Turchia: continua la repressione di Erdoğan

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

mercoledì 20 luglio 2016

Wikipedia

Wikipedia ha una voce su Colpo di Stato in Turchia del 2016.

Dopo il fallito colpo di stato della settimana scorsa in Turchia, Erdoğan continua la repressione all’interno del Paese. Dopo aver fatto arrestare 6.000 militari, 8.000 poliziotti e migliaia di giudici, scatenando la reazione di gran parte del mondo occidentale che ha richiesto il rispetto dei diritti civili, in particolare l’Unione Europea ha chiesto che non fosse riammessa la pena di morte, il governo turco ora sta colpendo gli insegnanti ed i docenti universitari, compresi i rettori, che potrebbero essere vicini al rivale Gülen, attualmente in auto esilio negli Stati Uniti.


Articoli correlati[]

Fonti[]

This text comes from Wikinews. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the Creative Commons Attribution 2.5 licence. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikinews.