Scoperta autobomba a Times Square, Manhattan paralizzata per ore

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

domenica 2 maggio 2010

Times Square (foto d’archivio).

Scoperta un’autobomba a New York, in Times Square: un venditore ambulante nota del fumo sospetto provenire da un SUV Nissan Pathfinder parcheggiato e avvisa della circostanza la polizia.

Gli artificieri accorsi sul posto rinvengono all’interno dell’automezzo del materiale detonante e infiammabile assemblato in modo da formare un ordigno esplosivo, definito come “amatoriale”: polvere da sparo, fuochi d’artificio amatoriali, due contenitori da cinque litri di benzina, tre bombole di gas propano, un cablaggio elettrico, e due orologi con batteria assemblate, in apparenza, a formare due detonatori. Per quanto di fattura artigianale, la bomba avrebbe potuto cuasare seri danni a Time Square, in caso di esplosione.

Sono in corso le indagini per scoprire chi abbia collocato l’autobomba durante la notte: la polizia ha potuto vedere alcune immagini, non molto nitide, di un uomo che si allontana senza fretta dal Suv. La polizia ha annunciato una conferenza stampa per le ore 21 (ora italiana) di oggi 2 maggio.


Fonti[]