Wiki Actu it

October 1, 2008

Wikipedia: Cortenedolo

Filed under: — admin @ 2:05 pm
Cortenedolo
[[Image:|300px|]]
[[Image:{{{stemma}}}|125x125px|]]
Nome ufficiale: {{{nomeUfficiale}}}
Stato: Italia
Regione: Lombardia
Provincia:
stemma Brescia
Comune:
Edolo
Coordinate: 46°11′N 10°17′E / 46.175, 10.27722
Altitudine: m s.l.m.
Abitanti:
Nome abitanti:
Santo patrono: San Gregorio
Giorno festivo:
Giorno festivo: {{{valFestivo}}}
Pref. telefono: 0364 CAP: 25048
[ Sito istituzionale]
Frazione

Posizione della frazione sulla mappa dell'Italia

Portale:Portali Visita il Portale Italia

Cortenedolo è una frazione del comune di Edolo, in alta Val Camonica, provincia di provincia di Brescia.

Indice

Geografia fisica

Storia

Per approfondire, vedi la voce Storia della Valle Camonica.

Lunedì 16 marzo 1299 i consoli della vicinia di Cortenedolo, Ottolino Corveli e Lanfranco di Flamberto, si recano ad Edolo dove è presente Cazoino da Capriolo, camerario del vescovo di Brescia Berardo Maggi. Qui confermano che nel loro territorio ogni diritto, consuetudine e giurisdizione apparteneva al vescovo di Brescia, e versando le decime. Viene ricordato che i vicini di Cortenedolo detenevano da quasi un cinquantennio l’alpeggio de Pathrio (monte Padrio). Sono enumerati 30 manenti.[1]

Il 14 ottobre 1336 il vescovo di Brescia Jacopo de Atti investe iure feudi dei diritti di decima nei territori di Incudine, Cortenedolo, Mù, Cemmo, Zero, Viviano e Capo di Ponte a Maffeo e Giroldo Botelli di Nadro.[2]

Il 17 settembre 1423 il vescovo di Brescia Francesco Marerio investe iure feudi dei diritti di decima nei territori di Monno, Cevo, Andrista, Grumello, Saviore, Cemmo, Ono, Sonico, Astrio, Malegno, Cortenedolo, Vione, Incudine e Berzo Demo a Bertolino della Torre di Cemmo .[2]

Il 29 ottobre 1425 il vescovo di Brescia Francesco Marerio investe iure feudi dei diritti di decima nei territori di Ono e Cortenedolo Comicino dei Federici di Angolo Terme.[2]

Feudatari locali

Famiglie che hanno ottenuto l’infeudazione vescovile dell’abitato:

Famiglia Stemma Periodo
Botelli 1336 –
Della Torre 1423 –
Federici
1425 –

Monumenti e luoghi d’interesse

Chiese

Le chiese di Cortenedolo sono:[3]

  • Parrocchiale di S. Gregorio Magno, eretta sulla precedente parrocchiale nel 1763. Nel 1777 Giacomo Antonio Corbellini affrescò la volta. il portale d’ingresso è in marmo di Vezza.
  • Chiesa sussidiaria dei santi Fabiano e Sabastiano, sorge lungo la via per Vico, è stata rimaneggiata nel XIX secolo.

Note

  1. ^ Gabriele Archetti. Berardo Maggi – Vescovo e signore di Brescia. Brescia, ottobre 1994. 306
  2. ^ a b c Tratto da: Roberto Celli. Repertorio di fonti medievali per la storia della Val Camonica. Brescia, Tipolitografia Queriniana, 1984. 81 ISBN 88-343-0333-4
  3. ^ Tratto da: Eugenio Fontana. Terra di Valle Camonica. Brescia, Industrie Grafiche Bresciane, 1984. 136
  • Val Camonica Portale Val Camonica: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di Val Camonica
This text comes from Wikipedia. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.2 or any later version published by the Free Software Foundation; with no Invariant Sections, no Front-Cover Texts, and no Back-Cover Texts. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikipedia.

No Comments

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Powered by WordPress