Wiki Actu it

December 29, 2012

Viaggio umanitario del CIS in Malì

Filed under: Uncategorized — admin @ 5:00 am
Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 29 dicembre 2012

Wikinotizie di oggi
29 dicembre

Collabora con noi
  • Scrivi un articolo
  • Cosa scrivere
  • Come scriverlo
  • Scrivania
  • Portale:Comunità

18 Maggio 2012


Fonti

Template:Fonte notizia originale

pubblicato

Viaggio del CIS(Cooperazione italiana solidarietà) in Senegal-Malì

Dopo 22 giorni trascorsi in Senegal e Malì con Piero e Carlo finalmente siamo a casa!A Dakar siamo stati ospitati dagli oblati prima e dai salesiani poi che si sono prodigati in mille modi per aiutarci.In queste missioni vivendo a stretto contatto con loro abbiamo fatto una esperienza umana che ci ha arricchito perché siamo stati in contatto con i mille problemi della gente comune che però abbiamo visto essere in grado di affrontare con un certo distacco.Di certo quelle genti non sono stressate dal tempo ,dalla fretta che non conoscono!Hanno altri problemi molto più grandi come sfamare la propria numerosa famiglia con quel poco che hanno.Le donne normalmente partoriscono 5-6 figli oltre quelli che muoiono dopo il parto per infezioni o malnutrizione;la loro crisi è eterna ma ormai ci sono abituati e vivono la vita giorno per giorno con serenità;i giovani soprattutto cominciano ad essere attratti dal telefonino ma lo usano con parsimonia preferendo fare attività fisica come correre o giocare al pallone sulla spiaggia.Tanti giovani ti vengono incontro per salutarti senza chiederti nulla ,dell’Italia conoscono soprattutto il calcio che seguono con interesse.L’alimentazione è parca e prevalentemente vegetariana ma se si deve saltare il pasto nulla di male,si mangerà il giorno dopo!E’ molto ma molto raro vedere persone fumare come anche coppie di fidanzati abbracciati od in atteggiamenti disinvolti .Si nota specie nelle donne un comportamento di fierezza nel loro modo di camminare,d’altronde è una razza molto bella dai lineamenti del volto fini e dal fisico atletico.Il giorno lo trascorrevo visitando pazienti al dispensario delle suore ed intrattenendomi molto con i ragazzi dell’oratorio salesiano.Sdoganata l’ambulanza al porto di Dakar l’abbiamo condotta fino in Malì a Kaies oltre 100 km dalla frontiera,zona per altro molto tranquilla ed industriosa ,la gente si dimostra particolarmente cordiale e gentile ; abbiamo quindi consegnato l’ambulanza all’amico maliano Yacoub che l’ha portata all’ospedale di Kassarò cui era destinata.Purtroppo per la grave situazione in cui versa il paese è stato prudente fare così e non inoltrarci troppo nell’entroterra che fra l’altro è molto affascinante,verde anche se alcune zone sono ricoperte da savane arricchite dai bellissimi baobab!In diverse zone l’acqua non manca anche se andrebbe migliorata l’irrigazione poichè piove 2-3 mesi all’anno.Siamo riusciti a fare alcune dirette con radio Veronica di Torino grazie all’interessamento di mio fratello Gian Carlo.Sono rimasto colpito dai”bambini di strada” messi letteralmente in strada dai genitori ed affidati ad un precettore per l’insegnamento dell’Islam e che nei migliore dei casi li manda in giro a chiedere l’elemosina non sempre assicurando il loro sostentamento,immaginatevi cosa succede con le bambine messe in strada così piccole!.Durante le mie visite mediche sono venuto in contatto con una bambina di 5 anni affetta da una grave malattia congenita del cuore con evidenti sintomi di difficoltà respiratoria!I genitori,inutile dirlo ,non sono in grado di farla operare tanto più che tali interventi non si svolgono in Senegal.Spero che qualche cardiochirurgo pediatrico cui ho presentato il caso mi dia una mano anche se mi hanno detto tutti che anche la regione Piemonte ha revocato i finanziamenti per questi casi penosi per cui non so come si possa risolvere la cosa !Ringrazio tutti coloro che ci hanno aiutato per questo viaggio sia fornendoci materiale sia con aiuti in denaro.Per il 5 x1000 ricordo il codice fiscale della nostra Onlus C I S 91009530055.L’Italia si vede già dall’oblò dell’aereo,poco dopo alla Malpensa beviamo il 1° caffè italiano che a questo punto non mi fa più alcun effetto,tanto è solo un caffè! Chissà come starà quella bambina ammalata di cuore cui ho promesso il mio interessamento? Un grande ringraziamento alla Messina di Genova che per l’intercessione di Roberto Merello ci ha spedito l’ambulanza in Senegal.Un vivo ringraziamento a Piero e Carlo per l’aiuto prestato . Pier Luigi B. 18/05/2012

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.

No Comments

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Powered by WordPress