Motomondiale: ottavo titolo iridato per Valentino Rossi

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 28 settembre 2008

È per Rossi l’ottavo mondiale, il quinto in MotoGP.

Vincendo il Gran Premio del Giappone sul circuito di Motegi, proprio questa mattina Valentino Rossi ha conquistato il suo ottavo titolo iridato, il sesto nella massima categoria, in tredici anni di carriera sui tracciati del Motomondiale.

Casey Stoner su Ducati ha tagliato il traguardo in seconda posizione davanti a Daniel Pedrosa, terzo. Il distacco tra il pilota della Yamaha e l’australiano ha raggiunto i 92 punti, scarto incolmabile a sole tre gare dalla chiusura del campionato, visto che i punti disponibili sono al massimo 75. Il centauro di Tavullia ha vinto per la 96a volta su 207 gran premi disputati nelle tre classi.

“Scusate il ritardo” recitava la maglietta indossata da Rossi durante il giro d’onore. Il senso della scritta è chiaro: dopo aver perso il mondiale 2006, conquistato da Nicky Hayden, e quello del 2007, vinto da Casey Stoner, è arrivato per lui il momento della rivalsa.

«Sono molto contento, è stato un grande anno per me. Devo ringraziare tutti quelli che mi hanno aiutato, la Yamaha, la Bridgestone. Penso che me lo merito proprio questo Mondiale» ha dichiarato dopo la premiazione sul podio di Motegi. Riferendosi alla gara vinta, ha affermato inoltre: «Questa è la rivincita degli ultimi due anni, in cui ho avuto molti problemi nel Gran Premio del Giappone».

Con i cinque titoli in MotoGP, da aggiungere ad uno in 500, uno in 250 e uno in 125, Rossi sale al quinto posto nella speciale classifica dei piloti più vittoriosi nelle tre classi, dietro ad Agostini (15), Á. Nieto (13), Ubbiali e Hailwood (9). Rispetto al computo dei titoli mondiali in massima serie (500 e MotoGP), è invece secondo preceduto dal solito Agostini (8).

Nella classe 250 Rossi ha vinto Marco Simoncelli su Aprilia davanti agli spagnoli Álvaro Bautista e Alex Debon. Il vantaggio del marchigiano è adesso di 32 lunghezze su Bautista e di 39 su Mika Kallio, oggi quinto al traguardo.

Nella classe 125 ha trionfato il giovane tedesco Stefan Bradl, sempre su Aprilia, davanti al francese Mike Di Meglio e all’ungherese Gábor Talmácsi. Di Meglio, visto il settimo posto di Simone Corsi al traguardo, ha potuto incrementare il proprio vantaggio sul romano, secondo in classifica: adesso 36 punti distanziano i due.


Fonti