Umbria, il lago Trasimeno in crisi idrica

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

martedì 12 agosto 2008

Barcone di 7 metri, foto dell’estate 2007

Lo stesso barcone, abbandonato allo stesso ormeggio, nell’estate 2008

La mancanza di acqua negli ultimi due autunni ha portato ancora una volta il Lago Trasimeno, in Umbria, nuovamente in crisi idrica.

L’ultima fu nell’estate del 2003 (nota anche per la morte di migliaia di anziani e per gli incendi boschivi, sempre a causa del caldo estremo), quando le spiagge emersero per circa 100 metri e il livello del lago cadde di oltre un metro rispetto ai livelli di pochi anni prima, causa la siccità e la temperatura che rimase sui 40 gradi per tutto giugno, luglio e agosto, cosa largamente fuori della media stagionale.

Nel 2004-2006 le piogge furono molto copiose, specialmente dall’agosto al novembre 2005. Ma dall’estate del 2006 non c’è stata più una vera stagione delle piogge, nemmeno questa primavera, insolitamente fredda, ma più che altro ventosa anziché piovosa. Il vento in zona è la norma da anni, l’estate scorsa non c’è stata una sola giornata d’afa per questa ragione. Ma le precipitazioni sono state minime, mandando nuovamente in crisi il lago dopo il massimo ottenuto nel 2006.


Notizia originale
Questo articolo contiene notizie di prima mano comunicate da parte di uno o più contribuenti della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.