Wiki Actu it

November 30, 2008

Bombay: «L’obiettivo erano gli israeliani». Il ministro dell’interno si dimette

30 novembre 2008

Area di Mumbai interessata dagli attacchi terroristici

Sembra finita dopo tre giorni di tensione la lunga battaglia con i terroristi autodenomitatisi Mujahideen del Deccan nel pieno centro di Mumbai, in India. I dati ufficiali parlano di 174 morti confermati (il bilancio precedente parlava di 195 vittime).

Oggi il ministro dell’interno indiano Shivraj Patil a presentato le sue dimissioni motivandole con una propria «responsabilità morale» dell’accaduta.

L’unico terrorista catturato, Azam Amir Kasab 21 anni di origini pachistane, ha affermato: «La nostra missione specifica era colpire gli israeliani per vendicare le atrocità commesse sui palestinesi» . Per questo motivo il commando ha preso di mira il centro ebraico Chabad Lubavitch presso la Nariman House, uccidendo sei israeliani.

Le forze di sicurezza ebraiche, che si sono viste rispondere negativamente alla loro offerta di collaborazione dalle forze speciali indiane, hanno espresso irritazione verso il governo di Nuova Delhi per l’intervento “rischioso e prematuro”, che avrebbero causato in modo indiretto la morte degli ostaggi.

Articoli correlati

Fonti

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.2 or any later version published by the Free Software Foundation; with no Invariant Sections, no Front-Cover Texts, and no Back-Cover Texts. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

No Comments

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Powered by WordPress