Wiki Actu it

November 20, 2008

Wikipedia: John Kerry

Filed under: — admin @ 9:18 pm
John Kerry
John Kerry
Senatore, Massachusetts
Mandato
3 gennaio 1985 – presente
Preceduto da Paul Tsongas
Succeduto da in carica
Partito politico Democratico
Tendenza politica liberal
Nascita Aurora, Colorado, 11 dicembre 1943
Coniuge Teresa Heinz Kerry
Religione Cattolico

John Forbes Kerry (Aurora, 11 dicembre 1943) è un politico statunitense, senatore per il Massachusetts, stato di origine della sua famiglia, ed è stato il candidato per il Partito Democratico alle presidenziali del novembre 2004.

Persona tenace, avvocato, Kerry aggiudicandosi nelle primarie antecedenti al super martedì del marzo 2004 ben ventisette sfide su trenta (sconfitto solo in Vermont, Carolina del Sud ed Oklahoma, delegati a favore 1.557), ha sbaragliato – nonostante la mina vagante di una presunta scappatella amorosa giovanile – il campo da ogni avversario, cosa che gli ha permesso di contendere a George W. Bush la carica di presidente. Le elezioni presidenziali del novembre 2004 si concludono però con la sua sconfitta e la rielezione di Bush, dal momento che Kerry non riesce a vincere negli stati chiave dell’Iowa, della Florida e dell’Ohio aggiudicandosi così 252 voti elettorali contro i 286 del candidato repubblicano.

Si è molto speculato su una candidatura di Kerry in vista delle elezioni presidenziali del 2008, ma il senatore ha preferito non partecipare attivamente alle primarie democratiche, in cui ha appoggiato il collega dell’Illinois Barack Obama [1].

Indice

“Lanky yankee”

Kerry è stato vice governatore del Massachusetts dal 1982 al 1985 ed è senatore degli Stati Uniti dal 1985. La sua candidatura è sostenuta anche finanziariamente dall’alta borghesia degli stati del nord-est. Nella sua agenda politica figurano la riduzione della dipendenza dalle fonti di energia non rinnovabili, l’espansione della copertura sanitaria pubblica e privata e l’istituzione di un servizio militare obbligatorio e di uno volontario che prevede quattro anni di istruzione gratuita per chi abbia svolto almeno due anni di servizio militare. Fra i diversi punti della sua campagna elettorale figura il sostegno ai diritti civili per le coppie omosessuali.

Sposato a Julia Thorne dal 1970 al 1982 (dal matrimonio, sciolto formalmente dalla Chiesa cattolica nel 1997, sono nate due figlie) Kerry si è risposato a metà degli Anni novanta con Teresa Simões-Ferreira Heinz, miliardaria, tre figli, vedova del senatore della Pennsylvania John Heinz III (della famosa famiglia produttrice di una famosa marca di ketchup, deceduto nel 1995). Kerry ha un fratello maggiore e due sorelle.

Alto 1,94 m. (non a caso è stato soprannominato lanky yankee, lo “spilungone americano”), lingua francese parlata in modo fluente, appassionato di surfing, Kerry – che per i familiari e gli amici è solo Johnny – è considerato uno degli uomini politici più ricchi degli Stati Uniti. Pur firmando la risoluzione del Senato USA che avallava nel 2003 l’invasione dell’Iraq, si è sempre dichiarato contrario a tale intervento preferendo ad esso l’opzione di invio di truppe ONU.

Nel 2003 gli era stato diagnosticato e curato un cancro alla prostata.

Le origini borghesi e gli anni europei

John Kerry

Kerry è il secondo figlio di Richard John Kerry, diplomatico del Dipartimento di Stato già collaudatore dell’aeronautica durante la Seconda guerra mondiale, e Rosemary Forbes Kerry, crocerossina durante la Seconda guerra mondiale e appartenente all’influente famiglia Forbes. Sebbene la sua famiglia paterna fosse di origine ebrea, è di formazione cristiana.

Si è laureato in scienze politiche alla Yale University nel 1966. Il nonno paterno nacque nella Repubblica Ceca e dopo emigrò con la famiglia negli Stati Uniti nel 1905. Morì suicida in un hotel di Boston.

Un banchiere di fama internazionale era invece il nonno materno, nato a Shanghai (Cina, dove la famiglia Forbes, originaria di Boston, aveva fondato un commercio di oppio). Attraverso la nonna materna, inoltre, Kerry vanta antenati illustri nella classe dirigente dello stato del Massachusetts ed una lontana parentela anche con il presidente Franklin Delano Roosevelt nonché con gli stessi Bush padre e Bush figlio.

Appassionato di musica, ha suonato il basso in un piccolo complesso al tempo della scuola, amante del calcio, dell’Hockey e della bicicletta (durante la sua gioventù compì una traversata in bici in molti stati europei), Kerry a causa degli spostamenti del padre diplomatico, ha studiato in diverse scuole, anche europee, conducendo suo malgrado una vita un po’ nomade (fatto questo sul quale egli recriminerà spesso in futuro). Dopo i primi corsi alla scuola svizzera di Berlino, ha studiato – prima di approdare a Yale – a West Newton (Massachusetts) e alla St. Paul’s School di Concord (New Hampshire), dove si è diplomato nel 1962. È stato allora che ha sviluppato il suo interesse per la politica.

JFK come JFK

Fervente ammiratore e amico di John Fitzgerald Kennedy (con cui ha condiviso, oltre che la passione politica, le iniziali JFK e la passione per la vela), Kerry tenne il suo primo discorso politico nel novembre del 1961, proprio a sostegno dell’elezione di Kennedy a presidente degli Stati Uniti. Impegnato nelle successive campagne per il Partito Democratico, si è spesso mostrato critico per l’intervento americano in Vietnam.

Sul delta del Mekong

Questo non gli ha impedito però di arruolarsi volontario nell’ottobre del 1966 in Marina; dopo un anno di addestramento fu mandato, come ufficiale, ad operare in Vietnam, specificamente nel Golfo del Tonchino e sul delta del Mekong, dove ebbe di distinguersi in numerose azioni. Rimasto ferito più volte, è stato pluridecorato.

Dopo aver lasciato il sud-est asiatico nel 1969, Kerry si congedò definitivamente nel 1972, aderendo però alla “Riserva navale” fino al 1978, per un totale di dieci anni di servizio militare.

L’impegno antimilitarista

Il suo impegno contro ogni tipo di conflitto si è sviluppato a partire dagli anni immediatamente successivi al congedo, fino a portare alla sua adesione ad organizzazioni anti-militariste, tra cui quella dei “Veterani del Vietnam contro la guerra”, di cui è stato portavoce a fianco di personalità come l’attrice Jane Fonda.

Kerry fu nell’aprile del 1971 tra gli organizzatori della manifestazione pacifista e di protesta davanti alla sede del Congresso, a Washington, indetta poco dopo l’invasione del Laos ed alla quale parteciparono migliaia di veterani del Vietnam. In quello stesso periodo, parlando di lui con i suoi collaboratori, il presidente Nixon ironizzò definendolo il falco che, tornato dal Vietnam, diviene colomba (in vista di nuove prospettive politiche).

Il futuro senatore del Massachusetts fu anche chiamato a testimoniare assieme ad altri centocinquanta reduci davanti ad una commissione di inchiesta senatoriale incaricata di esaminare crimini di guerra compiuti nel sud-est asiatico durante la guerra.

L’appartenenza alla Skull and Bones

John Kerry

Kerry è all’interno della lista dei facenti parte ad una delle più note e discusse società segrete degli Stati Uniti, la Skull and Bones.

In un’ intervista di Tim Russert chiese a Kerry cosa potesse rivelare riguardo ai Skull and Bones, egli rispose: “In realtà non molto, poiché è un segreto… Mi dispiace, mi piacerebbe che se ne potesse parlare apertamente…” e in seguitò cambiò discorso.

L’appartenenza sia di George W. Bush che di Kerry ai Skull and Bones ha creato non poche perplessità sia nel mondo politico americano che l’opinione pubblica mondiale, dato che in seguito alle elezioni presidenziali americane del 2004 si scoprì l’esistenza dell’annullamento del diritto di voto ad elettori di colore in Florida e Ohio il giorno stesso delle elezioni nel 2004 nonché rapporti su macchinette per il voto che vennero usate in quella circostanza che contavano anche al contrario. A seguito di questi e altri presunti metodi di brogli elettorali si sono stimati in tutto ben 5 milioni di voti soppressi come descritto anche nel libro “Armed Madhouse” (manicomio armato) di Greg Palast.

Inoltre un altro lato oscuro che ha scosso l’opinione pubblica è stata la mancata richiesta di impeachment di Bush per aver mentito sulla detenzioni di armi di distruzione di massa da parte di Saddam Hussein circa le questioni della guerra in Iraq, data la posizione antimilitarista di Kerry. A questo proposito è davvero inquietante la reazione di quella che appare essere una sorta di squadra di “pretoriani” che interviene appena uno studente fa una domanda circa la sua appartenenza a tale organizzazione: il ragazzo viene bloccato, prelevato dall’aula affollata e, sembra nello stesso istituto, torturato per mezzo di scariche elettriche. Il filmato è visibile in rete, per esempio dal 2’22” all’indirizzo http://it.youtube.com/watch?v=9XwRn8M7dCQ

Legami di parentela

Bruce e Kristine Harrison, fondatori del Waikiloa-base Forest Family Project, sostengono di avere trovato un legame di parentela fra Bush e Kerry[2]. Secondo questi studi, la scelta alle elezioni presidenziali sarebbe stata fra due candidati cugini.

Note

  1. ^ Dal sito della NBC
  2. ^ http://www.familyforest.com/newspr.html

Voci correlate

  • Senato U.S.A. nel 109° Congresso (2005-06)

Altri progetti

  • Collabora a Commons Wikimedia Commons contiene file multimediali su John Kerry
  • Collabora a Wikiquote Wikiquote contiene citazioni di o su John Kerry

Collegamenti esterni

  • Sito ufficiale/1
  • Sito ufficiale/2
  • (IT) Trascrizioni (in italiano) dei dibattiti presidenziali USA
This text comes from Wikipedia. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.2 or any later version published by the Free Software Foundation; with no Invariant Sections, no Front-Cover Texts, and no Back-Cover Texts. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikipedia.

No Comments

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Powered by WordPress