Iraq: serie di attentati, almeno cinquanta i morti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

lunedì 10 agosto 2009

Almeno cinquanta morti e circa centocinquanta i feriti in una serie di attentati sferrati questa mattina in Iraq, precisamente a Baghdad e in un villaggio nelle vicinanze di Mosul. Il più devastante degli attacchi è stato quello ai danni del villaggio di Khazna, nelle vicinanze di Mosul, nel quale due camion imbottiti di esplosivo sono esplosi contemporaneamente appena dopo il sorgere del sole. Il villaggio è stato quasi completamente distrutto, e le esplosioni hanno causato 28 morti e 155 feriti, anche se il bilancio è destinato a crescere.

Gli attacchi a Baghdad hanno avuto come obiettivo persone in fila alla ricerca di un lavoro nei “punti di raccolta operai” in due diversi settori della città, uno nel distretto di Amil e l’altro nel distretto di Shorta Al-Rabiaa. L’attentato nel distretto di Amil è avvenuto intorno alle 5:30 del mattino, ed il bilancio è di 7 vittime e 46 feriti. Intorno alle 6:15 del mattino, l’altra esplosione, che ha causato 9 morti e 35 feriti. Le esplosioni pare siano avvenute tramite autobomba.

Successivamente, altre 6 bombe più una piazzata in un minibus sono scoppiate dall’altra parte della città, causando 3 morti e 23 feriti.

Sono circa 100 i morti e centinaia i feriti tra Mosul e Baghdad dallo scorso venerdì, nella peggiore escalation di attentati dal 30 giugno scorso, da quando cioè gli iracheni hanno ripreso in mano il controllo della sicurezza nazionale e le truppe americane si sono defilate.


Fonti[]

Wikivoyage

Wikivoyage ha un articolo su Iraq.