Prodi: legge elettorale solo con amplissima maggioranza

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Tokyo, 16 aprile 2007

Il premier Romano Prodi, intervistato da alcuni giornalisti, ha rilasciato una importante dichiarazione in merito al confronto sulla legge elettorale:

« Cocciutamente insisto che non farò mai una legge elettorale che non abbia una maggioranza amplissima, altrimenti il giorno dopo ricadiamo nell’instabilità »

Nel corso della sua visita ufficiale a Tokyo, in Giappone, Prodi ha parlato del Partito Democratico, ovvero il partito che nascerà dalla fusione de La Margherita e dei Democratici di Sinistra: “Ora parte una grande avventura che si misura con il Paese non contro i partiti, ma oltre i partiti, anche perché gli stessi partiti lo hanno voluto così ampio ed esteso.”

Parlando con i cronisti, inoltre, il premier si è detto soddisfatto dell’apertura al dialogo della Lega Nord, che ha proposto una sorta di tregua per la realizzazione di una nuova legge elettorale, che andrà a sostituire quella approvata nel dicembre 2005: “Indipendentemente da quanto detto da Calderoli il valore della stabilità è importantissimo.”

Fonti[]