Wiki Actu it

August 5, 2008

Wikipedia: Serie D

Filed under: — admin @ 12:08 am
bussola Nota disambigua – Se stai cercando la Serie D in altri sport, vedi Serie D (disambigua).
Serie D
Disciplina: Calcio
Tipo: Club
Confederazione: FIGC
Nazione: bandiera Italia
Fondazione: 1948
Titolo: Campione d’Italia Dilettanti
Apertura: Settembre
Partecipanti: 162 squadre
Formula: 9 gironi all’italiana
Detentore: San Felice Normanna
Sito internet: interregionale.com

Trofeo o riconoscimento

La Serie D attualmente è il quinto livello del campionato italiano di calcio, ma fu per lungo tempo il IV livello del calcio italiano (vedi il paragrafo storia di questa voce); ad essa partecipano 162 squadre divise in 9 gironi da 18 squadre ciascuna suddivise su base geografica.

È il massimo campionato della Lega Nazionale Dilettanti ed è organizzato dal Comitato Interregionale, nonché l’unico dilettantistico su scala nazionale.

Indice

Promozioni

Le squadre che arrivano prime in ogni girone vengono promosse in Serie C2, e le squadre che si piazzano dalla seconda alla quinta posizione si affrontano nei play-off, e le vincitrici vengono messe in lista per un eventuale ripescaggio nella serie C2.

Sempre le squadre prime in ogni girone si affrontano poi nella poule da cui uscirà la squadra che vincerà lo scudetto della Serie D.

Retrocessioni

Le ultime due squadre di ogni girone retrocedono automaticamente nella categoria di Eccellenza, e le altre quattro ultime classificate si affrontano nei play-out da quali vengono fuori le altre due retrocesse.

Regolamento

Spareggio Promozione: in caso di arrivo di due o più squadre al primo posto si disputerà sempre e solo uno spareggio in campo neutro per stabilire la formazione che andrà in C2.

Poule Scudetto: le società classificate al primo posto in ciascuno dei singoli gironi verranno suddivise in tre triangolari. Accedono alla fase successiva le squadre vincenti il rispettivo triangolare; accede altresì la seconda migliore classificata fra le escluse. Le quattro squadre, così ammesse, saranno suddivise a gruppi di due e si incontreranno in gare di semifinale (andata e ritorno). Le squadre vincenti le gare di semifinale disputeranno la finale, valida per l’asseganzione del Titolo di Campione d’Italia in un unico incontro da svolgersi in campo neutro. In caso di parità valgono: differenza reti; gol segnati; gol segnati in trasferta; sorteggio. Per la scelta della migliore seconda valgono: punti; differenza reti; gol segnati; gol segnati in trasferta; sorteggio. Per le semifinaliste valgono in caso di parità di gol nei 180′: gol segnati in trasferta; se sussiste la parità, si va ai rigori. Per la finale in caso di parità al 90′ si va subito ai rigori.

Play off: la squadra classificata al 2° posto si scontrerà con la squadra classificata al 5° posto; quella arrivata al 3° contro la squadra classificata al 4° posto. Si gioca in gara unica, in casa della meglio classificata in campionato. In caso di parità di punteggio al termine dei 90′, si effettueranno i tempi supplementari, e se sussiste la parità avanza la squadra meglio classificata nella stagione regolare, ossia quella che gioca in casa. Le vincenti delle due sfide si incontreranno in una finale per accedere alla fase successiva (si gioca in gara unica, in casa della meglio classificata in campionato). Parteciperanno alla seconda fase della competizione (triangolari) le 9 società vincenti i propri play off del girone rispettivo che saranno raggruppate, dopo apposito sorteggio, in tre triangolari la cui vincente, unitamente alla vincitrice della Coppa Italia di Serie D, acquisirà il diritto a disputare le gare di semifinale. Le quattro società vincenti, con abbinamento e ordine di svolgimento determinato da apposito sorteggio, si incontreranno in gare di semifinale di andata e ritorno ad eliminazione diretta. Risulterà qualificata la squadra che nei due incontri avrà segnato il maggior numero di reti. Qualora risultasse parità nelle reti segnate, sarà dichiarata vincente la squadra che avrà segnato il maggior numero di reti in trasferta; verificandosi ulteriore parità l’arbitro procederà a far eseguire i calci di rigore secondo le modalità previste dai vigenti regolamenti. La gara finale sarà disputata in campo neutro. In caso di parità di punteggio al termine dei due tempi di gioco, si procederà alla esecuzione dei calci di rigore secondo le modalità previste dai vigenti regolamenti.

Play out: le squadre classificate al 13° e 14° posto disputeranno in trasferta la prima delle due gare previste, rispettivamente contro la 16ª e 15ª. L’esito degli incontri determinerà la permanenza di due società in Serie D e, per contro, la ulteriore retrocessione di due società nel Campionato di Eccellenza. In caso di partità di punteggio dopo lo svolgimento degli incontri predetti, per determinare la squadra vincente si terrà conto delle differenza reti; in caso di ulteriore parità, ai fini della salvezza o della retrocessione sarà determinante la migliore posizione di classifica conseguita dalle società interessate al termine del Campionato.

Spareggi Play out 1: nel caso in cui le squadre classificate al 12° e 13° al termine del Campionato, abbiano lo stesso punteggio, si procederà ad uno spareggio. La gara sarà disputata in campo neutro. In caso di parità di punteggio al termine dei due tempi di gioco, si procederà alla esecuzione dei calci di rigore secondo le modalità previste dai vigenti regolamenti. L’esito dell’incontro determinerà la permanenza di una società in Serie D e, per contro, l’obbligo per l’altra società di prendere parte ai play out.

Spareggi Play out 2: nel caso in cui le squadre classificate al 16° e 17° al termine del Campionato, abbiano lo stesso punteggio, si procederà ad uno spareggio. La gara sarà disputata in campo neutro. In caso di parità di punteggio al termine dei due tempi di gioco, si procederà alla esecuzione dei calci di rigore secondo le modalità previste dai vigenti regolamenti. L’esito dell’incontro determinerà la possibilità ad una società di partecipare ai play out e, per contro, la retrocessione dell’altra società in Campionato di Eccellenza.

Storia

L’ antenata della Serie D non nacque (come da più parti erroneamente ritenuto nel 1952 ([1]) con la riforma del calcio italiano di quell’anno), ma nel 1948 con la riforma del campionato di Serie C, al quale partecipavano un numero assolutamente sproporzionato di squadre.

Il IV livello del calcio italiano si chiamò Promozione Interregionale dal 1948 al 1952, IV Serie dal 1952 al 1957, Interregionale dal 1957 al 1958 e nuovamente IV Serie fino al 1959 quando assunse quello di Serie D.

Nel 1978 divenne di fatto la quinta serie (V livello) del calcio italiano (con lo sdoppiamento della serie C in Serie C1 e Serie C2), mutando nuovamente il nome nel 1981 in Interregionale.

Assunse l’attuale configurazione a 162 squadre e 9 gironi a partire dalla riforma del 1992 in cui iniziò a chiamarsi Campionato Nazionale Dilettanti fino a tornare all’attuale nome di Serie D nel 2000.

Note: per una migliore comprensione vedi anche l’evoluzione dei livelli del Calcio Italiano.

Classifiche

|Promozione Interregionale (1948-1952):| 1948/49 | 1949/50 | 1950/51 | 1951/52| (le retrocesse scendono in Prima Divisione Dilettanti)

| IV Serie (1952-1957):|| 1952/53 | 1953/54 | 1954/55 | 1955/56 | 1956/57| (le retrocesse scendono in Promozione Regionale tranne nel campionato 56-57 in cui scendono in Interregionale II Serie)

| Interregionale I Serie (1957/58):| 1957/58|

| IV Serie (1958/59):| 1958/59| (le retrocesse scendono in Prima Categoria)

| Serie D (1959-1978):| 1959/60 | 1960/61 | 1961/62 | 1962/63 | 1963/64 | 1964/65 | 1965/66 | 1966/67 | 1967/68 | 1968/69 | 1969/70 | 1970/71 | 1971/72 | 1972/73 | 1973/74 | 1974/75 | 1975/76 | 1976/77 | 1977/78 | (le retrocesse scendono in Prima Categoria Regionale fino al 1968, (dal 1969) scendono in Promozione Regionale fino al 1978)

| Serie D (1978-81):| 1978/79 | 1979/80 | 1980/81|(le retrocesse scendono in Promozione Regionale)

| Campionato Interregionale (1981-1992):| 1981/82 | 1982/83 | 1983/84 | 1984/85 | 1985/86 | 1986/87 | 1987/88 | 1988/89 | 1989/90 | 1990/91 | 1991/92 (le retrocesse scendono in Promozione Regionale)|

| Campionato Nazionale Dilettanti (1992-2000):| 1992/93 | 1993/94 | 1994/95 | 1995/96 | 1996/97 | 1997/98 | 1998/99 | 1999/00 | (le retrocesse scendono in Eccellenza Regionale)

| Serie D (dal 2000):| 2000/01 | 2001/02 | 2002/03 | 2003/04 | 2004/05 | 2005/06 | 2006/07 | 2007/08 | (le retrocesse scendono in Eccellenza Regionale)

Le squadre

Scudetto Dilettanti

Lo Scudetto Dilettanti venne introdotto per la prima volta nella stagione 1952/53 nell’allora IV Serie. Il tutto consisteva e consiste in gare di play-off tra le 9 migliori squadre vincitrici i propri giorni della Serie D. Chi si aggiudica la finale vince lo Scudetto Dilettanti.

Albo d’oro Scudetto Dilettanti

  • 1952/1953 – Catanzaro
  • 1953/1954 – Bari
  • 1954/1955 – BPD Colleferro
  • 1955/1956 – Siena
  • 1956/1957 – SAROM Ravenna
  • 1957/1958 – Cosenza, OZO Mantova e Spezia
  • 1961/1962 – Nocerina
  • 1992/1993 – Eurobuilding Crevalcore
  • 1993/1994 – Pro Vercelli
  • 1994/1995 – Taranto
  • 1995/1996 – Castel San Pietro (*)
  • 1996/1997 – Biellese
  • 1997/1998 – Giugliano
  • 1998/1999 – Lanciano
  • 1999/2000 – Sangiovannese
  • 2000/2001 – Palmese
  • 2001/2002 – Olbia
  • 2002/2003 – Cavese
  • 2003/2004 – Massese
  • 2004/2005 – Bassano Virtus
  • 2005/2006 – Paganese
  • 2006/2007 – Tempio (*)
  • 2007/2008 – Aversa Normanna

(*) successivamente non ammesse in Serie C2

Voci correlate

  • Campionato di calcio italiano (classifiche)
  • Stagione 2003-2004
  • Stagione 2004-2005
  • Stagione 2005-2006
  • Stagione 2006-2007
  • Stagione 2007-2008
  • Albo d’oro del Campionato di Serie D
  • Coppa Italia di Serie D
  • Coppa Italia Dilettanti

Collegamenti esterni

  • FIGC – Federazione Italiana Giuoco Calcio
  • LND – Lega Nazionale Dilettanti
  • Sito ufficiale del Comitato Interregionale – Serie D
  • Sito ufficiale del campionato di Serie D
  • Risultati e marcatori del campionato di Serie D
  • calcio Portale Calcio
  • sport Portale Sport
This text comes from Wikipedia. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.2 or any later version published by the Free Software Foundation; with no Invariant Sections, no Front-Cover Texts, and no Back-Cover Texts. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikipedia.

No Comments

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Powered by WordPress