Scosse di terremoto nel nord Italia

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

sabato 28 gennaio 2012

La prima scossa[1][2] di magnitudo 4,9 della scala Richter si è verificata alle ore 9:06 del 25 gennaio con un epicentro localizzato tra i comuni di Brescello, Poviglio e Castelnuovo di sotto nella bassa reggiana e ipocentro ad una profondità di 33,2 km. Il sisma è stato avvertito distintamente in tutto il nord Italia e in alcune località della Svizzera; secondo la protezione civile non sono stati riscontrati danni gravi a persone o cose. Molte scuole sono state evacuate a Milano, Genova e Verona; mentre a Parma tutti gli istituti sono stati sgomberati entro mezzogiorno per ordine del prefetto. Il giorno dopo il terremoto rimarranno chiuse tutte le scuole di Verona e due scuole di Parma; quest’ultima città è quella che ha subito i maggiori danni: si contano numerose cadute di calcinacci, cadute di finestre e crepe nelle scuole e danni alla reggia di Colorno. Dopo numerose scosse di assestamento tutti gli edifici sono tornati agibili la mattina del 27 gennaio.

Una seconda scossa[3][4] si è verificata alle ore 15:53 del 27 gennaio, l’epicentro del sisma è stato localizzato tra i comuni di Berceto e Corniglio con ipocentro ad una profondità di 60,8 km. La magnitudo questa volta è superiore: i sismografi registrano un valore di 5,4 sulla scala Richter. Paura fra la popolazione residente. Ancora una volta il sisma è stato avvertito in tutta l’Italia settentrionale a causa della sua elevata profondità; ma anche questa volta non si registrano danni gravi a persone o cose. Inoltre, per precauzione, le scuole di ogni ordine e grado a Parma resteranno chiuse tutta la giornata del 28 gennaio.


Fonti[]

Note[]

  1. Terremoto nel Reggiano. INGV. URL consultato il 28 gennaio 2012.
  2. Terremoto nel Reggiano – Dati e mappe. INGV. URL consultato il 28 gennaio 2012.
  3. Terremoto nel Parmense. INGV. URL consultato il 28 gennaio 2012.
  4. Terremoto nel Parmense – Dati e mappe. INGV. URL consultato il 28 gennaio 2012.
CC-BY-SA icon.svg Articolo pubblicato con licenza CC BY-SA,
in quanto importato da Wikipedia.