Giappone, sale ad almeno 100 feriti il bilancio del sisma di ieri

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Vai a: navigazione, ricerca

giovedì 24 luglio 2008

USGS ShakeMap 2008uva4.jpg

Il sisma di magnitudo 6,8 che ha colpito ieri il Giappone si è rivelato più grave del previsto. Secondo il nuovo bilancio, sono 102 il numero delle persone rimaste ferite; tra questi, una donna 73enne e un uomo di 82 anni.

Il terremoto ha anche provocato la distruzione di 31 edifici, e numerose frane, le quali hanno costretto all’interruzione dei trasporti ferroviari nelle zone maggiormente colpite.

Secondo il Ministro delle Emergenze, Shinya Izumi, intervistato dall’Associated Press, almeno 6.700 abitazioni sono rimaste senza elettricità a causa di un black-out. Per il responsabile dell’Ufficio di Meteorologia del Giappone, Takashi Yokota, c’è il rischio di una forte scossa di assestamento dopo il sisma di ieri.

Il sisma è avvenuto nella giornata di ieri, alle ore 15:26:20 UTC (17:26:20 CEST, poco dopo la mezzanotte in Giappone); l’epicentro è stato registrato a 30 chilometri da Morioka, 75 chilometri da Hachinohe, poco meno di 500 (485) dalla capitale Tokyo. L’ipocentro è stato localizzato a 111 chilometri sotto la superficie terrestre.


Articoli correlati

  • «Giappone, terremoto di magnitudo 6.8 sull’isola di Honshu» – Wikinotizie, 23 luglio 2008

Fonti