Tremenda esplosione in Albania, almeno 30 morti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 15 marzo 2008
Vorë, 12 chilometri circa a nord di Tirana, situata tra la capitale albanese e Durazzo, è oggi entrata nelle cronache per un disastroso incidente sul lavoro. Dopo una serie di esplosioni più piccole, un immenso fungo di fuoco e fumo è salito in cielo nell’arco di secondi; l’onda d’urto è stata avvertita anche nella capitale, che pure dista ben 12 km dal punto delle deflagrazioni, facendo persino alcuni danni.

Le esplosioni sono avvenute in un vecchio deposito di armi, retaggio della vecchia fase della dittatura, e in fase di dismissione. All’interno vi erano numerosi addetti, inizialmente si diceva addirittura 110, poi per fortuna ridotti a 65 da altre testimonianze. 30 sarebbero però le vittime, ma pare che 25 persone si sarebbero rifugiati in un tunnel, forse sopravvivendo alle esplosioni. Se saranno sopravvissuti anche al fuoco e al fumo, lo si saprà nelle prossime ore. Per ora il luogo è estremamente pericoloso, e proiettili inesplosi, come sempre in questi casi, sono sparsi ovunque, potenzialmente estremamente pericolosi per chi si avvicini al luogo del disastro.


Fonti