Tragedia ad Erba, uccise tre donne ed un bambino

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

Erba, martedì 12 dicembre 2006

Strage di Erba

Abdel Fami Marzouk, pregiudicato tunisino, rilasciato a seguito della legge sull’indulto, è ricercato dalle forze di polizia e dei carabinieri nella zona del comasco per il massacro avvenuto lunedì nel centro di Erba.

Secondo le prime ricostruzioni, Marzouk sarebbe scomparso dopo avere assassinato, colpendole alla gola con un coltello, la moglie, Raffaella Castagna, la suocera, Paola Galli, ed una vicina di casa, Valeria Cherubini, dando poi fuoco all’abitazione.

La furia omicida non ha risparmiato il figlio Yousef di due anni.

Nuovi elementi tenderebbero a scagionare l’uomo dall’accusa di essere l’autore dei crimini; il suocero, Carlo Castagna, ha informato di avere avuto dei contatti telefonici col genero, che si troverebbe da giorni nel suo paese d’origine.

I tabulati telefonici, tuttavia, sembrano scagionare dall’accusa il marito, che sta rientrando in Italia.

Fonti