Ha già suo figlio da accudire e penso che questo basti» è stato invece il commento di Marilyn Millions, esponente di un gruppo ecclesiastico che l’ha sponsorizzata.


Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Apprensione per due intellettuali berberi libici

Apprensione per due intellettuali berberi libici

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 28 dicembre 2010

Vermondo Brugnatelli

C’è grande apprensione per la sorte di due intellettuali berberi libici che probabilmente sono stati arrestati il 14 dicembre, la cui casa è stata perquisita con la requisizione di tutti i loro libri. Si tratta dei fratelli Buzakhar, noti studiosi di cultura e lingua berbera, in una Libia che, invece, lascia spazio solo alla maggioranza araba.

Lo denuncia il professor Vermondo Brugnatelli, docente all’Università Bicocca di Milano, presidente dell’Associazione Culturale Berbera che ha rivolto un accorato appello alle autorità italiane chiedendo che si facciano passi ufficiali con le autorità di Tripoli. Nello scorso novembre uno dei due berberi, Madghis Buzakhar, è stato a Milano per uno stage dell’azienda per cui lavora, ed aveva parlato con il professor Brugnatelli di tematiche esclusivamente culturali e non politiche.

I rapporti tra chi difende l’antica cultura berbera e le autorità libiche stanno diventando sempre più difficili, anche perché i berberi seguono la particolare scuola ibadita, osteggiata dagli altri sunniti.


Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Categoria:28 dicembre 2010

Filed under: Dicembre 2010 — admin @ 5:00 am

Categoria:28 dicembre 2010 – Wikinotizie

Categoria:28 dicembre 2010

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Questa categoria raccoglie tutti gli articoli relativi ad avvenimenti accaduti il 28 dicembre 2010, o scritti in quel giorno.

Pagine nella categoria “28 dicembre 2010”

Questa categoria contiene le 2 pagine indicate di seguito, su un totale di 2.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.
Older Posts »

Powered by WordPress