Wiki Actu it

May 20, 2012

Napoli: convegno sui beni sequestrati alla Camorra

Napoli: convegno sui beni sequestrati alla Camorra

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 20 maggio 2012

Si è svolto l’altro ieri a Napoli presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università Federico II un convegno sulle più recenti iniziative legislative in materia di lotta alla Camorra, in particolare sul processo di valutazione per l’accesso ai beni sequestrati alla criminalità organizzata ai fini del riscatto del territorio. L’evento è iniziato con un filmato in memoria dei due eventi che hanno determinato l’inizio di una nuova strategia di lotta alla mafia: gli omicidi di Pio La Torre (30 aprile 1982) e Giovanni Falcone (23 maggio 1992). La criminologia, infatti, in base alla letteratura più recente, è giunta alla conclusione che non basta solo perseguire penalmente i responsabili di tali delitti ma che occorre colpire le organizzazioni criminali nel proprio patrimonio in modo da restituire i valori di legalità al territorio ed alla comunità civile.

Fino ad oggi solo in Campania ci sono state circa 6000 aziende sequestrate per un valore complessivo di circa 6 milioni di euro. Considerando che trascorrono circa 6-8 anni dal sequestro all’utilizzo del bene patrimoniale, l’amministrazione giudiziaria ha una duplice responsabilità: verso lo Stato perché deve dare conto della propria attività e verso il soggetto titolare del bene perché, se il fatto non sussiste, l’indagato può rivalersi sull’amministrazione giudiziaria per ottenere un risarcimento.

In base ai dati relativi alle indagini su alcuni casi è emerso che la maggior parte delle aziende sequestrate fa largo uso di personale assunto dal mercato nero, evitando di consultare l’erario e gli istituti previdenziali necessari per la regolarizzazione delle pratiche di assunzione. Paradossalmente lo Stato diventa un problema a causa dei controlli che deve effettuare con ricadute sui costi e sulla pubblica amministrazione. Dal lato del ricavo, i soggetti delle aziende internazionali hanno subito un tracollo di fatturato e falliscono anche se ottengono il risarcimento. Se invece il sequestro passa in giudicato, il bene è restituito al territorio per fini sociali o culturali con grande sollievo per la lotta al crimine organizzato. A tal proposito si avanzano due proposte di intervento: non far pagare le sanzioni all’amministrazione giudiziaria e non far pagare le imposte sul reddito nel periodo durante il quale avvengono i controlli. Se l’azienda dovesse essere sequestrata, da quel momento si pagherebbero le tasse. La proposta è approvata all’unanimità.

Il dott. Baldascino fa notare che il 30 aprile ha riaperto l’Ieva Group con 50 dipendenti e 100 automezzi impegnata nell’attività di corriere e trasporti che è passata da 30 milioni a 500 mila euro di fatturato in un anno perché non ha ricevuto nessun aiuto dallo Stato. «Che garanzie allora abbiamo che questa legge consenta una certa sostenibilità?» – dice lo stesso – «Il mercato oggi richiede una forte responsabilità e trasparenza cercando di monitorare e di migliorare il fund raising». Quindi al posto della Commissione sarebbe meglio introdurre un Osservatorio magari in seno all’assessorato o alla presidenza regionale con competenze in merito all’attuazione dei programmi.

Il dott. Allucci, amministratore delegato del “Consorzio Agrorinasce” denuncia il fatto che molti beni sequestrati alla Camorra sono stati vandalizzati o trascurati dalle stesse istituzioni perché quando un bene diventa pubblico ha bisogno di una serie di interventi di recupero e di tutela che richiedono ingenti finanziamenti (minimo 100 mila euro ciascuno). Ad esempio, per un progetto di un milione di euro l’amministrazione municipale locale deve contribuire per almeno l’1%, in tal modo la lotta alla Camorra costa 180 mila euro all’anno per ogni ente locale e, poiché i finanziamenti sono quasi del tutto pubblici, si gioca al rialzo con l’inevitabile incremento dei costi. Specialmente i beni destinati a fini sociali sono quelli che soffrono di più le lacune di questo sistema, meglio vanno le opportunità per i servizi di ristorazione.


Fonti[]


Notizia originale
Questo articolo contiene notizie di prima mano comunicate da parte di uno o più contribuenti della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.

Note[]

  1. Eventi e news di Facoltà. Facoltà di Scienze Politiche – Università degli Studi di Napoli “Federico II”. URL consultato il 20-05-2012. – fonte del link alla locandina

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Calcio, Serie B 2011-2012: 41ª giornata

Filed under: Calcio,Calcio italiano,Europa,Italia,Pubblicati,Sport — admin @ 5:00 am

Calcio, Serie B 2011-2012: 41ª giornata

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 20 maggio 2012
Sabato 19 e domenica 20 maggio 2012 si è giocata la 41ª giornata, nonché 20ª e penultima di ritorno, del campionato di serie B di calcio 2011-2012. In questa pagina i risultati dettagliati e la classifica.

Risultati[]

20 maggio 2012: risultati 20ª giornata di ritorno
Risultato
Verona Verona – Varese Varese 3 – 0
Torino Torino – Modena Modena 2 – 0
Bianconero ascolano.png Ascoli – Crotone Crotone 3 – 2
Brescia Brescia – Livorno Livorno 1 – 3
Cittadella Cittadella – Giallo e Blu (Strisce).png Juve Stabia 0 – 1
Rosso e Bianco (Diagonale).png Grosseto – Empoli Empoli 1 – 1
Rosso e Blu2.png Gubbio – Azzurro chiaro e Azzurro scuro.png AlbinoLeffe 1 – 2
Nero e Rosso (Strisce).png Nocerina – Bianco e Rosso (Croce) e Rosso.png Padova 3 – 0
Sassuolo Sassuolo – 600px Amaranto con R bianca.png Reggina 4 – 1
Vicenza Vicenza – Bari Bari 3 – 1
Sampdoria Sampdoria – Pescara Pescara 1 – 3

Dettagli[]

Anticipo del sabato[]

Verona
19 maggio 2012, ore 18:00 CEST
Verona Verona 3 – 0
referto
Varese Varese Marcantonio Bentegodi
Arbitro Riccardo Pinzani (Empoli)

Partita delle 12:30[]

Torino
20 maggio 2012, ore 12:30 CEST
Torino Torino 2 – 0
referto
Modena Modena Olimpico
Arbitro Leonardo Baracani (Firenze)

Partite della domenica pomeriggio[]

Ascoli Piceno
20 maggio 2012, ore 15:00 CEST
Bianconero ascolano.png Ascoli 3 – 2
referto
Crotone Crotone Cino e Lillo Del Duca
Arbitro Emilio Ostinelli (Como)
Brescia
20 maggio 2012, ore 15:00 CEST
Brescia Brescia 1 – 3
referto
Livorno Livorno Mario Rigamonti
Arbitro Gennaro Palazzino (Ciampino)
Cittadella
20 maggio 2012, ore 15:00 CEST
Cittadella Cittadella 0 – 1
referto
Giallo e Blu (Strisce).png Juve Stabia Piercesare Tombolato
Arbitro Marco Di Bello (Brindisi)
Grosseto
20 maggio 2012, ore 15:00 CEST
Rosso e Bianco (Diagonale).png Grosseto 1 – 1
referto
Empoli Empoli Carlo Zecchini
Arbitro Angelo Cervellera (Taranto)
Gubbio
20 maggio 2012, ore 15:00 CEST
Rosso e Blu2.png Gubbio 1 – 2
referto
Azzurro chiaro e Azzurro scuro.png AlbinoLeffe Pietro Barbetti
Arbitro Maurizio Mariani (Aprilia)
Nocera Inferiore
20 maggio 2012, ore 15:00 CEST
Nero e Rosso (Strisce).png Nocerina 3 – 0
referto
Bianco e Rosso (Croce) e Rosso.png Padova San Francesco d’Assisi
Arbitro Maurizio Ciampi (Roma 1)
Modena
20 maggio 2012, ore 15:00 CEST
Sassuolo Sassuolo 4 – 1
referto
600px Amaranto con R bianca.png Reggina Alberto Braglia
Arbitro Silvio Baratta (Salerno)
Vicenza
20 maggio 2012, ore 15:00 CEST
Vicenza Vicenza 3 – 1
referto
Bari Bari Romeo Menti
Arbitro Gianpaolo Calvarese (Teramo)

Partita delle 18:00[]

Genova
20 maggio 2012, ore 18:00 CEST
Sampdoria Sampdoria 1 – 3
referto
Pescara Pescara Luigi Ferraris
Arbitro Dino Tommasi (Bassano del Grappa)

Classifica[]

  • Ascoli, Bari, Juve Stabia e Crotone hanno rispettivamente 7, 6, 4 e 2 punti di penalità.
Classifica alla 20ª giornata di ritorno Pt
1uparrow green.svg 1. Torino Torino 82
1uparrow green.svg 2. Pescara Pescara 80
Noatunloopsong.png 3. Sassuolo Sassuolo 77
Noatunloopsong.png 4. Verona Verona 77
Noatunloopsong.png 5. Varese Varese 68
Noatunloopsong.png 6. Sampdoria Sampdoria 67
7. Bianco e Rosso (Croce) e Rosso.png Padova 63
8. Brescia Brescia 57
9. Giallo e Blu (Strisce).png Juve Stabia 57
10. 600px Amaranto con R bianca.png Reggina 55
11. Modena Modena 51
12. Rosso e Bianco (Diagonale).png Grosseto 49
13. Crotone Crotone 49
14. Cittadella Cittadella 48
15. Bari Bari 47
16. Bianconero ascolano.png Ascoli 46
17. Livorno Livorno 45
Noatunloopsong.png 18. Empoli Empoli 44
Noatunloopsong.png 19. Vicenza Vicenza 41
1downarrow red.svg 20. Nero e Rosso (Strisce).png Nocerina 40
1downarrow red.svg 21. Rosso e Blu2.png Gubbio 32
1downarrow red.svg 22. Azzurro chiaro e Azzurro scuro.png AlbinoLeffe 29


Fonti[]


Le giornate del campionato di Serie B 2011-2012

 1ª ·   2ª ·   3ª ·   4ª ·   5ª ·   6ª ·   7ª ·   8ª ·   9ª ·  10ª ·  11ª ·  12ª ·  13ª ·  14ª ·  15ª ·  16ª ·  17ª ·  18ª ·  19ª ·  20ª ·  21ª
22ª ·  23ª ·  24ª ·  25ª ·  26ª ·  27ª ·  28ª ·  29ª ·  30ª ·  31ª ·  32ª ·  33ª ·  34ª ·  35ª ·  36ª ·  37ª ·  38ª ·  39ª ·  40ª ·  41ª ·  42ª

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Terremoto del sesto grado in Emilia-Romagna

Terremoto del sesto grado in Emilia-Romagna

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 20 maggio 2012

La zona occidentale della provincia di Ferrara è quella maggiormente colpita dal sisma

Oggi, alle ore 4:04 CEST, una scossa di terremoto di magnitudo 6,0 ha colpito l’Emilia-Romagna. L’epicentro è stato a San Felice sul Panaro, nel Modenese, 36 chilometri a nord di Bologna, mentre l’ipocentro, secondo i rilievi del Servizio geologico degli Stati Uniti (USGS), si trova a soli 5,1 chilometri di profondità. La scossa è stata avvertita distintamente in Toscana, Veneto, Lombardia, Liguria, Trentino-Alto Adige e Friuli-Venezia Giulia. Particolarmente interessate le province di Modena e Ferrara, nonché la provincia di Bologna.

Il bilancio provvisorio del terremoto, di “forte intensità” secondo la descrizione della scala Richter, parla già di sei morti. Tra le vittime accertate ci sono quattro operai di tre diverse aziende – uno alla fonderia Tecopress di Dosso, frazione di Sant’Agostino, due al ceramificio di Sant’Agostino, uno in località Ponte Rodoni a Bondeno presso la Ursa, azienda di polistirolo – tutti travolti e uccisi dal crollo dei capannoni in cui stavano lavorando. Altre due persone, una donna tedesca di 37 anni a San Pietro in Casale e un’ultracentenaria a Sant’Agostino, sarebbero invece decedute per infarto.

Numerosi i crolli, e si riscontrano danni ingenti su molte chiese, campanili ed edifici storici. Proprio a Sant’Agostino è venuto giù un campanile, ma anche a Cento e a Finale Emilia – ove è crollata una casa, apparentemente disabitata – i danni agli edifici sono notevoli. In Veneto da segnalare il crollo di un vecchio fienile e di parte del tetto di una chiesa a Ficarolo, nel rodigino, oltre alla caduta di alcuni cornicioni nel padovano e danni ad alcuni campanili.

Poche ore prima del sisma delle 4:04, una scossa di grado 4,1 Richter aveva colpito la zona tra Modena, Mantova e Rovigo, senza però, a quanto sembra, causare particolari danni alla popolazione e alle costruzioni civili.

Alle 05:02 un’altra scossa scuote l’Emilia-Romagna. Il terremoto è di grado 5,1 della scala Richter. Alle 15:18 un’ulteriore scossa di grado 5,1 causa il crollo del lato di una chiesa ferendo un vigile del fuoco.


Fonti[]

CC-BY-SA icon.svg Articolo pubblicato con licenza CC BY-SA,
in quanto importato da Wikipedia.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Categoria:20 maggio 2012

Filed under: Maggio 2012 — admin @ 5:00 am
Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Questa categoria raccoglie tutti gli articoli relativi ad avvenimenti accaduti il 20 maggio 2012, o scritti in quel giorno.

Articoli nella categoria “20 maggio 2012”

Questa categoria contiene le 3 pagine indicate di seguito, su un totale di 3.

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

Powered by WordPress