Wiki Actu it

May 22, 2008

Wikipedia: Ossimo

Filed under: — admin @ 4:58 pm

Ossimo

[[Immagine:{{{panorama}}}|300px|Panorama di Ossimo]]
Ossimo - Stemma
Nome ufficiale: {{{nomeUfficiale}}}
Stato: bandiera Italia
Regione: Lombardia
Provincia: stemma Brescia
Coordinate: 45°56′45″N 10°13′50″E / 45.94583, 10.23056
Altitudine: m s.l.m.
Superficie: 14 km²
Abitanti:
1.433
Densità: 102 ab./km²
Frazioni:
Comuni contigui: Borno, Cividate Camuno, Lozio, Malegno, Piancogno, Schilpario (BG)
CAP: 25050
Pref. tel: 0364
Codice ISTAT: 017128
Codice catasto: G179
Nome abitanti: ossimesi
Santo patrono: San Cosma e Damiano (Ossimo Inf)
Santi Gervasio e Protasio (Ossimo sup)
Giorno festivo: 27 settembre
19 giugno
Comune

Posizione del comune nell'Italia

Sito istituzionale
Portale:Portali Visita il Portale Italia
Il territorio di Ossimo in Valle Camonica

Il territorio di Ossimo in Valle Camonica

« Descendendo poi alla terra di Malegno, et indi ascendendo ad un alto monte si trova il Commun de Ossemo, qual contiene due terre, cioè: Ossemo di Sopra, Ossemo di Sotto »
(Giovanni da Lezze, «Catastico bresciano», 1610[1])

Ossimo (Ohèm in dialetto camuno[2]) è un comune di 1.433 abitanti della Val Camonica, in provincia di Brescia.

Indice

Geografia fisica

Questa sezione è ancora vuota; aiutaci a scriverla!

Storia

Il 19 ottobre 1336 il vescovo di Brescia investe iure feudi dei diritti di decima nei territori di Breno, Borno, Astrio, Monno e Ossimo Girardo del fu Giovanni Ronchi di Breno.[3]

Il 15 maggio 1365 il vescovo di Brescia investe iure feudi dei diritti di decima nei territori di Breno, Vione, Vezza, Sonico, Malonno, Berzo Demo, Astrio, Ossimo e Losine Giovanni e Gerardo del fu Pasino Federici di Mù.[3]

Feudatari locali

  • Ronchi (1336 – )
  • Federici (1365 – )

Demografia

Evoluzione demografica

Abitanti censiti

Monumenti e luoghi d’interesse

Chiese

Le chiese di Ossimo Superiore sono:[4]

  • Parrocchiale dei santi Gervasio e Protasio, del XIV secolo, ricostruita nel XIII. Ha un portale in pietra di Sarnico. La pala d’altare è di Antonio Guadagnini.
  • Chiesetta di San Carlo, legata alla visita del santo nel 1580.

Le chiese di Ossimo Inferiore sono:[4]

  • Parrocchiale di Cosma e Damiano, struttura barocca, ampliata nel 1905 su disegno di Fortunato Canevali. L’ingresso è in pietra di Sarnico.
  • Chiesa di San Rocco, del XV secolo, contiene affreschi della scuola del Da Cemmo. Fu distrutta da una bomba nel 1945.

Patrimoni dell’umanità UNESCO

  • Parco archeologico di Asinino-Anvòia

Cultura

Folklore

Gli scotöm sono nei dialetti camuni dei soprannomi o nomiglioli, a volte personali, altre indicanti tratti caratteristici di una comunità. Quello che contraddistingue gli abitanti di Ossimo Superiore è Gàcc (gatti)[5], mentre per quanto riguarda Ossimo Inferiore è Soréc (topi).

Amministrazione

Sindaco: Damiano Celestino Isonni (lista civica) dal 30/05/2006
Centralino del comune: 0364 312006
Email del comune: info@comune.ossimo.bs.it

Altri progetti

  • Collabora a Wikinotizie Wikinotizie contiene notizie di attualità su Ossimo
  • Val Camonica Portale Val Camonica: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di Val Camonica
This text comes from Wikipedia. Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.2 or any later version published by the Free Software Foundation; with no Invariant Sections, no Front-Cover Texts, and no Back-Cover Texts. For a complete list of contributors for this article, visit the corresponding history entry on Wikipedia.

No Comments

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Powered by WordPress