Wiki Actu it

May 5, 2008

Wikipedia: Como

Filed under: — admin @ 1:36 pm

Como

Panorama di Como
Como - Stemma
Nome ufficiale: {{{nomeUfficiale}}}
Stato: bandiera Italia
Regione: Lombardia
Provincia: stemma Como
Coordinate: 45°49′0″N 9°5′0″E / 45.81667, 9.08333
Altitudine: 201 m s.l.m.
Superficie: 37,34 km²
Abitanti:
83.200 2007
Densità: 2.228,17 ab./km²
Frazioni: Ponte Chiasso, Garzola, Sagnino, Monte Olimpino, Tavernola, Camnago Volta, Lora, Prestino, Breccia, Rebbio, Civiglio, Muggiò, Albate, Sant’Antonio, Cardina
Comuni contigui: Blevio, Brunate, Capiago Intimiano, Casnate con Bernate, Cavallasca, Cernobbio, Chiasso (CH-TI), Grandate, Lipomo, Maslianico, Montano Lucino, San Fermo della Battaglia, Senna Comasco, Tavernerio, Torno, Vacallo (CH-TI)
CAP: 22100
Pref. tel: 031
Codice ISTAT: 013075
Codice catasto: C933
Nome abitanti: comaschi, comacini o comensi
Santo patrono: Sant’Abbondio
Giorno festivo: 30 agosto
Comune

Posizione del comune nell'Italia

Sito istituzionale
Portale:Portali Visita il Portale Italia

Como (Comm in comasco) è un comune italiano di 83.200 abitanti (demo.istat.it 31/05/2007), capoluogo dell’omonima provincia. Situata sul Lago di Como, confina a nord-ovest con la Svizzera. È uno dei vertici ideali del Triangolo Lariano.

Indice

Geografia

Clima

Per approfondire, vedi la voce Stazione meteorologica di Como.

Storia

Antichità

Una immagine di Como di Jean-Baptiste Camille Corot

Una immagine di Como di Jean-Baptiste Camille Corot

Un primo nucleo lo fondarono probabilmente gli Orobi, un’antica popolazione ligure o gallica. Intorno al V secolo a.C. la zona venne occupata dai Galli Insubri che vi fondarono una oppidum, cioè un centro fortificato. Nel 196 a.C. la Gallia cisalpina venne definitivamente conquistata dai romani. In seguito ad una terribile invasione dei Reti, per volere di Cesare venne costruita Novum Comum al centro della convalle bonificata. Nel 77 a.C. si insediarono 5000 coloni di cui 500 nobili greci cui si è voluta ricondurre l’origine etimologica di località quali Lecco [Leucos], Corenno [Corinto], Lenno e Lemna [Lemnos], Nesso [Nasso], Dervio [Delfo]. Nel 49 a.C. Como diventa un municipium. Nel 354 viene esiliato a Como il futuro imperatore Flavio Claudio Giuliano.

Medioevo

Durante l’alto medioevo Como subisce l’invasione dei Goti prima e dei Longobardi poi; nel 951 scende in Italia l’imperatore Ottone I e tra i suoi sostenitori c’è anche Gualdone, vescovo di Como. Durante il periodo comunale, Como fu contesa tra le famiglie rivali dei Rusca (o Rusconi) e dei Vitani. Con Azzone Visconti, Como entrò definitivamente nell’orbita viscontea. Alla morte di Gian Galeazzo Visconti, avvenuta nel 1402, Franchino II Rusca tentò di instaurare a Como una signoria personale. Seguì un periodo di devastazioni e stragi fino al 1416 quando Como si consegnò a Filippo Maria Visconti.

Età moderna

Nell’ottobre del 1525 Como veniva occupata Don Pietro Arias, inviato da Antonio de Leyva, con 200 spagnoli. Da allora seguì le sorti del Ducato di Milano e successivamente del Regno Lombardo-Veneto fino alla unità d’Italia. Il 27 marzo 1859, in seguito alla Battaglia di San Fermo, Giuseppe Garibaldi al comando dei Cacciatori delle Alpi liberò la città dalla occupazione austriaca. Durante la seconda guerra mondiale Como non venne mai bombardata.

Stemma, gonfalone, onorificenze

Panorama su Como dal monte di Brunate.

Panorama su Como dal monte di Brunate.

Stemma

La bandiera di Como è una croce bianca in campo rosso (araldicalmente parlando, di rosso alla croce d’argento). È una bandiera comune a molte città, ghibelline, dell’alta Italia, ma le sue origini vanno ricercate nell’antichissima Blutfahne (stendardo insanguinato), una bandiera di identica foggia usata da sempre dagli imperatori romano-germanici sui campi di battaglia.

Onorificenze

La città di Como è la seconda tra le 27 città decorate con Medaglia d’Oro come “Benemerite del Risorgimento nazionale” per le azioni altamente patriottiche compiute dalla città nel periodo del Risorgimento, con speciale riferimento alla insurrezione del 1848 ed alla battaglia di San Fermo.

Economia

L’economia comasca era tradizionalmente basata sull’industria, in modo particolare su quella tessile e della seta, che era celebre in tutto il mondo. Purtroppo la produzione industriale serica è in forte crisi, ma ad essa si va sostituendo per importanza il commercio ed il terziario in genere. È molto importante anche il turismo che, soprattutto negli ultimi anni, ha visto un forte incremento grazie anche all’arrivo di star e personaggi di fama internazionale (ad esempio Anna Oxa, Madonna, George Clooney, Brad Pitt, Richard Branson e Gianni Versace), che hanno preso dimora nelle lussuose ville sulle sponde del lago, rinsaldando così la fama della città come meta del cosiddetto turismo d’élite.

Cultura

Monumenti principali

Duomo

Duomo

Particolare del duomo di Como

Particolare del duomo di Como

  • Duomo di Como (costruito tra il XIV ed il XVIII secolo)
  • Chiesa di San Fedele
  • Broletto (municipio antico)
  • Tempio Voltiano (museo Alessandro Volta)
  • Basilica di Sant’Abbondio (chiesa romanica con affreschi dell’XI secolo)
  • Basilica di San Carpoforo
  • Casa del Fascio opera del razionalismo italiano (di Giuseppe Terragni)
  • Monumento ai caduti (di Giuseppe Terragni)
  • Asilo Sant’Elia opera del razionalismo italiano (di Giuseppe Terragni)
  • Villa Olmo
  • Mura di Como
  • Castel Baradello
  • Ticosa (Rovine dell’era post industriale)

Gemellaggi

  • Bandiera della Germania Fulda, Germania
  • Bandiera del Giappone Tokamachi, Giappone, dal 1975
  • Bandiera della Palestina Nablus, Palestina, dal 1998
  • Bandiera d'Israele Netanya, Israele, dal 2004

Musei

  • Musei Civici
  • Museo archeologico “P. Giovio”
  • Museo Storico “Giuseppe Garibaldi”
  • Pinacoteca
  • Tempio Voltiano
  • Museo della Seta
  • Museo di fisica, presso il Liceo Ginnasio Statale Alessandro Volta
  • Villa Olmo (esposizioni e mostre)

Teatri

  • Teatro Sociale di Como (di Giuseppe Cusi, completato da Luigi Canonica)

Giochi storici

Como vista da Villa Geno

Como vista da Villa Geno

Palio del Baradello: All’inizio di settembre si svolge a Como il Palio del Baradello, rievocazione storica che prende il nome dal Castel Baradello, che sovrasta la città, fatto erigere da Federico I di Svevia, detto il barbarossa, a difesa della città alleata.

Fonti storiche narrano che nel “mese di Giugno, anno del Signore 1159, l’imperatore Federico I di Svevia, dopo aver sconfitto Milano con il determinante contributo delle truppe di Lodi, Cremona, e Pavia ma soprattutto Comasche, riconoscente, giunge in visita a Como. La città alleata gli tributa gran festa e accoglienza: si organizzano in suo onore gran banchetti, luminarie, parate e gare sul lago”

Nel 1981 nasce quindi il palio, che coinvolge le contrade storiche della Città di Como (tra le quali: Borgo di Rebbio, Borgo di Sant’Agostino, Borgo della Roggia Molinara, Contrada della Cortesella, Borgo di Camerlata, Borgo di San Martino, Borgo di Tavernola) e alcuni Comuni del territorio lariano (Comune di Brienno, Comune di Cernobbio).

Esso si articola attraverso tre gare ufficiali: la cariolana, corsa storica con le carriole, la giostra del saraceno, dove il Cavaliere di ciascun Borgo scende in campo galoppando sul proprio destriero e cerca di colpire il bersaglio del simulacro prima del proprio antagonista, sceso anch’esso in campo, ottenendo in tal modo il diritto ad incontrare l’avversario successivo ed il tiro alla fune, che ha sostituito dal 2005 la regata, gara remiera con le caratteristiche lucie (barche a fondo piatto).

Istruzione superiore

Como è sede di numerosi istituti di istruzione secondaria:

Istituti tecnici:

Licei classici:

  • Liceo Ginnasio Statale Alessandro Volta
  • Liceo classico, presso il Collegio Gallio

Licei scientifici:

  • Liceo Scientifico Statale Paolo Giovio
  • Liceo scientifico, presso il Collegio Gallio

Licei linguistici:

  • Liceo Linguistico Statale Teresa Ciceri
  • [[Liceo linguistico, presso il Collegio Gallio

Como è sede universitaria dal 1987, anno di avvio dei primi corsi del Diploma a fini speciali in Informatica Gestionale avviato dal Politecnico di Milano. Dal 1989 è sede di regolari corsi di laurea in Ingegneria gemmati appunto dal Politecnico milanese oltre che in Scienze e più tardi in Giurisprudenza, gemmati dall’Università degli studi di Milano. Dal 1998 questo ultimi corsi confluiscono nell’Università degli studi dell’Insubria insieme agli analoghi corsi di Varese.

Per quanto riguarda le arti e le musiche Como è sede sia di un Conservatorio di musica che di un’Accademia di belle arti. Il Conservatorio di Musica G. Verdi di Como è il più giovane fra i 4 Conservatori situati in Lombardia, essendo nato nel 1982 come sezione staccata del Conservatorio di Musica Giuseppe Verdi di Milano. L’Istituto ha acquisito propria autonomia nel 1996. L’Accademia di Belle Arti A. Galli di Como è una istituzione privata, nata nel 1989 e riconosciuta dal Ministero dell’Università. A Como opera anche dal 1989 l’Istituto Superiore per Interpreti e Traduttori F. Casati, trasformatosi nel 2002 in Scuola Superiore Mediatori Linguistici F. Casati di Como abilitata dal Ministero dell’Università a rilasciare lauree triennali in Mediazione linguistica.

Salute e Assistenza

Como e la sua provincia sono servite da due strutture ospedaliere principali:

  • Ospedale Sant’Anna
  • Ospedale Valduce

Sport

Como ha una lunga tradizione di società sportive, legate soprattutto all’acqua, essendo la città affacciata sullo splendido specchio d’acqua del lago. In questa categoria possiamo annoverare la Canottieri Lario, il CVC – Circolo della Vela Como e la MILA – Motonautica Italiana Lario, ora fuse nello YCMV – Yacht Club Como MILA CVC, oltre alla Como Nuoto che è attiva nel nuoto, nel nuoto sincronizzato e nella pallanuoto (con alcune stagioni in A1 qualche anno fa). Il club “Amici di Como” ha ingaggiato Paola Tagliabue, comasca, recordista mondiale di apnea dinamica.

Gli sport di squadra vedono il Como Calcio 1907 tra le più importanti società sportive: nato nel 1907 ha nel suo palmares 14 stagioni in serie A. Ancora più gloriosa la Ginnastica Comense 1872, con oltre 125 anni di storia che può vantare la squadra di basket femminile più titolata d’Italia, con 15 scudetti conquistati e 2 coppe dei campioni, una delle più famose palestre di scherma che annovera tra i suoi allievi alcuni dei più bravi spadaccini di tutta Italia conosciuti addirittura a livello mondiale (un po’ rappresentati dalla medaglia olimpica di Melbourne dell’Avv. Spallino), e dall’Atletica Leggera cha ha sempre fornito atleti a livello nazionale. Altra squadra importante è l’Hockey Como anch’esso con trascorsi in serie A. Tra le società di calcio dilettanti, da ricordare sicuramente quelle dei maggiori quartieri cittadini, tra cui Albate Calcio e Albatese, Sagnino, la gloriosa Ardisci e Spera (1906), l’Ardita (1934), la Lario, la Cittadella (1945), la Libertas (dove tirò i primi calci il famoso e compianto Gigi Meroni).

Trasporti e mobilità

Ferrovie

Como è collegata alle altre città lombarde e a Milano tramite il Servizio Ferroviario Regionale (R).

Sono due le stazioni ferroviarie principali:

  • la stazione di Como San Giovanni sulla ferrovia Milano-Chiasso (servita da Trenitalia);
  • la stazione di Como Lago della ferrovia Milano-Saronno-Como (servita da LeNord).

Trenitalia serve anche la fermata urbana di Albate, mentre i regionali LeNord fermano anche presso le fermate urbane di Como Borghi-Università, Como Camerlata e Grandate-Breccia.

Dal 2008 la città sarà collegata a Milano anche con la linea S9 del Servizio ferroviario suburbano di Milano (Linee S).

Trasporti pubblici

Logo della SPT Linea

Logo della SPT Linea

La rete dei trasporti pubblici urbani è dotata di 10 linee di autobus gestite da ASF Autolinee (ex SPT Linea).

Linee Urbane:

  • Linea 1: Chiasso FS – San Fermo della Battaglia;
  • Linea 3: Lora – Grandate;
  • Linea 4: S.Giovanni FS – Camnago V.;
  • Linea 5: S.Giovanni FS – Civiglio;
  • Linea 6: Maslianico – Albate;
  • Linea 7: Sagnino – Lora;
  • Linea 8: S.Giovanni FS – Casnate;
  • Linea 9: P.za Cavour – Cimitero;
  • Linea 10: Albate – Navedano;
  • Linea 11: P.Chiasso – Bassone.

La rete dei trasporti extraurbani (C) è gestita dalla Ferrovie Nord Milano Autoservizi ed è composta da linee che collegano Como ai comuni della provincia e a Varese. Alcune di esse hanno sostituito, dagli anni Sessanta, la soppressa linea ferroviaria Como-Varese delle Ferrovie Nord Milano.

Altri sistemi di trasporto pubblico

Una funicolare collega il centro città a Brunate, un borgo di 1800ab. situato a 715m slm, mentre la Navigazione Lago di Como assicura un collegamento con gran parte dei paesi che si affacciano sulle sponde del lago, tramite aliscafi e battelli (meno rapidi ma più suggestivi).

A Como, infine, esiste un’efficiente rete di taxi, gestita dal Comune.

Aeroporti

Gli aeroporti più vicini sono quelli di Lugano-Agno e di Milano Malpensa, al quale la città è collegata grazie ad una linea di autobus extraurbana (C250), gestita da SPT, oppure tramite LeNord con interscambio a Saronno. Il viaggio dura, in entrambi i casi, meno di 1 ora.

Amministrazione comunale

Sindaco: Stefano Bruni (centrodestra) dal 29/05/2007 (2° mandato)
Centralino del comune: 031 2521
Email del comune: urp@comune.como.it

Demografia

Como conta 83.595 abitanti, con una densità di 2395 abitanti/km2. (Fonte: Ufficio statistica del Comune di Como – Dati: 2006)

Cittadini stranieri residenti a Como

Al 31 dicembre 2005 gli stranieri residenti nel Comune di Como erano in totale 6.924, corrispondenti quasi al 9% sul totale dei residenti.

Gli Stati con il maggior numero di residenti a Como sono:

  • Turchia – 867
  • Filippine – 810
  • Sri Lanka – 490
  • Albania – 474
  • Tunisia – 434
  • Romania – 410

(Dati dell’Osservatorio Provinciale Immigrazione)[citazione necessaria]

Evoluzione demografica

Abitanti censiti

Personalità celebri

Como ha legato il suo nome a diverse personalità, diversamente celebri. Delle molte classificate alla Categoria:Personalità legate a Como ed alla Categoria:Sport a Como, se ne richiamano, di seguito, alcune:

  • Plinio il Vecchio – Naturalista, scrittore e storico romano (23 – 79)
  • Plinio il Giovane – Scrittore romano (61 – 113)
  • Paolo Giovio – Medico, storico e biografo (1483 – 1522)
  • Beato Papa Innocenzo XI – Papa (1611 – 1689)
  • Alessandro Volta – Fisico e inventore (1745 – 1827)
  • Antonio Sant’Elia – Architetto (1888 – 1916)
  • Mario Radice – Pittore (1900 – 1987)
  • Manlio Rho – Pittore (1901 – 1957)
  • Carla Porta Musa – Scrittrice, saggista e poetessa (1902)
  • Giuseppe Terragni – Architetto (1904 – 1943)
  • Aldo Galli – Pittore (1906 – 1981)
  • Bruno Munari – Artista e designer (1907 – 1998)
  • Aldo Buzzi – Scrittore e architetto (1910)
  • Giorgio Perlasca – Funzionario e commerciante (1912 – 1992)
  • Ico Parisi – Architetto (1916 – 1996)
  • Gianfranco Miglio – Politico (1918 – 2001)
  • Bernardo Malacrida – Attore e regista (1925 – 2003)
  • Gianni Clerici – Tennista, giornalista e scrittore (1930)
  • Enrico Mantero – Architetto e professore universitario (1934 – 2001)
  • Giuseppe Pontiggia – Scrittore e critico letterario (1934 – 2003)
  • Mario Biondi – Scrittore, poeta, critico letterario e traduttore (1939)
  • Adalberto Balzarotti – Scrittore, fisico e professore universitario (1939)
  • Arturo Merzario – Pilota automobilistico (1943)
  • Gigi Meroni – Calciatore (1943 – 1967)
  • Emanuele Vezzoli – Attore (1958)
  • Gianluca Zambrotta – Calciatore (1977)

Galleria fotografica

Voci correlate

  • Cucina comasca

Altri progetti

  • Collabora a Commons Wikimedia Commons contiene file multimediali su Como

Istituzioni

  • Comune di Como – Sito ufficiale
  • Provincia di Como – Sito ufficiale
  • Prefettura di Como – Sito ufficiale
  • CCIAA di Como – Sito ufficiale
  • Informagiovani di Como – Sito ufficiale

Cultura e turismo

  • 900 pagine dedicate al Lago di Como
  • Il Lago di Como in 400 fotografie
  • Vecchie fotografie di Como
  • Versi, rime e parole dedicate a Como ed al Lario
  • Sito della Associazione Promozione Turistica

Media

  • Sito del quotidiano La Provincia di Como
  • Sito del Corriere di Como
  • Sito del Giornale di Como
  • Sito dell’emittente televisiva comasca Espansione Tv
  • Sito dell’emittente radiofonica comasca CiaoComo

Como su DMoz (Segnala su DMoz un collegamento pertinente all’argomento “Como”)
This text comes from Wikipedia. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.2 or any later version published by the Free Software Foundation; with no Invariant Sections, no Front-Cover Texts, and no Back-Cover Texts. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikipedia.

No Comments

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Powered by WordPress